/ Documenti rivelano 40 anni di spionaggio Cia contro le organizzaz...

Documenti rivelano 40 anni di spionaggio Cia contro le organizzazioni di sinistra in Spagna

 


Per oltre 40 anni - sia nella fase della dittatura di Franco che nella fase democratica - la Central Intelligence Agency degli Stati Uniti (CIA) ha spiato in Spagna sindacati, partiti e organizzazioni di sinistra. Lo rivelano una serie di documenti recentemente declassificati e resi noti dal giornalista Alfredo Grimaldos nel suo libro "La CIA in Spagna".

I servizi segreti degli Stati Uniti nel periodo che va dal 1945 almeno fino al 1985 fornivano "report dettagliati" sui sindacati di sinistra in Spagna, come ad esempio Comisiones Obreras (CCOO), Unione Generale dei Lavoratori (UGT) e Confederazione nazionale del lavoro (CNT), nonché su diversi partiti politici, tra cui il Partito comunista spagnolo (PCE) e il Partito socialista operaio spagnolo (PSOE). "Il 14 settembre 1947, diversi militanti del sindacato della CNT osarono tenere una sessione plenaria a Madrid (capitale spagnola). Quello che nessuno di loro ha mai saputo è che la CIA era lì, a prendere appunti", ha detto il giornalista in un'intervista rilasciata a Publico, denunciando come l'intelligence degli Stati Uniti continua ancora oggi a nascondere informazioni sui suoi controlli alle diverse organizzazioni spagnole.

Nel suo libro "La CIA in Spagna", Grimaldos scrive che l'avvento al potere di Felipe González nel 1982 fosse in realtà l'alternativa progettata e controllata dalla CIA.  Per quanto riguarda il presidente Gonzalez, l'intelligence degli Stati Uniti lo aveva definito come "politicamente pragmatico e non ideologico" e il resto del suo gabinetto catalogato come "moderazione o frequentare le loro posizioni più sbilenco a sinistra", ha spiegato a Público.





Sempre secondo i documenti, uno dei personaggi politici più apprezzati per l'intelligence degli Stati Uniti è stato l'allora ministro della Difesa Narcis Serra, che aveva il dono di combinare "pragmatismo con un'immagine radicale" e "servire da ponte tra le ali moderato e di sinistra del partito ". Un altro favorito della CIA nel primo governo di Gonzalez era inoltre Enrique Barón Crespo, allora Ministro dei Trasporti, Turismo e Comunicazioni. "I funzionari dell'ambasciata degli Stati Uniti lo consideravano uno dei più importanti parlamentari del suo partito", ha indicato l'organismo americano nel suo lavoro.

 
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa