/ Evo Morales vola a Mosca: la Russia investirà 1 miliardo di dolla...

Evo Morales vola a Mosca: la Russia investirà 1 miliardo di dollari in Bolivia

 

"Oggi incontreremo il fratello presidente, Vladimir Putin, per discutere di questioni economiche e politiche"



teleSUR
 

Il presidente boliviano Evo Morales è arrivato in Russia mercoledì per partecipare a riunioni di alto livello e concludere accordi per assicurare oltre 1 miliardo di dollari in investimenti nel settore degli idrocarburi, nel settore minerario e nel settore IT.

 

Alle 2:00 pm incontrerà il suo omologo russo Vladimir Putin e alle 8:00 pm ha in programma di incontrare uomini d'affari russi interessati a investire in Bolivia. Evo incontrerà anche le autorità del Ministero Russo delle Risorse Naturali e dell’Ambiente e visiterà la sede della compagnia petrolifera Gazprom.

 

Via Twitter Morales ha annunciato: "Sono felice di essere arrivato a Mosca, in Russia, come prima tappa di un tour in cui cercherò investimenti per la Bolivia. Siamo stati accolti con molta ospitalità. Oggi incontreremo il fratello presidente, Vladimir Putin, per discutere di questioni economiche e politiche".

 

Secondo le dichiarazioni pubbliche del ministro degli Esteri boliviano Fernando Huanacuni, i due paesi firmeranno anche un accordo per modernizzare le forze armate boliviane.

 

La visita di Evo in Russia fa parte di un tour internazionale, in cui visiterà l'Olanda e la Cina.

 

In Olanda, Morales visiterà l'equipe legale della Bolivia a L'Aia per finalizzare la risposta del paese alla causa internazionale contro il Cile sull'uso delle acque e delle risorse del fiume Silala.

 

Cile e Bolivia hanno un altro caso pendente; La richiesta della Bolivia che il Cile riconosca il suo diritto a uno sbocco sovrano verso l'Oceano Pacifico.

 

In Cina, Morales firmerà accordi per promuovere caffè, quinoa e altre esportazioni.

Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa