/ Gli Stati Uniti vogliono porre fine alla conferenza di Astana sul...

Gli Stati Uniti vogliono porre fine alla conferenza di Astana sulla pace in Siria

 

Mosca ritiene che la richiesta dell'inviato speciale statunitense per la Siria, James Jeffrey di "staccare la spina" ai colloqui di pace per la soluzione del conflitto siriano di Sochi e Astana, da parte della Russia, sia poco professionale e non costruttiva


"Dichiarazioni così roboanti [ che se i progressi del comitato costituzionale siriano non fossero stati raggiunti] entro dicembre, allora questa è la fine, qui sono inappropriati. Per gli esperti, questo è un segno che quelle persone che fanno queste valutazioni non sono professionali", secondo la portavoce della diplomazia russa Maria Zakharova. Zakharova.
 
Queste dichiarazioni sono nelle mani di coloro che si oppongono alla risoluzione pacifica e "questi sono argomenti addizionali per i restanti estremisti e miliziani".
 
"In generale, consideriamo che queste affermazioni, in parole povere, sono non costruttive. Il processo di risoluzione politica [in Siria] non è facile, e i nostri esperti si occupano di questo su base quotidiana con i loro colleghi", ha aggiunto la portavoce.

 
Washington ha iniziato a dimostrare esplicitamente che gli sforzi della Russia per risolvere la crisi siriana non sono vantaggiosi per questo, ha osservato Zakharova.
 
"Abbiamo sempre sottolineato che i tempi imposti come ricetta sono inefficaci e distruttivi in ??questo caso. Questo è un processo delicato e riguarda il futuro del sistema statale e delle persone, e questa nazione è multiconfessionale e multietnica ".
 
In precedenza, l'inviato speciale degli Stati Uniti in Siria, James Jeffrey ha suggerito di "staccare la spina" aai colloqui di Sochi e Astana sulla conclusione pacifica in Siria a meno che non abbiano deciso di istituire un comitato costituzionale per lo stato arabo entro la metà di dicembre.
 
Fonte: TASS
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa