/ Il Presidente della Repubblica Dominicana da Davos invita la comu...

Il Presidente della Repubblica Dominicana da Davos invita la comunità internazionale a lavorare per il dialogo e non la violenza in Venezuela

 

Danilo Medina a Davos: "Abbiamo bisogno che tutti siano convinti dell'importanza di rallentare, piuttosto che aumentare, un'escalation di violenza"

Il Presidente della Repubblica Dominicana, Danilo Medina ha ribadito durante la riunione annuale del World Economic Forum a Davos, l'importanza del dialogo per il popolo della Repubblica Bolivariana del Venezuela, come meccanismo per raggiungere una soluzione pacifica alle tensioni nella nazione.

"Credo fermamente che il dialogo sia la soluzione migliore per il Venezuela e la sua gente. Non per l'opposizione o per il governo, ma per i milioni di venezuelani e venezuelani che hanno bisogno di una risposta ", ha affermato il Presidente.

A tal proposito, il Presidente dominicano ha esortato i presenti a sostenere questo sforzo di dialogo che si svolge nel suo paese dal mese di dicembre dell'anno scorso. "Di fronte a maggiori difficoltà, il dialogo diventa ancora più urgente", ha ribadito.

Ha anche annunciato che l'opposizione venezuelana e il governo bolivariano hanno confermato la loro partecipazione alla prossima sessione, prevista per il 28 e 29 gennaio.

"La nostra responsabilità come leader è di non prendere posizioni, ma cercare soluzioni", ha detto esortando la comunità internazionale ad unirsi al dialogo senza cercare i propri interessi, oppure aspettarsi un ritorno politico.

"Abbiamo bisogno che tutti siano convinti dell'importanza di rallentare, piuttosto che aumentare, un'escalation di violenza che, nel caso in cui si verificasse, spaccherebbe il Venezuela e, probabilmente, tutta l'America Latina", ha detto Medina.



Il Presidente ha inoltre riaffermato la posizione neutrale del suo paese nei colloqui e ha sottolineato che la Repubblica Dominicana non ha emesso o emetterà un giudizio su ciò che sta accadendo in Venezuela; "Perché capiamo che non tocca a noi dare giudizi e non sarebbe producente per il processo".

Durante il suo discorso, Medina non ha dato ulteriori dettagli sullo stato attuale dei negoziati, perché, ha spiegato, sul tavolo è stato istituito il principio "nulla è concordato finché non si trova un accordo su tutto" e quindi nulla di ciò che è stato negoziato dovrebbe essere rivelato fino a quando entrambe le parti saranno pronte ad annunciare un accordo completo.

Inoltre, il Presidente dominicano ha esortato il popolo del Venezuela a cercare una soluzione pacifica.

"Vi invito a andare oltre la polarizzazione, gli interessi o inclinazioni particolari e di pensare soltanto che i milioni di uomini e donne, giovani e soprattutto i bambini che sono nati in un paese bellissimo, pieno di ricchezze, meritano un futuro in pace ".

FONTE
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa