/ La Corte internazionale di giustizia fissa termine per gli USA pe...

La Corte internazionale di giustizia fissa termine per gli USA per eliminare le sanzioni contro l'Iran sui "beni umanitari"

 

La Corte internazionale di giustizia (ICJ) stabilisce il 15 maggio come termine per gli Stati Uniti Spiega come alzerai alcune delle tue sanzioni contro l'Iran.


Secondo l'agenzia ufficiale iraniana IRNA, Mohsen Mohebi, un rappresentante iraniano  al tribunale internazionale con sede a L'Aia, l'ICJ ha inviato agli Stati Uniti una lettera, nella quale li esorta a fornire i dettagli sulle misure che applicherà per ritirare le sanzioni sulle forniture umanitarie destinate all'Iran.
 
"La Corte, in una lettera inviata il 29 marzo, chiede agli Stati Uniti di spiegare cosa hanno fatto finora per conformarsi alla sentenza di questo organismo che, di fatto, ordina di revocare sanzioni nel settore dei servizi alimentari, medicinali e aeronautici", ha rivelato Mohebi.
 
Nel mese di ottobre dello scorso anno, il principale organo giudiziario delle Nazioni Unite (ONU), vale a dire, la Corte Internazionale di Giustizia ha ordinato di Washington di sollevare una parte delle sanzioni all'Iran ripristinata dopo che gli Stati Uniti unilateralmente e illegalmente ha rotto il patto nucleare siglato nel 2015.
 
In particolare, l'ICJ ha esortato il presidente degli Stati Uniti Donald Trump a revocare le restrizioni alle importazioni di beni e prodotti umanitari e servizi relativi alla sicurezza dell'aviazione civile.
L'ICJ ha spiegato che Washington ha l'obbligo di abolire le sanzioni legate alla "libera esportazione di beni legati ai bisogni umanitari nel territorio dell'Iran".
 
A questo proposito, Mohebi spiega che la sentenza della Corte internazionale di giustizia è "giuridicamente vincolante" e che l'applicazione della sentenza fa parte del diritto internazionale.
 
"La Repubblica islamica dell'Iran segue con serietà l'applicazione della sentenza della Corte Internazionale di Giustizia e per questo ha usato e continuerà a utilizzare tutte le sue capacità diplomatiche e legali", aggiunge.
 
Dopo l'emissione del parere in ottobre, il ministero degli Esteri iraniano ha commentato che la decisione del più alto organo legale delle Nazioni Unite "dimostra chiaramente che la Repubblica islamica dell'Iran ha il suo diritto".
 
Fonte: IRNA - Foto AFP
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa