/ La portaerei statunitense che ha attaccato la Siria torna nel Med...

La portaerei statunitense che ha attaccato la Siria torna nel Mediterraneo

 

Gli Stati Uniti hanno inviato nel Mediterraneo la loro portaerei USS Harry S. Truman, utilizzata lo scorso aprile per lanciare un attacco missilistico contro l'esercito siriano.


Il sito web della Marina degli Stati Uniti ha riferito ieri che un gruppo di attacco navale, composto da decine di aerei e elicotteri da combattimento, è arrivato domenica scorsa nel Mar Mediterraneo orientale, vicino alle acque siriane.
 
La nota sottolinea che il gruppo di combattenti guidati da portaerei USS Harry S. Truman (CVN-75), ha una missione per riprendere gli attacchi aerei contro le postazioni del gruppo terroristico ISIS (Daesh, in arabo) in Siria e in Iraq.
 
"Questo dimostra un forte segnale ai nostri partner che ci impegniamo a mantenere la pace e la sicurezza nella regione e ovunque ci sia una minaccia di terrorismo", si legge nella nota della Marina degli Stati Uniti.

 
La Marina USA ordina questo spiegamento militare, sostenendo di sostenere la lotta contro il terrorismo in Siria e in Iraq; tuttavia, fonti militari statunitensi hanno in precedenza rivelato che la presenza di portaerei e di altre navi statunitensi nel Mediterraneo è una misura per contrastare le "sfide" della Russia.
 
Fonte: http://www.navy.mil
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa