L'aggressione saudita allo Yemen batte nuovo record: un morto o un ferito ogni ora

L'aggressione saudita allo Yemen batte nuovo record: un morto o un ferito ogni ora

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

In un dossier pubblicato ieri, l'ONG Save the Children ha rivelato che quasi un civile è stato ucciso o ferito ogni ora nello Yemen a gennaio, rendendo il mese scorso il più letale dal 2018.

Tra il 6 gennaio e il 2 febbraio, infatti, sono morti più di 200 adulti e 15 bambini, e sono rimasti feriti 354 adulti e 30 bambini, si legge nella nota che annuncia anche che il numero delle vittime civili a gennaio è stato quasi il triplo della media mensile di 209 vittime nel 2021.

 “Da molto tempo i bambini sono i più colpiti dalle continue violenze in Yemen, e la loro sofferenza è stata aggravata da un silenzio e un abbandono insopportabili in tutto il mondo” , ha denunciato il direttore di Save the Children per il Paese arabo, Gillian Moyees.

L'Ong avverte inoltre che l'escalation del conflitto nel Paese arabo a gennaio ha inflitto ingenti danni alle infrastrutture civili, comprese le strutture sanitarie, una scuola, le infrastrutture per le telecomunicazioni, una prigione e una struttura idrica.

Infine, l'organizzazione ha esortato gli aggressori al rispetto del diritto internazionale e della protezione della popolazione e delle infrastrutture civili.

Nonostante gli avvertimenti emessi a livello internazionale, Riad e i suoi alleati mantengono dal 2015 una brutale aggressione contro lo Yemen e  impediscono l'arrivo di aiuti umanitari nello Yemen, nel quadro dell'assedio imposto al Paese impoverito.

Inoltre, la "coalizione" saudita ha ripetutamente utilizzato bombe a grappolo e altre munizioni proibite contro obiettivi civili in diverse parti dello Yemen .

 

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare" di Paolo Desogus Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa di Giorgio Cremaschi Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

No Tav, Green Pass e prospettive comuni di Francesco Santoianni No Tav, Green Pass e prospettive comuni

No Tav, Green Pass e prospettive comuni

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

La finanza si "aspetta un terremoto" di Pasquale Cicalese La finanza si "aspetta un terremoto"

La finanza si "aspetta un terremoto"

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini di Damiano Mazzotti “Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai  di Antonio Di Siena Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Nell'Italia che vorrei... di Gilberto Trombetta Nell'Italia che vorrei...

Nell'Italia che vorrei...

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO di Michelangelo Severgnini La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti