World Affairs/L'economista svizzero Minsch: la Cina diventerà una "locomotiva" ...

L'economista svizzero Minsch: la Cina diventerà una "locomotiva" che guiderà la ripresa globale dopo la pandemia

 

l'AntiDiplomatico ha bisogno del tuo aiuto. Una tua piccola donazione può essere vitale per la nostra battaglia di informazione.

"Il mercato cinese è diventato un importante motore di crescita grazie alle sue dimensioni e alla continua espansione", ha affermato l'economista Rudolf Minsch


Il Direttore della federazione delle imprese svizzera Economiesuisse, Rudolf Minsch, ha dichiarato giovedì scorso che la Cina dovrebbe svolgere il ruolo di " locomotiva " e guidare la ripresa globale dopo la pandemia da coronavirus.
"Il mercato cinese è diventato un importante motore di crescita grazie alle sue dimensioni e alla continua espansione", ha spiegato l'esperto all'agenzia Xinhua durante un'intervista. 
 
Minsch ha osservato che è "assolutamente cruciale che la Cina si opponga a qualsiasi tendenza a invertire la globalizzazione", aggiungendo che la Cina ha fatto lo sforzo di "creare un ambiente commerciale internazionalizzato, basato sulla legge e orientato al mercato ".

Allo stesso modo, l'economista ha precisato che, a suo avviso, la politica economica cinese oggi si distingue per "l'impegno del governo ad allargare le porte al mondo, nonostante le difficoltà derivate dalla crisi del coronavirus". 
"I mercati aperti sono fondamentali per la crescita a lungo termine della Cina e sono fondamentali per il resto del mondo", ha aggiunto.
 
Cina, uno dei maggiori partner commerciali della Svizzera 
 
L'agenzia cinese ha ricordato che quest'anno le relazioni diplomatiche tra Berna e Pechino compiono 70 anni. Dal 2010 il Paese asiatico è il principale partner commerciale della Svizzera in Asia e il terzo al mondo dopo l'Unione europea e gli Stati Uniti. Allo stesso modo, nel 2013 è stato firmato un accordo di libero scambio tra i due paesi ed è entrato in vigore il 1 luglio 2014.
 
In questo contesto, Minsch ha ricordato che ci sono numerose aziende svizzere in Cina che "collaborano con aziende cinesi come clienti, fornitori o partner di ricerca e sviluppo", e nonostante affrontino "una forte concorrenza" nel mercato cinese, hanno anche grandi opportunità di " trarre vantaggio in modo molto efficiente e veloce dalle aziende cinesi per sviluppare nuovi prodotti e servizi ".
 
"Nella maggior parte dei casi, i prodotti e i servizi dei due Paesi sono complementari. Parallelamente ai redditi più elevati della popolazione cinese, aumenterà la domanda di prodotti e servizi svizzeri", ha concluso.
 
 
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy Change privacy settings
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa