/ L'estradizione di Assange negli Stati Uniti, "una questione di vi...

L'estradizione di Assange negli Stati Uniti, "una questione di vita o di morte" per lui e per tutto il giornalismo

 

Una decisione che favorisca la richiesta degli Stati Uniti di estradare il fondatore di WikiLeaks costituirebbe un pericoloso precedente per la libertą di espressione.


La pena massima contro Julian Assange per violazione dei termini della sua libertà vigilata "non è altro che un oltraggio", ha dichiarato ai giornalisti il ??redattore capo di WikiLeaks, Kristinn Hrafnsson, sottolineando che la vera lotta, che non è solo per Assange , ma anche per il giornalismo in generale.
 
Ieri il giudice Deborah Taylor ha condannato il fondatore di WikiLeaks a 50 settimane in carcere, una sentenza che Hrafnsson ha descritto, alla fine dell'udienza, tenutasi presso la Crown Court di Southwark (Londra), ingiustificatamente lunga. Si è inoltre rammaricato del fatto che il giudice non abbia tenuto conto di "fattori attenuanti molto convincenti".
 

 
Tuttavia, la "vera battaglia" deve ancora venire, ha ricordato il giornalista, oggi sarà annunciato se il fondatore del portale sarà estradato negli Stati Uniti per il processo per la fuga di informazioni segrete da parte del governo degli Stati Uniti, per i quale Assange potrebbe essere condannato a morte in base alla legge federale di spionaggio del 1917.
La prospettiva di estradizione non solo mette in pericolo la vita di Assange, ma minaccia anche il principio della libertà di espressione e del giornalismo in generale, ha avvertito Hrafnsson.
 
"È il primo passo di una lunga battaglia, la lotta continuerà sicuramente, questa è, soprattutto, la lotta per la libertà di stampa ... È una vera battaglia, non è solo per Julian Assange - anche se per lui è una questione di vita o di morte - è certamente una questione di perseveranza [su] un principio giornalistico primordiale ", ha sottolineato Hrafnsson, sottolineando che una decisione della Corte favorevole alla richiesta di Washington costituirebbe un precedente molto pericoloso.
 
Fonte: Rt esp - Foto Reuters
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa