/ Nicolas Maduro sul sabotaggio della rete elettrica in Venezuela: ...

Nicolas Maduro sul sabotaggio della rete elettrica in Venezuela: "Un cecchino responsabile dell'incendio contro la centrale Guri".

 

"Non abbiamo mai visto un attacco terroristico come questo".



"Non abbiamo mai visto un attacco terroristico come questo". Lo ha dichiarato ieri il presidente della Repubblica Bolivariana del Venezuela Nicolas Maduro intervenendo alla trasmissione televisiva Con el Mazo Dando.


Il recente attacco all'impianto idroelettrico Simon BolIvar del Venezuela è stato probabilmente innescato da un fucile di un cecchino, ha proseguito il presidente bolivariano Nicolas Maduro. "Non abbiamo mai visto un attacco terroristico come questo, è stato portato avanti con le armi in un'area vitale per la trasmissione di elettricità al paese", ha dichiarato il presidente.





"Hanno sparato [al sistema elettrico] con un fucile a lunga distanza. Chi ha ordinato l'attacco sapeva esattamente quello che stava facendo. Questa è una guerra totale", ha dichiarato, notando che quel colpo ha scatenato un incendio che ha determinato l'incendio di una sezione del sistema elettrico.


Questa nuova aggressione avviene quasi 20 giorni dopo che un importante attacco cibernetico al sistema elettrico del paese ha provocato un black-out nazionale di sei giorni, che secondo il governo nazionale è stato eseguito dagli Stati Uniti. Una rapida ripresa non sarebbe stata possibile senza gli instancabili sforzi di Corpoelec, la compagnia venezuelana di energia statale, e dalle forze di sicurezza che hanno limitato i danni, ha proseguito Maduro.


"Donald Trump è ossessionato dal Venezuela, per le nostre ricchezze, ha trovato alleati interni così diabolici da poter danneggiare così tanto il nostro Paese", ha detto il presidente bolivariano. L'attacco al sistema elettrico nazionale venezuelano, che ha lasciato fuori servizio molti settori del paese, è stato denunciato lunedì dal ministro della comunicazione Jorge Rodriguez. Un terzo blackout si è verificato all'inizio di mercoledì a causa dell'instabilità operativa del sistema, il danno inizialmente provocato dall'attacco ai trasformatori Guri. Tutti i meccanismi di contromisure attuati dal presidente Nicolas Maduro si sono comportati in modo impeccabile. Questi hanno funzionato per l'assicurazione, la manutenzione e la comunicazione tra le diverse stazioni, il che ha permesso di registrare in tempo record quasi tutto il servizio in tutto il paese.
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa