/ Più di 235.000 siriani sono tornati alle loro case dall'inizio de...

Più di 235.000 siriani sono tornati alle loro case dall'inizio delle operazioni militari russe

 

Più di 235.000 rifugiati sono tornati in Siria dopo il 30 settembre 2015 quando sono iniziate le operazioni russe di supporto al governo nella lotta al terrorismo, su richiesta di Damasco.


Più di 235.000 rifugiati sono tornati in Siria dopo il 30 settembre 2015, quando la forza aerospaziale russa ha iniziato un'operazione militare in questo paese, ha dichiarato ieri Igor Sergeyev, l'ufficiale di servizio presso il personale di coordinamento interservizi per il ritorno dei rifugiati in Siria.
 
"In tutto, ben 235.576 rifugiati sono tornati in Siria da altri paesi dopo il 30 settembre 2015", ha riferito Sergeyev. "Questo numero comprende 70.580 donne e 119.000 bambini".
 
"A partire dal 18 luglio 2018, un totale di 5.
978 rifugiati sono tornati dal Libano", ha aggiunto spiegando che il maggior numero di loro ha attraversato il confine tramite i checkpoint di Zemrani e Jdeidat Yablous.
 
Inoltre, 318 rifugiati sono tornati dalla Giordania attraverso il confine di Nasib.
 
Un totale di 280 siriani sono tornati nelle loro case da martedì pomeriggio.
 
Le forze siriane e russe hanno organizzato due operazioni umanitarie, nel corso delle quali la popolazione ha ricevuto 4,6 tonnellate di aiuti alimentari.
 
Fonte: TASS
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa