/ Pompeo: Trump darà vita ad un "nuovo ordine liberale" per bloccar...

Pompeo: Trump darà vita ad un "nuovo ordine liberale" per bloccare Russia, Cina e Iran

 

Il Segretario di Stato statunitense ha parlato della costruzione di "un nuovo ordine mondiale" del presidente Donald Trump per bloccare Cina, Iran e Russia.


"Nelle migliori tradizioni della nostra grande democrazia, stiamo radunando le nazioni nobili per costruire un nuovo ordine liberale che prevenga la guerra e raggiunga una maggiore prosperità", ha dichiarato il segretario di Stato USA, Mike Pompeo in una conferenza stampa al Marshall Fund Bruxelles, accusando Pechino, Teheran e Mosca di violare accordi multilaterali e creare instabilità nel mondo.
 
Il diplomatico nordamericano ha sottolineato che la Casa Bianca sta premendo sulla Banca Mondiale (Bd) e il Fondo Monetario Internazionale (FMI) per ridurre i finanziamenti da paesi come la Cina, che hanno accesso ai mercati finanziari per raccogliere capitali.
 
Pompeo ha attribuito anche all'Iran una presunta violazione di una risoluzione delle Nazioni Unite per il test di missili balistici, e ha accusato la Cina non solo di "provocazioni regionali", ma anche "restrizioni commerciali" e di "furto di proprietà intellettuale".

 
Il capo della diplomazia americana ha anche accusato la Russia di aver violato il Trattato sulle armi nucleari INF. "Quando i trattati vengono infranti, devi affrontare i trasgressori e i trattati devono essere modificati o dimenticati".
 
Mike Pompeo ha esortato le organizzazioni internazionali a cooperare con Washington sui cambiamenti che desidera fare o in altro modo, "dovrebbe essere riformato o eliminato", e ha respinto categoricamente il presidente degli Stati Uniti è "minando queste istituzioni o stanno lasciando la leadership americana ", oltre ad agire " unilateralmente ".
 
Fonte: Reuters
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa