/ Quale regime ha incarcerato più artisti nel 2017? Cina, Russia, f...

Quale regime ha incarcerato più artisti nel 2017? Cina, Russia, forse Cuba... no è la Spagna

 

Lo afferma un rapporto dell'organizzazione Freemuse in Danimarca censurato dai media mainstream spagnoli

 

José Manzaneda, coordinatore di Cubainformación. Sai qual è lo stato del mondo in cui più artisti sono andati in prigione nel 2017? Se ci lasciassimo trasportare da ciò che leggiamo sulla stampa, penseremmo a posti come la Cina... o Cuba. Ma non è così: si tratta della Spagna, con un totale di 13 artisti in carcere e terzo paese per numero di giudizi nei confronti di artisti, dietro l'Egitto e l'Etiopia (1).

 

Lo afferma un rapporto dell'organizzazione Freemuse in Danimarca, censurato dai media mainstream spagnoli (2). Alcuni di essi, tra l'altro, pubblicavano ampie relazioni su precedenti relazioni di quell'organizzazione in cui la Spagna non era menzionata (3). I media, inoltre, ci informano dettagliatamente su ogni disaccordo tra artisti e autorità a Cuba (4).

 

Nel frattempo, i giornalisti spagnoli di estrema destra praticano l'incitamento all'odio con totale impunità. Il conduttore Federico Jiménez Losantos ha chiesto nel suo programma radiofonico "aerei per bombardare" la Catalogna e far capire al movimento indipendentista che "la forza può essere legittimamente usata" (5). Potete immaginare la campagna internazionale contro Cuba se, sull'isola, un giornalista fuori controllo si proponesse di bombardare gli Stati Uniti?

 

L'ONG Save The Children ha pubblicato il suo rapporto "I molteplici volti dell'esclusione", in cui colloca il Guatemala nell'ultima posizione del continente in termini di protezione dei bambini, con "un tasso estremamente elevato di malnutrizione", e " quasi la metà di quelli (...) sotto i cinque anni si trovano in condizione di stento"(6). Nel frattempo, Cuba appare tra le prime posizioni (7). Ma puoi immaginare come sarebbe stato al contrario? Non credi che questo rapporto avrebbe guadagnato maggiore visibilità visibilità dei media?

 

Il Messico è il secondo paese più pericoloso per i giornalisti, dopo la Siria (8). L'organizzazione Articolo 19 denuncia 507 aggressioni e 12 omicidi di giornalisti durante il 2017 (9). A maggio, per esempio, Javier Valdés, autore di "Narcoperiodismo", un libro che narra - precisamente - i pericoli insiti nel denunciare il traffico di droga e le sue connessioni con la polizia e la politica (10) è stato ucciso. Sono realtà che Cuba visse 60 anni fa e che furono spazzate via dalla Rivoluzione. Anche se i media non lo raccontano mai.

 

Per finire, torniamo allo Stato spagnolo: otto giovani baschi, della sinistra indipendentista, sono stati condannati a pene detentive fino a 13 anni, per una rissa in un bar in cui due agenti della Guardia  Civil usciti con lievi ferite (11). Riesci a immaginare se uno dei famosi "dissidenti" di Cuba fosse stato condannato a 13 anni per aver insultato o picchiato un agente di polizia? È vero che i media spagnoli che oggi applaudono alla condanna dei giovani baschi denuncerebbero in tal caso la mancanza di "separazione dei poteri" nel "regime" cubano?

 

Bene, così funzionano le cose in Spagna, descritta dal New York Times come una "democrazia in rovina" (13).

 

(Traduzione de l’AntiDiplomatico)

 

(1)   https://www.kamchatka.es/espa%C3%B1a-pa%C3%ADses-mas-persiguen-libertad-expresion-artistica

(2)   https://www.elsaltodiario.com/libertad-expresion/espana-lidera-persecucion-a-los-musicos-por-ejercer-su-libertad-de-expresion-artistica

(3)   http://www.elmundo.es/cultura/2016/04/11/5707fad6268e3e792f8b4682.html

(4)   https://elpais.com/cultura/2016/12/10/actualidad/1481384016_181867.html

(5)   http://www.elperiodicodearagon.com/noticias/espana/federico-jimenez-losantos-hay-bombardear-cataluna_1283727.html

(6)   http://www.prensalibre.com/guatemala/comunitario/el-pais-con-mas-rezago-a-nivel-continental

(7)   https://www.savethechildren.org.co/articulo/informe-global-las-m%C3%BAltiples-caras-de-la-exclusi%C3%B3n

(8)   https://elpais.com/internacional/2017/12/19/mexico/1513712012_499923.html

(9)   http://www.france24.com/es/20180605-mexico-asesinado-6-periodistas-2018

(10)           http://www.lavanguardia.com/politica/20180515/443610290583/mexico-deplora-la-muerte-de-otro-periodista-a-un-ano-del-asesinato-de-valdez.html
(11)           http://www.abc.es/espana/abci-audiencia-nacional-no-terrorismo-y-condena-agresores-alsasua-hasta-13-anos-prision-201806011313_noticia.html
(12)           https://www.nytimes.com/2018/05/08/opinion/democracy-authoritarian-constitutions.html 

Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa