Una città brasiliana torna alla normalità grazie al vaccino cinese CoronaVac

Una città brasiliana torna alla normalità grazie al vaccino cinese CoronaVac

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

The Wall Street Journal

L'esperimento del Brasile di vaccinare un'intera città con il vaccino CoronaVac cinese ha ridotto i decessi per Covid-19 del 95%, fornendo ulteriori prove dell'efficacia del vaccino in gran parte del mondo in via di sviluppo.


A tutti gli adulti di Serrana, una città di 45.000 persone nel sud-est del Brasile, è stato offerto CoronaVac tra febbraio e aprile come parte dell'esperimento "Progetto S", il primo processo di massa del suo genere contro il Covid-19.

L'Istituto Butantan, centro di ricerca pubblico brasiliano con sede a San Paolo che ha organizzato lo studio in collaborazione con l'azienda cinese Sinovac, ha dichiarato lunedì che i casi di decessi per la malattia sono precipitati a Serrana, mentre nelle regioni vicine hanno registrato un aumento delle infezioni.
I decessi per malattia sono diminuiti del 95% a Serrana tra l'inizio di febbraio e la metà di maggio, secondo la presentazione dei risultati finali di Butantan. Il numero di casi sintomatici è diminuito dell'80% e i ricoveri relativi alla malattia sono diminuiti dell'86%, hanno affermato i ricercatori dello studio. 
Le persone a Serrana hanno aspettato in fila per ricevere un vaccino contro il Covid-19 fuori da una scuola pubblica a febbraio.

L'istituto  Butantan ha affermato che la campagna di vaccinazione di massa ha frenato la trasmissione della malattia nella città, riducendo anche i casi e i decessi tra coloro che non erano stati vaccinati, compresi i minori di 18 anni e gli adulti con gravi problemi di salute che non potevano fare il vaccino. Oltre il 95% degli adulti idonei della città ha accettato di prendere CoronaVac come parte dell'esperimento.

I risultati dello studio mostrano che è possibile controllare la pandemia vaccinando circa il 75% della popolazione, ha affermato il governatore dello stato di San Paolo, João Doria, che ha guidato la partnership con Sinovac. 
"Va a dimostrare che l'unico modo per sconfiggere la pandemia è con i vaccini", ha affermato lo stesso Doria, critico del presidente Jair Bolsonaro. .
Migliaia di brasiliani sono scesi in piazza sabato per protestare contro Bolsonaro, che ha anche minimizzato la gravità del Covid-19, che ha ucciso più di 460.000 persone nel paese. Un'indagine del Congresso sulla crisi ha mostrato che la sua amministrazione non è riuscita a prendere la Pfizer Inc. sulla sua offerta lo scorso anno di ben 70 milioni di dosi di vaccino, tra gli altri fallimenti.

Il palazzo presidenziale non ha risposto alle richieste di commento. Bolsonaro ha difeso le sue azioni durante la pandemia, criticando i governatori statali per le misure di blocco che incolpa di aver paralizzato l'economia e di aver fatto bruciare posti di lavoro.
Dopo più di quattro mesi dalla campagna di vaccinazione, il Brasile ha immunizzato solo il 10% circa della sua popolazione, principalmente con dosi di CoronaVac garantite dal governo statale di Doria.

Butantan, che ha condotto gli studi clinici di CoronaVac e sta anche producendo il vaccino cinese in Brasile, lunedì non ha rilasciato i dati completi dei risultati del Progetto S, ma ha detto che pubblicherà lo studio completo a breve.
L'esperimento è stato pianificato in segreto da agosto per prevenire la migrazione di massa a Serrana da parte di altri brasiliani. La città era divisa in 25 zone. Ciascuno è stato vaccinato in fasi diverse per esaminare l'effetto sulla trasmissione della malattia nelle aree limitrofe.
"Serrana è diventato un grande laboratorio", ha affermato Dimas Covas, direttore dell'Istituto Butantan. "Questo dovrebbe servire da esempio per il resto del mondo", ha detto, aggiungendo che spera che lo studio possa aiutare i responsabili politici di altri paesi a capire quante persone hanno bisogno di vaccinare per controllare la pandemia.

Il vaccino di Sinovac è utilizzato in altri paesi dell'America Latina come la Colombia e in dozzine di altre nazioni in via di sviluppo dall'Egitto alle Filippine.
Mentre paesi come Israele o il Cile hanno anche mostrato i benefici dell'immunizzazione di massa, Project S è il primo esperimento controllato sulla vaccinazione di massa contro il Covid-19, che fornisce risultati più precisi, ha affermato Covas.

(Traduzione de l'AntiDiplomatico)

Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire di Francesco Erspamer  Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire

Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire

Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale di Giorgio Cremaschi Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale

Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale

Il sindacato quando scenderà in piazza per i lavoratori? di Savino Balzano Il sindacato quando scenderà in piazza per i lavoratori?

Il sindacato quando scenderà in piazza per i lavoratori?

Il paradosso dell'antifascismo di oggi a San Giovanni di Thomas Fazi Il paradosso dell'antifascismo di oggi a San Giovanni

Il paradosso dell'antifascismo di oggi a San Giovanni

Il Nodo gordiano dei Taleban Il Nodo gordiano dei Taleban

Il Nodo gordiano dei Taleban

Polizia, fascisti e Cgil: 3 domande senza risposta di Antonio Di Siena Polizia, fascisti e Cgil: 3 domande senza risposta

Polizia, fascisti e Cgil: 3 domande senza risposta

La violenza di Schrodinger di Gilberto Trombetta La violenza di Schrodinger

La violenza di Schrodinger

La rabbia sociale non è fascismo di Michelangelo Severgnini La rabbia sociale non è fascismo

La rabbia sociale non è fascismo

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti