/ VIDEO. Milioni di iraniani per il 40° Anniversario della Rivoluzi...

VIDEO. Milioni di iraniani per il 40° Anniversario della Rivoluzione islamica: "'Morte all'America' finché USA malvagi"

 

Milioni di iraniani di ogni estrazione sociale si sono riversati nelle strade di tutto il paese per celebrare il 40° anniversario della rivoluzione islamica in un momento di intensa pressione degli USA.


La giornata di oggi segna il culmine della Diwn che commemora il periodo tra il 1 febbraio 1979 quando l'Imam Khomeini tornò dall'esilio e l'anniversario della Rivoluzione che pose fine a 2500 anni di dominio monarchico in Iran. 
 
Ogni anno in questo giorno, il paese persiano di riversa per le strade per sottolineare il sostegno alla rivoluzione che ha sostituito il regime appoggiato dagli Stati Uniti con una Repubblica islamica. 
I manifestanti in molte città hanno sfidato il freddo mentre scendevano nelle strade principali dell'Iran per rinnovare la loro fedeltà ai principi islamici del paese in un momento di crescente pressione economica e politica.
 
L'anno scorso, gli Stati Uniti hanno abbandonato unilateralmente l'accordo sul nucleare con l'Iran e hanno reintrodotto le loro più dure sanzioni, in una mossa che è vista come un tentativo di cambiamento di regime contro la Repubblica islamica. 
 
John Bolton, consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti, aveva detto che l'esito della revisione politica del paese dovrebbe essere quello di stabilire che la rivoluzione dell'Iran non durerà fino al suo 40° compleanno. "Ed è per questo che, prima del 2019, festeggeremo qui a Teheran!" Aveva detto a una convention del gruppo terrorista MKO a Parigi nel 2017. 
 
Centinaia di migliaia di persone si sono dirette verso l'iconica piazza Azadi (Libertà) a Teheran tra gli slogan "Morte all'America", dove il presidente Hassan Rouhani ha tenuto un discorso alla nazione.

 

 
Il Leader della rivoluzione islamica si prevede che l'ayatollah Seyyed Ali Khamenei faccia un discorso dove darà un indirizzo "importante" nei prossimi giorni, secondo quanto riferito dai media. 
 
È pronto a pubblicare "una dichiarazione dettagliata che spiega il "secondo passo" del progresso della rivoluzione islamica".  
 
L'ayatollah Khamenei ha ribadito oggi che la nazione iraniana continuerà a gridare "Morte all'America" ??finché gli Stati Uniti rimarranno malvagi. 
 
 
"Gli Stati Uniti sono l'incarnazione del male, ma si lamentano ancora del fatto che gridiamo 'Morte in America'", ha affermato Khamenei, riferendosi alle dichiarazioni del presidente Donald Trump della scorsa settimana. 
 
Trump ha lamentato che l'Iran "grida la morte all'America e minaccia il genocidio contro il popolo ebraico", aggiungendo: "Non toglieremo il nostro sguardo" dalla Repubblica Islamica. 
 
"La morte in America significa" morte "per te, le poche persone che governano il paese; non intendiamo la nazione americana ", ha poi precisato l'ayatollah Khamenei. 
 
 
Fonte: PressTv - Foto Mehr
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa