/ Visto che la tensione era poca... La Gran Bretagna invia i suoi m...

Visto che la tensione era poca... La Gran Bretagna invia i suoi marines nel Golfo Persico per "difendere" le sue navi mercantili

 

Il Regno Unito ha deciso di inviare 100 marines nella regione del Golfo Persico al fine di proteggere le sue navi militari e mercantili dopo un recente incidente nel Golfo di Oman, hanno riportato i media locali.


Come è noto, giovedì scorso, due petroliere, Kokuka Courageous e Front Altair, hanno subito esplosioni e incendi nel Golfo di Oman vicino allo stretto di Hormuz. La causa dell'incidente rimane sconosciuta, eppure gli Stati Uniti e il Regno Unito hanno accusato l'Iran di aver attaccato le petroliere.
 
Secondo il Sunday Times, i marines del 42° Commando di base vicino alla città di Plymouth formeranno lo Special Purpose Task Group 19 che pattuglierà la regione del Golfo Persico dalla base navale del Regno Unito in Bahrain, aperta lo scorso anno.
 
Venerdì scorso, il Ministero degli Esteri del Regno Unito ha accusato  il Corpo delle Guardie Rivoluzionarie Islamiche dell'Iran di aver attaccato le petroliere nel Golfo di Oman. Un giorno prima, dichiarazioni simili erano state fatte dal Segretario di Stato americano Mike Pompeo.
 
Teheran ha respinto le accuse, mentre il vice ministro degli Esteri russo Sergey Ryabkov ha messo in guardia dai tentativi di incolpare l'Iran prima di un'indagine approfondita sull'incidente.
 
 
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa