/ Washington Post: La Casa Bianca ha bloccato un rapporto che descr...

Washington Post: La Casa Bianca ha bloccato un rapporto che descriveva come "potenzialmente catastrofiche" le conseguenze dei cambiamenti climatici

 

I funzionari volevano rimuovere diverse pagine del documento, dal momento che le descrizioni scientifiche del clima non coincidevano con la posizione ufficiale dell'amministrazione Trump.


I funzionari della Casa Bianca hanno impedito a un'agenzia di intelligence del Dipartimento di Stato di inviare una testimonianza scritta, che mirava ad avvertire il Congresso che il cambiamento climatico causato dall'uomo potrebbe essere "potenzialmente catastrofico", riporta The Washington Post, che ha avuto accesso al documento.
 
La testimonianza di 12 pagine dell'Ufficio dell'intelligence e della ricerca, rivelata dal quotidiano, descrive in dettaglio come l'aumento delle emissioni di gas serra aumenti le temperature globali e acidifichi gli oceani.
 
Secondo il Washington Post, l'Ufficio degli affari legislativi, l'Ufficio di amministrazione e bilancio della Casa Bianca e il Consiglio di sicurezza nazionale, da parte loro, volevano eliminare diverse pagine del documento, poiché le descrizioni scientifiche del clima non coincidevano con la posizione ufficiale del gabinetto del presidente degli Stati Uniti Donald Trump, secondo i funzionari dell'amministrazione che hanno parlato con il giornale in condizione di anonimato.
 
Secondo le fonti del giornale, i funzionari della Casa Bianca si sono opposti alle citazioni scientifiche del documento, che si riferiscono al lavoro svolto dalle agenzie federali, tra cui la NASA e la National Oceanic and Atmospheric Administration.
 
Tuttavia, uno degli autori della testimonianza, Rod Schoonover, dell'Ufficio Affari geografici e globali, che si stava preparando a presentare la sua dichiarazione al Comitato di Intelligence della Camera durante un'udienza di mercoledì, ha rifiutato di rimuovere il suo lavoro non voluto dal governo.
In definitiva, il documento non è stato presentato.
 
Cambiamenti climatici "un inganno inventato dai cinesi"
 
Il presidente degli Stati Uniti ha sempre messo in discussione l'esistenza e gli effetti dei cambiamenti climatici, suggerendo in precedenza che si trattava di un inganno inventato dai cinesi. Il presidente si è addirittura ritirato negli Stati Uniti dell'Accordo internazionale sul clima di Parigi nel 2017 e ha minimizzato un rapporto governativo sull'ambiente.
 

 
Proprio questa settimana, Trump ha respinto le preoccupazioni di Carlo d'Inghilterra, Principe di Galles, sull'impatto negativo del cambiamento climatico e ha insistito sul fatto che gli Stati Uniti hanno un clima "fra i più puliti" e "sta addirittura migliorando".
 
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa