/ Grecia. I cittadini si autoorganizzano contro le aste fallimentar...

Grecia. I cittadini si autoorganizzano contro le aste fallimentari e i pignoramenti

 

Nella Grecia sotto occupazione finanaziaria della Troika le aste e i pignoramenti sono all’ordine del giorno. I cittadini si stanno organizzando, in assenza della politica, per porre un freno all’arricchimento di quelle banche salvate, ironia della storia e perfidia degli occupanti, proprio dai contribuenti che subiscono oggi queste sanzioni coatte.
 
Vi riportiamo l’appello di Katerina Tragalou di mercoledì 16 dic. 2015 dal Tribunale della città di Karditsa
 
“Oggi ci siamo riuniti qua, da cittadini, per annullare di fatto un'asta di un nostro concittadino. Non lo conosciamo, non sappiamo chi sia, sappiamo però che sta per perdere la sua casa, esattamente come sta accadendo anche con il patrimonio dello Stato a cui mirano alcuni.
 
Ci riuniamo qua ogni mercoledì per annullare tutte le aste perché crediamo che in ogni caso le banche sono state fin ora ricapitalizzate tantissime volte, si sono già riprese i soldi che chiedono ai loro debitori, e inoltre, chiedono questi soldi a debitori che si sono impoveriti a tal punto da essere arrivati anche alla fame e ora rischiano di perdere pure la loro casa.
 
Purtroppo, mentre nutrivamo qualche speranza al nuovo governo, esso va avanti negli stessi ritmi di prima con le aste, anche delle prime case, e l'unica speranza che ci rimane e che noi, i cittadini, riusciamo ad annullarle di fatto.  Per questo motivo ci riuniamo al Tribunale ogni mercoledì, per tentare di annullare ogni asta che è prevista”.

Traduzione di Marina Voudouri. 

Qui il video:
 
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa