/ Amara ironia. "Gli Usa hanno creato i mostri dell'11 settembre e ...

Amara ironia. "Gli Usa hanno creato i mostri dell'11 settembre e danno la colpa all'Iran"

 

Seyed Mohammad Marandi, un professore all'Università di Teheran: l'Iran "non prende sul serio" il verdetto della corte di New York.


Questa settimana, un giudice distrettuale di New York (USA) ha stabilito che l'Iran deve pagare un importo di oltre 10.000 milioni di euro come risarcimento dei danni ai parenti delle persone uccise negli attacchi terroristici dell'11 settembre 2001.

Il magistrato accusa Teheran per i danni causati dagli attacchi, senza menzionare i paesi di partenza dei dirottatori.  "Gli Stati Uniti agiscono come giudice, giuria e pubblico ministero, e pensano di avere competenza in tutto il mondo", ha dichiarato a RT Seyed Mohammad Marandi, un professore all'Università di Teheran. Secondo quest'ultimo "non dovremmo prendere sul serio questa corte ".  I media occidentali stessi hanno preso con superficialità la sentenza e l'opinione pubblica è abbastanza consapevole per sapere che l'Iran non ha rapporti con gli Stati Uniti e "il governo iraniano non deve rendere conto a qualsiasi giudice di qualsiasi tribunale degli Stati Uniti.", ha proseguito l'esperto.

Per Marandi, "l'ironia di tutto" è che "questi terroristi sono stati sostenuti dagli Stati Uniti nel 1980". Dunque, "se qualcuno vuole trovare i colpevoli bisogna cercare negli Stati Uniti e Arabia Saudita ".  Così, "il giudizio deve essere contro persone all'interno del governo [degli Stati Uniti] con la creazione di questo mostro di nome Al-Qaeda, insieme con i talebani e altri gruppi estremisti in quel paese.
"  

 Allo stesso modo, continua il professore, oggi vediamo ancora una volta l'attuale regime a Washington "contribuire a creare estremisti simili in Siria"  In questo senso, Marandi ricorda un documento dei servizi segreti degli Stati Uniti 'trapelato lo scorso anno, che dimostra che gli Stati Uniti hanno sostenuto gli estremisti nella sua ascesa in Siria e in Iraq. Questo processo alla fine ha portato alla creazione dello Stato Islamico.  

Secondo l'esperto, l'Iran "non prende sul serio" il verdetto, perché tutti sanno che Al Qaeda è estremamente ostile alla Repubblica islamica. La "setta wahhabita", ha detto Marandi, "è estremamente ostile agli iraniani. "L'unica ragione per cui sono state abilitate, sia in Afghanistan, Siria, Libia e Yemen è grazie all'azione dell'Arabia Saudita", ha detto l'analista aggiungendo che, dato che l'Arabia Saudita è un alleato chiave degli Stati Uniti, Washington "non farà nulla. "  "I media occidentali cercano di non dire troppo su questo verdetto. Ma l'opinione pubblica è sufficientemente informata oggi", conclude Marandi. 
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa