/ A. Di Battista: "Nell'era della paura e dell'informazione anestet...

A. Di Battista: "Nell'era della paura e dell'informazione anestetizzante contro-informarsi è l'atto più rivoluzionario che esiste".

 

Vi sottoponiamo questa riflessione del deputato del Movimento 5 Stelle Alessandro Di Battista su cosa significa informare ai tempi dell'"industria della paura". 

"I popoli vengono controllati in due modi: con la paura e con le bugie rassicuranti. Per disincentivare le nostre umane pulsioni al cambiamento ogni giorno ci servono generose porzioni di paura. E non è un caso che "l'industria della paura" non entra mai in crisi. Tutto quel che ha a che fare con la paura prospera.

Le armi si vendono e soddisfano coloro che hanno paura di morire. Le droga si trova ormai dovunque e chi ha paura di vivere è servito. Il gioco d'azzardo legalizzato è a disposizione nel bar sotto casa e i terrorizzati dalla paura di non riuscire a pagare una bolletta possono vivere vitali attimi di speranza. E per completare l'opera il metadone quotidiano viene iniettato sotto forza di menzogne rassicuranti. Va tutto bene! Cresce il PIL, il bazooka di Draghi curerà lo spread, il jobsact funziona.

Termini complessi ci travolgono ogni giorno. Perché è bene che il gioco delle bugie rassicuranti sia difficile da svelare. Non sia mai che il "popoluccio" si renda conto che il bail-in altro non è che un salvataggio delle banche con i soldi dei risparmiatori.
Nell'era della paura e dell'informazione anestetizzante contro-informarsi è l'atto più rivoluzionario che esiste. A riveder le stelle!"

Alessandro Di Battista
 

I popoli vengono controllati in due modi: con la paura e con le bugie rassicuranti. Per disincentivare le nostre umane...

Pubblicato da Alessandro Di Battista su Sabato 12 marzo 2016
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa