/ 120 Paesi nel mondo condannano le sanzioni unilaterali contro Rus...

120 Paesi nel mondo condannano le sanzioni unilaterali contro Russia, Iran e Venezuela

120 Paesi nel mondo condannano le sanzioni unilaterali contro Russia, Iran e Venezuela
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
 

Il ministro degli Esteri della Repubblica Bolivariana del Venezuela, Jorge Arreaza Monserrat ha annunciato l'approvazione unanime della "Dichiarazione Politica di New York" contro le misure coercitive unilaterali, realizzata dai 120 paesi membri del Movimento dei Paesi Non Allineati (NAM), questo mercoledì a New York.




 

Il Ministro degli Esteri ha inoltre informato che questa è una dichiarazione completa, approvata dai 2/3 del totale degli Stati membri dell'Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) e rappresenta una risposta ferma, innanzitutto nei confronti degli Stati Uniti, ma anche di quelle nazioni che cercano di imporre misure coercitive unilaterali o sanzioni.

 

"La risposta unanime della MNOAL è stata schiacciante, e non è la risposta di un paese o di un piccolo blocco, ma bensì di 120 Stati membri che hanno dato una risposta agli Stati Uniti e a tutti quegli Stati che cercano di applicare sanzioni unilaterali o belligeranti contro i popoli del mondo", così ha commentato il ministro Arreaza al termine della riunione ministeriale della MNOAL, ai margini del segmento di alto livello della 72° Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

 

Ha spiegato che l'approvazione unanime è stata possibile grazie alla partecipazione dei ministri degli esteri e alcune alte cariche. La dichiarazione "si rivolge in particolare contro la promulgazione e l'attuazione di misure coercitive unilaterali che violano il diritto internazionale e i diritti umani delle persone soggette a tali misure".

 

Il Ministro ha inoltre evidenziato alcuni dei contenuti della dichiarazione, come il punto numero 6 in cui si ribadisce l'opposizione all'unilateralismo e alle misure coercitive unilaterali imposte da alcuni Stati membri, tra cui sanzioni di carattere economico, finanziario o commerciale non conformi al diritto internazionale, alla Carta delle Nazioni Unite, alle regole e ai principi che regolano le relazioni pacifiche tra gli Stati.

 

Arreaza ha affermato che il documento difende anche il multilateralismo contro l'unilateralismo. Tutti gli Stati membri si astengono dal riconoscere, adottare o applicare misure o leggi coercitive unilaterali extraterritoriali o sanzioni economiche.

 

"C'è un paragrafo speciale dedicato alle sanzioni di carattere economico, come quelle imposte contro la Russia, l'Iran o il Venezuela, in cui si condanna l'applicazione unilaterale di misure economiche e commerciali da parte di uno Stato contro un altro che intaccano la libera circolazione del commercio internazionale" , ha aggiunto il Ministro del Potere Popolare per gli Affari Esteri venezuelano.

 

Allo stesso modo, la dichiarazione ribadisce che i beni di prima necessità, e il cibo in particolare, non devono essere usati come strumenti di pressione politica, visto che alcune sanzioni limitano il loro commercio.

 

Il Ministro, in seguito, ha sottolineato la sezione in cui il Movimento esprimere solidarietà, fornendo appoggio politico, morale, materiale, nel caso in cui un paese subisca danni, sia economici che politici o militari, sempre nel rispetto della sua sicurezza, della politicizzazione dei diritti umani o come conseguenza dell'istituzione di sanzioni o di embarghi unilaterali che non sono conformi alla legge.

FONTE

 

"Con questa dichiarazione ci impegniamo reciprocamente nell’assistere i paesi di fronte l'imposizione di sanzioni o la minaccia militare, che viene anche negata e respinta all'unanimità", ha sottolineato.

 

Il ministro Arreaza ha spiegato che grazie a una proposta del Venezuela, dalla presidenza della MNOAL, con la dichiarazione si costituisce un fronte mondiale per la Pace, la cui base saranno questi 120 stati membri, che hanno l'obiettivo di includere altri stati "che credono nella pace, nel diritto internazionale e non nella guerra”.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da ALBA LATINA
Notizia del:

Video shock sulla povertà in Venezuela.... Ah no scusate è la Colombia

La denuncia del giornalista venezuelano Oswaldo Rivero

  Gli stessi media internazionali che utilizzano fiumi d’inchiostro e servizi lunghissimi per provare...
Notizia del:

Il trionfo di Maduro alle ultime elezioni per La Stampa diventa: "In Venezuela non c'è più forza per protestare"

Il vortice di menzogne e mistificazioni è divenuto talmente intricato da rendere praticamente impossibile a un semplice lettore di scorgere la realtà dietro la propaganda anti-venezuelana imperante sui principali media

  di Fabrizio Verde Utilizzare fake news a sostegno di precedenti fake news propalate per giustificare...
Notizia del:

Premio Sacharov, l'Ue come giudice di "diritti umani" che credibilità ha?

di Marina Albiol Guzmán Portavoce di zquierda Unida nel Parlamento Europeo e responsabile Affari Esteri di IU e Jose Criado García Consulente de IU nel Parlamento europeo....
Notizia del:

"Cagna comunista". Hate speech di oppositori "democratici" venezuelani (premiati dall'UE per i "diritti umani") contro l'eurodeputata critica

Ennesima vergogna oggi al Parlamento europeo. Una più, una meno direte voi. Ma con Tajani che conferisce al venezuelano Borges il premio dei "diritti umani" Sacharov possiamo dire di aver...
Notizia del:     Fonte: Aporrea

La Cina sottolinea l'importanza della stabilità del Venezuela

  La Cina ha sottolineato oggi che le elezioni municipali in Venezuela che hanno dato la vittoria al governo si sono tenute "senza contrattempi” ed ha assicurato che la stabilità...
Notizia del:     Fonte: http://www.2001.com.ve/

Venezuela, Maduro denuncia: gli Stati Uniti hanno scelto il candidato dell'opposizione alle prossime presidenziali

La «destra nordamericana» gestisce a proprio piacimento l’opposizione venezuelana, in maniera «volgare».

  Dopo aver esercitato il suo diritto di voto, in una giornata che ha regalato un altro trionfo al chavismo...
Notizia del:

Venezuela: perché il chavismo è tornato alla vittoria?

di Marco Teruggi - teleSUR   Il chavismo ha conquistato la sua terza vittoria elettorale in meno di quattro mesi. Nuovamente, in maniera schiacciante. Le prime furono le elezioni per l'Assemblea...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa