/ 120 Paesi nel mondo condannano le sanzioni unilaterali contro Rus...

120 Paesi nel mondo condannano le sanzioni unilaterali contro Russia, Iran e Venezuela

120 Paesi nel mondo condannano le sanzioni unilaterali contro Russia, Iran e Venezuela
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
 

Il ministro degli Esteri della Repubblica Bolivariana del Venezuela, Jorge Arreaza Monserrat ha annunciato l'approvazione unanime della "Dichiarazione Politica di New York" contro le misure coercitive unilaterali, realizzata dai 120 paesi membri del Movimento dei Paesi Non Allineati (NAM), questo mercoledì a New York.




 

Il Ministro degli Esteri ha inoltre informato che questa è una dichiarazione completa, approvata dai 2/3 del totale degli Stati membri dell'Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) e rappresenta una risposta ferma, innanzitutto nei confronti degli Stati Uniti, ma anche di quelle nazioni che cercano di imporre misure coercitive unilaterali o sanzioni.

 

"La risposta unanime della MNOAL è stata schiacciante, e non è la risposta di un paese o di un piccolo blocco, ma bensì di 120 Stati membri che hanno dato una risposta agli Stati Uniti e a tutti quegli Stati che cercano di applicare sanzioni unilaterali o belligeranti contro i popoli del mondo", così ha commentato il ministro Arreaza al termine della riunione ministeriale della MNOAL, ai margini del segmento di alto livello della 72° Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

 

Ha spiegato che l'approvazione unanime è stata possibile grazie alla partecipazione dei ministri degli esteri e alcune alte cariche. La dichiarazione "si rivolge in particolare contro la promulgazione e l'attuazione di misure coercitive unilaterali che violano il diritto internazionale e i diritti umani delle persone soggette a tali misure".

 

Il Ministro ha inoltre evidenziato alcuni dei contenuti della dichiarazione, come il punto numero 6 in cui si ribadisce l'opposizione all'unilateralismo e alle misure coercitive unilaterali imposte da alcuni Stati membri, tra cui sanzioni di carattere economico, finanziario o commerciale non conformi al diritto internazionale, alla Carta delle Nazioni Unite, alle regole e ai principi che regolano le relazioni pacifiche tra gli Stati.

 

Arreaza ha affermato che il documento difende anche il multilateralismo contro l'unilateralismo. Tutti gli Stati membri si astengono dal riconoscere, adottare o applicare misure o leggi coercitive unilaterali extraterritoriali o sanzioni economiche.

 

"C'è un paragrafo speciale dedicato alle sanzioni di carattere economico, come quelle imposte contro la Russia, l'Iran o il Venezuela, in cui si condanna l'applicazione unilaterale di misure economiche e commerciali da parte di uno Stato contro un altro che intaccano la libera circolazione del commercio internazionale" , ha aggiunto il Ministro del Potere Popolare per gli Affari Esteri venezuelano.

 

Allo stesso modo, la dichiarazione ribadisce che i beni di prima necessità, e il cibo in particolare, non devono essere usati come strumenti di pressione politica, visto che alcune sanzioni limitano il loro commercio.

 

Il Ministro, in seguito, ha sottolineato la sezione in cui il Movimento esprimere solidarietà, fornendo appoggio politico, morale, materiale, nel caso in cui un paese subisca danni, sia economici che politici o militari, sempre nel rispetto della sua sicurezza, della politicizzazione dei diritti umani o come conseguenza dell'istituzione di sanzioni o di embarghi unilaterali che non sono conformi alla legge.

FONTE

 

"Con questa dichiarazione ci impegniamo reciprocamente nell’assistere i paesi di fronte l'imposizione di sanzioni o la minaccia militare, che viene anche negata e respinta all'unanimità", ha sottolineato.

 

Il ministro Arreaza ha spiegato che grazie a una proposta del Venezuela, dalla presidenza della MNOAL, con la dichiarazione si costituisce un fronte mondiale per la Pace, la cui base saranno questi 120 stati membri, che hanno l'obiettivo di includere altri stati "che credono nella pace, nel diritto internazionale e non nella guerra”.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da ALBA LATINA
Notizia del:

Venezuela, l’ennesima lezione di democrazia e sovranità al morente occidente

Il presidente Nicolas Maduro ha sottolineato che «il chavismo ha ripreso il cammino della vittoria in un momento molto difficile»

di Fabrizio Verde   Nel bel mezzo di un assedio internazionale dove le sanzioni economiche vanno ad...
Notizia del:

Salim Lamrani - Che Guevara, apostolo degli oppressi

di Salim Lamrani - aporrea Università de La Réunion (traduzione di Francesco Monterisi) Il cinquantesimo anniversario dell'assassinio del Che in Bolivia, il 9 ottobre 1967,...
Notizia del:

IL SEQUESTRO DI MILAGRO SALA: L'ATTIVISTA TORNA IN CARCERE IN ARGENTINA

La deputata indigena, prigioniera politica di Macri, ha pagato il suo impegno per il desparecido Santiago Maldonado. E' stata sequestrata in pigiama alle 7 di mattina dalle forze speciali argentine

di Geraldina Colotti  Milagro Sala è di nuovo in carcere. La deputata indigena, dirigente della...
Notizia del:

Il Venezuela destinerà il 72,5% del proprio bilancio alle politiche sociali

In occasione della firma del primo contratto nazionale collettivo del settore salute, Maduro, ha inoltre specificato che le risorse serviranno a garantire i più alti standard in ambiti quali salute, educazione, casa, alimentazione e tempo libero

di Fabrizio Verde   La Repubblica Bolivariana del Venezuela destinerà il 72,5% del proprio bilancio...
Notizia del:

Patricio Montesinos - Che e Fidel: eterni combattenti contro il blocco USA a Cuba

di Patricio Montesinos - Cubadebate  (Traduzione di Francesco Monterisi) Anche senza essere fisicamente tra noi, il Guerrigliero Eroico, Ernesto Che Guevara, ed il leader storico della...
Notizia del:

Ángel Guerra Cabrera: "Senza il Che, un indio non sarebbe mai giunto alla presidenza della Bolivia"

di Ángel Guerra Cabrera - Telesur  L'accampamento di migliaia di persone, principalmente giovani, di tutto il mondo, in Vallegrande, Bolivia, molto vicino al luogo dove Che Guevara...
Notizia del:     Fonte: http://italia.embajada.gob.ve/

Ministro Esteri venezuelano esige che il Regno Unito non utilizzi il Venezuela per polemiche interne

  Il ministro degli Esteri della Repubblica Bolivariana del Venezuela, Jorge Arreaza, ha tenuto un incontro a Londra con il ministro di Stato dell'Ufficio degli Affari Esteri del Regno Unito,...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa