/ A Kiev profanato il monumento dedicato al generale che liberò la ...

A Kiev profanato il monumento dedicato al generale che liberò la città dai nazisti

A Kiev profanato il monumento dedicato al generale che liberò la città dai nazisti
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Di Eugenio Cipolla

A Kiev, membri del partito radicale di destra “Nazionalnji Korpus” hanno profanato il monumeto al comandante militare sovietico Nikolai Vatutin. A darne notizia è stato lo stesso movimento politico, che sul proprio sito ha pubblicato le fotografie dell’azione avvenuta due giorni fa.



I dimostranti hanno attaccato al monumento di Vatutin un cartello con su scritto “KAT” (in italiano significa boia). I vertici del movimento sostengono che la loro azione ha voluto ricordare alla pubblica opinione la personalità negativa di Vatutin.


L’ex generale dell’esercito sovietico è conosciuto come uno dei più grandi strateghi della seconda guerra mondiale. Sotto il suo comando, l’esercito sulla linea del fronte di Voroneh sconfisse le truppe di Adolf Hilter. Fu peraltro l’artefice della liberazione della città di Kiev dai nazisti invasori, guidando le forze del Primo Fronte ucraino. 





Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: teleSUR

Una tigre a Cancun: spettacolare intervento di Delcy Rodriguez all'OSA (Video)

La ministra degli Esteri della Repubblica Bolivariana del Venezuela zittisce i paesi satelliti dell'Impero statunitense

di Fabrizio Verde   «Credo che la ministra degli Esteri, che deve lasciare l’incarico in...
Notizia del:

Evo Morales: "Il Cile è l'Israele dell'America Latina"

Il presidente della Bolivia, Evo Morales, ha definito il Cile "l'Israele dell'America Latina" per la sentenza "a morte civile" contro nove suoi connazionali.   Chile...
Notizia del:

La "dignità dei popoli dei Caraibi" e la grande sconfitta politica delle destre imperiali

di Geraldina Colotti* - Il Manifesto   Le destre lo davano per certo: questa volta Maduro avrebbe perso all’Osa e avrebbe dovuto subire l’imposizione della Carta democratica interamericana. Per...
Notizia del:

Siria. Parla il cugino del pilota abbattuto: “Gli Usa proteggono l’Isis. Tre ufficiali israeliani morti nel convoglio colpito”

Mohyddin Fahd, è il cugino del pilota, Ali Fahd, che guidava l'aereo siriano abbattuto dalla coalizione Usa nella campagna di Raqqa la settima scorsa. In un'intervista a Ruptly....
Notizia del:

Venezuela: il popolo vuole la pace e la Costituente

Le destre applicano le teorie del "caos costruttivo" escogitate dal pensatore statunitense Brzezinski, recentemente defunto, "e che abbiamo già visto applicate in Libia, Siria"

di Fabio Marcelli* Guarimba è una parola apparentemente innocente che corrisponde a un gioco infantile,...
Notizia del:

Bolivia, Conferencia Mundial de los Pueblos per la "costruzione di una vera pace". Assente l'Europa e Trump

Da una parte (quella di Trump e della Troika), sfruttamento, guerra e devastazioni, dall'altra (quella di Cuba e del socialismo latinoamericano) una prospettiva di cambiamento strutturale a favore...
Notizia del:

Tsipras e l'alleanza "strategica" con Israele

di Marx21.it Il 15 giugno si è svolto a Salonicco, in Grecia, il III Consiglio di Cooperazione ad alto livello tra Grecia e Israele e il vertice trilaterale tra Grecia, Cipro e Israele,...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa