/ Alberto Negri: "Salvate il Soldato Saud"

Alberto Negri: "Salvate il Soldato Saud"

Alberto Negri: Salvate il Soldato Saud
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it



di Alberto Negri*


Funziona così: gli Usa hanno come maggiore alleato in Medio Oriente, dopo Israele, l’Arabia Saudita, un Paese impresentabile, una monarchia assoluta che esprime una versione così retrograda dell’Islam, il wahabismo, che non è accettata dalla gran parte dei Paesi musulmani. Non solo: il wahabismo è una dottrina che ispira salafiti e jihadisti.



Ma l’ordine da Washington è chiaro: salvate il soldato Saud (che non riesce neppure a vincere la guerra in Yemen). I Saud sono clienti degli americani: da decenni comprano i loro i buoni del Tesoro, le armi americane e siedono negli stessi board di banche e multinazionali. E ogni tanto danno una mancia anche a noi europei.

Così si trova il principe azzurro, Mohammed bin Salman, figlio del Re, e si cominciano le riforme: la patente alle donne, le partite di calcio con le signore in tribuna. L’obiettivo è far sembrare l’Arabia Saudita migliore o perlomeno non peggiore dell’Iran, il rivale sciita dirimpettaio del Golfo.






E così Israele, che non avrebbe niente da spartire con i Saud, strizza l’occhio a Riad. Fanno persino credere, insieme, di avere un piano di pace per i palestinesi e Trump dichiara Gerusalemme capitale dello stato ebraico. Certo Mohammed è giovane, impulsivo: mette agli arresti qualche cugino miliardario e sequestra il premier libanese Hariri, poi lo libera tenendo come ostaggio i figli. Ma sono usanze locali. Funziona così, da qualche decennio: dal 1945 quando Roosevelt fece un accordo con il sovrano Ibn Saud. In fondo sono tutti bravi ragazzi e Trump, anche se dovesse andarsene, ha fatto il suo. Anche lui è un bravo ragazzo.

*Post Facebook del 12 gennaio 2018. Pubblicato su gentile concessione dell'Autore

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:

Guerra alle Fake news, ovvero libertà di censura

Riceviamo da un nostro lettore e pubblichiamo molto volentieri di Lorenzo Ferrazzano É di questi giorni la notizia, riportata da tutti i giornali, che Mark Zuckerberg, AD di Facebook,...
Notizia del:

Frasi shock di Tillerson riprese dal WP. "I morti in Corea del nord dimostrano che le sanzioni stanno funzionando"

"Gli indici di fame e di morte in Corea del Nord sono un segno che la strategia di diplomazia degli Stati Uniti sta funzionando". Lo ha detto il segretario di Stato, Rex Tillerson, in una conversazione...
Notizia del:

Usa, ordigno finto in aeroporto per un reality show. Arrestati i membri della troupe

Secondo quello che riporta oggi l'emittente nordamericana ABC, una troupe televisiva è stata arrestata nella giornata di ieri nel tentativo di far passare materiale sospetto con "tutto...
Notizia del:

Elezioni presidenziali in Russia. Pavel Grudinin e il “socialismo scandinavo” del candidato del PCFR

di Fabrizio Poggi*   Due settimane dopo le elezioni parlamentari italiane, si svolgeranno in Russia quelle presidenziali. Diversi osservatori sostengono che la data del 18 marzo non sia stata...
Notizia del:

Colombia, il paese dove gli omicidi politici non fanno mai notizia

di Geraldina Colotti* Giovedi, è stato ammazzato a Cordoba (in Colombia) il dirigente contadino Plinio Pulgarin, esponente del movimento Marcha Patriotica. Nei giorni precedenti erano...
Notizia del:

“Ingiustizie di secoli, questa Messa è per chi ha sofferto". Il Papa con i Mapuche

di Patrizia Larese - 18 gennaio 2018   Nel secondo giorno del suo viaggio in Cile il Papa è giunto a Temuco, capitale dell’Araucania, a circa 600 chilometri da Santiago. Ha...
Notizia del:

In nome del dio profitto, quanti morti ancora nel mondo del lavoro?

“E mentre non si fa altro che chiedere riduzione del costo del lavoro, troppe volte quei risparmi già vengono fatti, ma scommettendo sulla vita dei lavoratori.

di Stefano Barbieri per Marx21.it Altri morti sul lavoro, stavolta nella produttivissima Milano,...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa