/ Il crollo del consenso politico tedesco potrebbe propagarsi sull'...

Il crollo del consenso politico tedesco potrebbe propagarsi sull'Europa

Il crollo del consenso politico tedesco potrebbe propagarsi sull'Europa
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
 

di Cui Hongjian* - Global Times

Il fallimento di una coalizione tripartita tra la Democrazia Cristiana del Cancelliere tedesco Angela Merkel (CDU), il Partito Democratico Libero (FDP) e i Verdi, e il rifiuto del Partito Social Democratico (SPD) non disposto a  sostenere la formazione di un governo, hanno ha generato una tempesta politica in Germania. 

 

Il capo della SPD, Martin Schulz, ha detto venerdì che il suo partito ha accettato di avviare colloqui esplorativi con i conservatori di Merkel. Questo ha gettato luce sulle speranze di un nuovo governo di coalizione all'inizio del prossimo anno.

 

L'incertezza politica significa che la Germania sta affrontando il cambiamento dopo la stabilità politica a lungo termine. È probabile che l'incertezza si diffonda, non solo danneggiando le agende politiche in Europa, ma interessando anche i suoi partner, compresa la Cina.

 

Per molti anni, la stabilità politica in Germania si è basata su un consenso politico postbellico e sulla fiducia sociale. Sulla base di ciò, negli ultimi 12 anni, Merkel e la CDU hanno sviluppato la politica e si sono uniti all'FDP o alla SPD per formare un governo. Non solo garantiva lo sviluppo economico, ma assicurava anche alla Germania una reputazione rinomata in tutto il mondo.

 

Ma nascosto dietro la stabilità è il fatto che il consenso politico e la fiducia condivisa dalle parti gradualmente si sono interrotte. La decisione della Merkel di aiutare la crisi del debito dell'Eurozona ha fatto infuriare il FDP, e la sua politica sui rifugiati ha provocato conflitti tra partiti politici e divisioni sociali.

 

L'FDP si è ritirato dalla coalizione a causa di una mancanza di fiducia - ritiene che il CDU lo abbia usato per formare un governo di coalizione e vuole prendere le distanze dalle politiche simili adottate da altri partiti.

 

Allo stesso modo, anche se la stabilità politica nazionale è più importante degli interessi propri delle parti, l'SPD non ha ancora accettato una grande coalizione. Ciò che Schulz vuole davvero questa volta è che l'SPD trovi la propria strada per conquistare nuovamente la popolarità come partito di opposizione senza vivere sotto l&# 39;ombra del consenso politico rappresentato dalla Merkel.

 

L'attuale incertezza politica in Germania ha spinto l'Europa nella confusione. Alcune persone paragonano il fallimento di un governo di coalizione alla Brexit e la vittoria elettorale del presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Per quanto esagerato, confonderebbe paesi che vogliono trarre esperienza dalla Germania, come l'Italia, che si terranno le elezioni la prossima primavera. Se i colloqui della coalizione tedesca non riescono a raggiungere un risultato positivo il prima possibile, ci sarà un effetto di ricaduta sulle elezioni italiane.

 

La zona euro e le politiche dell'UE sono in attesa di reazioni e decisioni tedesche e alcuni processi sono stati interrotti. Sebbene il governo tedesco possa adempiere al proprio dovere ora, non ha legalità e non può sopportare le conseguenze legali e politiche successive al processo decisionale. Quindi non può fare politiche o grandi decisioni.

 

Il presidente francese Emmanuel Macron sta sostenendo le riforme della zona euro, e sarà ansioso perché i suoi piani hanno bisogno del sostegno della Germania. Certamente, anche il primo ministro britannico Theresa May sarà nervoso, visto che la Germania ha la più grande voce nei negoziati economici sulla Brexit. I negoziati agevoli con l'UE saranno più difficili senza l'aiuto tedesco.

 

Ultimamente, il rapporto tra Cina e Germania ha anche incontrato grandi sfide con la Germania che si occupa di relazioni bilaterali in modo improprio. L'incertezza politica impedisce ai due di aumentare la fiducia e la cooperazione. Anche se alla fine ci sarà un governo tedesco, la sua vulnerabilità può essere prevista e la cooperazione bilaterale potrebbe non essere in prima linea nelle relazioni Cina-Europa.

 

Ma possiamo anche trovare alcuni motivi per essere ottimisti riguardo alle relazioni bilaterali in futuro. Questo cambiamento politico in Germania si estenderà ai settori economico e diplomatico, e il nuovo governo riconsidererà i suoi pensieri sul mondo e la Cina attraverso dibattiti sulle sue politiche questa volta.


*direttore del Dipartimento di Studi Europei, China Institute of International Studies

 

(Traduzione dall’inglese de l’AntiDiplomatico)

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: Der Spiegel - Foto AFP

Germania, Francia e Regno Unito promotrici di sanzioni all'Iran per accontentare Trump

Secondo il settimanale tedesco, 'Der Spiegel', la Germania insieme a Francia e Gran Bretagna stanno esercitando pressioni su altri paesi europei per imporre altre sanzioni all'Iran, accontentando di fatto il Presidente degli USA, Donald Trump.

Citando diplomatici europei, la rivista tedesca 'Der Spiegel' afferma in un articolo pubblicato ieri...
Notizia del:

L’uso fake dei diritti umani. La Cina si disciplina contro le interferenze Usa

  di Fabio Massimo Parenti - Marx21.it Xinjiang e Tibet Il 13 dicembre Human Right Watch, organizzazione con base a New York e sedi in mezzo mondo, ha rilasciato un rapporto sulla...
Notizia del:

Altro colpo mortale all'egemonia del dollaro? Cina e Pakistan da oggi lo sostituiscono con lo yuan

La Banca centrale del Pakistan ha concordato martedì di sostituire il dollaro USA con lo yuan per gli scambi bilaterali con la Cina. Si tratta di una decisione che potrebbe acellerare la fine dell'egemonia...
Notizia del:     Fonte: teleSUR

La Francia si muove verso Cina e Russia?

Il ministro dell'Economia e delle Finanze francese, Bruno Le Maire, l’intenzione di intensificare le relazioni commerciali con Russia e Cina

  Il ministro dell'Economia e delle Finanze francese, Bruno Le Maire, ha mostrato la sua volontà...
Notizia del:

Pechino verso un nuovo 'soft power'?

  di Diego Angelo Bertozzi per Marx21.it La Cina “globale” ha prestato sempre più attenzione alla sua immagine, alla diffusione e alla promozione della propria cultura,...
Notizia del:     Fonte: SANA - Telesur

L'agenzia siriana SANA smentisce Sputnik sull'arrivo di truppe cinesi in Siria

Con un comunicato, l'agenzia statale siriana, SANA, ribadisce di non essere la fonte della notizia circa l'arrivo di truppe cinesi nel paese arabo.

All'inizio di questa settimana, era stata diffusa da diverse agenzie di stampa la notizia circa lo schieramento...
Notizia del:     Fonte: Xinhua

La Cina sostiene uno Stato palestinese indipendente con capitale Gerusalemme Est

La Cina ha ribadito che difende la creazione di uno Stato indipendente di Palestina secondo i confini del 1967 e con Al-Quds (Gerusalemme) Est come capitale.

"La Cina sostiene la fondazione di uno Stato indipendente di Palestina con una sovranità totale basata...
Notizia del:     Fonte: RIA.Ru . Bloomberg

La Cina spiega a Trump chi ha vinto la guerra contro il terrorismo in Siria

Il Presidente degli USA, Trump, rivendica la vittoria sull'ISIS in Siria. La Cina, invece, elogia il contributo decisivo della lotta al terrorismo della Russia

Lo scorso 12 dicembre, mentre firmava il bilancio della difesa vicino ai 700 miliardi di dollari per il 2018, il...
Notizia del:     Fonte: Aporrea

La Cina sottolinea l'importanza della stabilità del Venezuela

  La Cina ha sottolineato oggi che le elezioni municipali in Venezuela che hanno dato la vittoria al governo si sono tenute "senza contrattempi” ed ha assicurato che la stabilità...
Notizia del:

La natura imperialista ed eurocentrica della "Dichiarazione Universale dei Diritti Umani"

di Manmeet Sahni - teleSUR   Descritto come "uno degli accordi internazionali più profondi e di vasta portata al mondo", le Nazioni Unite sono entrate nel settantesimo...
Le più recenti da Europlot
Notizia del:

L’Arazzo di Bayeux e le manie di grandezza di Macron

  Qualche giorno fa ha avuto luogo il 35° summit bilaterale tra Regno Unito e Francia. Il sempre più baldanzoso presidente francese si è presentato a Theresa May con la promessa...
Notizia del:

Macron si fa la sua Davos. L'Italia al palo

Emmanuel Macron riceve oggi a Versailles più di un centinaio di manager di grandi multinazionali per investire in Francia. Per l’Italia è prevista la presenza di Fincantieri, Lavazza,...
Notizia del:

Ghedi, la protesta (occultata dai media mainstream) contro le bombe atomiche Usa e contro la NATO

da Radio Onda d’Urto Ieri pomeriggio a Ghedi, nella Bassa bresciana, giornata di manifestazione nazionale contro tutte le guerre, contro il rischio di un olocausto nucleare (nella...
Notizia del:

Modello tedesco? Senza governo e appeso al Congresso del SPD di domenica il futuro della Germania

  Sembra ieri che i principali giornali italiani accoglievano con gioia l’avvento del quarto governo consecutivo di Angela Merkel e l’imminente tempesta di rigore europeista che si sarebbe...
Notizia del:

"Le loro ideologie sono opposte". L'incredibile autogol della stampa italiana nell'intervista a Navalny

L'Ansa lo ammette, la Stampa lo conferma: Alexei Navalny, il pluricondannato blogger russo d'opposizione, è un estremista di destra. Noi lo avevamo annunciato già in diversi articoli,...
Notizia del:

Ricerca nel Regno Unito. Per i giovani inglesi "il capitalismo è una minaccia peggiore del comunismo"

Letizia Tortello in un articolo su la Stampa riporta oggi i risultati di una ricerca nel Regno unito che mostra come i giovani inglesi percepiscano "il capitalismo come una minaccia peggiore del comunismo." Secondo...
Notizia del:

Il tuffo di Vladimir Putin nelle acque ghiacciate per il rito dell'Epifania diviene virale

Da Rai News Il presidente Vladimir Putin fa un tuffo nell'acqua ghiacciata del lago Seliger durante le celebrazioni della festa ortodossa dell'Epifania al monastero di Nilov. Se sull'isola...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa