/ Bolivia: Evo Morales ricorda la sanguinaria dittatura di Hugo Ban...

Bolivia: Evo Morales ricorda la sanguinaria dittatura di Hugo Banzer

Bolivia: Evo Morales ricorda la sanguinaria dittatura di Hugo Banzer
 

«Il dittatore Banzer, con la complicità di MNR ed FSB, aprì la strada all’era dei governi di fatto diretti dalla Central Intelligence Agency (CIA) e organizzati nel Plan Condor», ha affermato il presidente boliviano

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
 

Il presidente della Bolivia, Evo Morales, ha ricordato la sanguinaria dittatura di Hugo Banzer Suárez, sottolineando al contempo che il suo erede politico Jorge Quiroga, presidente nel 2001 e 2002, figura tra le personalità critiche verso il governo socialista perché autoritario. 

 

«Il dittatore Banzer - denuncia Morales - causò 468 morti, 3.509 detenuti e 1.922 confinati ed esiliati. Oggi, il suo erede politico ci definisce autoritari», afferma il presidente boliviano attraverso Twitter. 

 

Le parole di Morales costituiscono un forte atto d’accusa verso quei media che quotidianamente si affannano nello squalificare una solida democrazia come quella venezuelana, dove sono state celebrate 23 elezioni negli ultimi 18 anni, definendo il governo socialista guidato da Maduro come ‘regime’ o addirittura ’totalitarismo’. Un non-concetto, per usare una felice definizione di Vladimiro Giacchè, applicabile esclusivamente ai regimi fascisti e al nazismo tedesco.  

 

Morales ha inoltre ricordato che dopo la dittatura di Banzer il partito Acción Democrática Nacional (ADN) mantenne il potere con il sostegno del Movimiento Nacionalista Revolucionario (MNR) e la Falange Socialista Bolivariana (FSB). 

 

«Il dittatore Banzer, con la complicità di MNR ed FSB, aprì la strada all’era dei governi di fatto diretti dalla Central Intelligence Agency (CIA) e organizzati nel Plan Condor», ha affermato il presidente boliviano.  

 

Il 21 agosto del 1971, il colonnello Hugo Banzer Suárez ebbe la meglio sul generale Juan José Torres e conquistò la presidenza, sotto l’auspicio del governo statunitense. 

 

Gli storici sostengono che Banzer abbia governato con metodi sanguinari, dando vita a una dittatura dove sono stati compiuti gli atti più perversi della storia boliviana. 

 

Morales ha però ricordato che «il popolo ha sconfitto con la lotta, l’unità e la dignità, la dittatura militare e il governo neoliberale. Abbiamo una nuova Bolivia degna, sovrana e produttiva».  

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Fonte: teleSUR
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:

La Russia mostra come le truppe statunitensi in Siria "si sentano al sicuro nelle aree controllate dai terroristi"

Le unità delle forze speciali statunitensi "offrono un transito senza impedimenti", attraverso i territori occupati dai terroristi, alle Forze Democratiche Siriane (SDS), sostenute da Washington, secondo il ministero russo della Difesa.

Il Ministero della Difesa russo, oggi, ha pubblicato una serie di foto aeree dei territori dove è presente...
Notizia del:

Inedito di Gianni Minà: intervista a Jack La Motta

La leggenda di Toro Scatenato

di Gianni Minà   “Mi conoscono come il “Toro del Bronx”. La mia vita controversa...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Nasrallah: 'Hezbollah non cerca la guerra, però se obbligato lotterà contro Trump'

Il leader della Resistenza libanese afferma che Hezbollah non cerca guerre con nessuno, ma se è forzato affronterà i nemici, chiunque siano.

In un discorso televisivo per l'inizio del mese di Muharram (il primo mese del calendario lunare) ed i rituali...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar News

Deir Ezzor, l'ISIS combatte solo contro l'esercito siriano, mentre le milizie curde, senza disturbo, conquistano i pozzi di petrolio e gas

Le cosiddette 'forze democratiche siriane', appoggiate dagli USA, avanzano senza nessun disturbo da parte dell'ISIS e conquistano i giacimenti petroliferi ad est di Deir Ezzor, mentre l'esercito siriano ha dovuto affrontare un dura controffensiva dei terroristi.

Le 'forze democratiche siriane', egemonizzate dai curdi e sostenute dagli Stati Uniti hanno praticamente...
Notizia del:

Lavrov all'ONU: «Inaccettabili le minacce al Venezuela»

«È inaccettabile incitare rivolte e minacciare l’utilizzo della forza per ‘democratizzare’ il Venezuela o minare le legittime autorità di qualsiasi paese», ha dichiarato Sergey Lavrov all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite

  In risposta all’ultimo delirio del presidente statunitense Trump all’ONU, da noi anche definito...
Notizia del:     Fonte: http://www.middleeasteye.net

'Hezbollah ha schierato in Siria 10.000 combattenti nei pressi del confine israeliano'

Un alto ufficiale del gruppo di resistenza libanese ha affermato che Hezbollah ha schierato circa 10.000 soldati nelle vicinanze del Golan siriano.

Un funzionario del Movimento di Resistenza Islamico in Libano (Hezbollah), citato dal portale di informazione...
Notizia del:     Fonte: TASS

La Russia avverte gli USA: qualsiasi azione contro le truppe siriane e russe a Deir Ezzor avrà una risposta

La Russia informa gli Stati Uniti che risponderà ad ogni attacco delle milizie, da loro appoggiate, contro le truppe siriane e russe a Deir Ezzor.

"Ogni tentativo di bombardare dalle aree in cui si trovano le milizie delle forze democratiche siriane (SDF)...
Notizia del:

ONU, Evo Morales replica a Trump: «La nostra regione non è il cortile di casa di nessuno»

Il Presidente dello Stato Plurinazionale di Bolivia, ha ribadito il proprio sostegno al Venezuela in seno all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite

  «La nostra regione non è il cortile di casa di nessuno», così Evo Morales, presidente...
Notizia del:     Fonte: TASS

La Russia ribadisce: Gli USA in Siria sono degli intrusi

La Russia ha definito la presenza del personale militare statunitense nel territorio siriano come ospiti non invitati.

"Confermiamo il nostro parere, anche se riconosciamo la reale presenza della coalizione statunitense in Siria,...
Notizia del:     Fonte: South Front

Siria, 35 gruppi ribelli pronti ad unirsi all'esercito siriano ad Idlib

Circa 35 fazioni ribelli hanno espresso la loro volontà di unirsi all'esercito siriano nella provincia di Idlib nella Siria nordoccidentale.

"I colloqui con i leader di 35 dei gruppi armati hanno confermato la loro disponibilità ad unirsi alle...
Le più recenti da ALBA LATINA
Notizia del:

Cuba all'ONU: "L'aggressione e la violenza golpista contro il Venezuela danneggiano tutta l'America Latina"

Il ministro degli Esteri cubano Eduardo Rodríguez Parrilla: Trump "manipola i concetti di sovranità e sicurezza per il suo esclusivo beneficio"

Nella quarta giornata di dibattiti per l'inaugurazione della 72a sessione dell'Assemblea generale delle...
Notizia del:

"La CIA propose a Trump un'operazione Baia dei Porci contro il Venezuela"

  "Nel mese di febbraio, quando Trump è arrivato all'ufficio presidenziale, ha dovuto affrontare tre crisi: una crisi missilistica cubana in Corea del Nord, una guerra del Vietnam...
Notizia del:

120 Paesi nel mondo condannano le sanzioni unilaterali contro Russia, Iran e Venezuela

  Il ministro degli Esteri della Repubblica Bolivariana del Venezuela, Jorge Arreaza Monserrat ha annunciato l'approvazione unanime della "Dichiarazione Politica di New York" contro...
Notizia del:     Fonte: AVN

'Todos Somos Venezuela': presentato un piano per neutralizzare la guerra mediatica

  Le delegazioni che prendono parte all’iniziativa ‘Todos Somos Venezuela’ si sono trovate concordi nella necessità di creare un piano di azione per difendere il Venezuela...
Notizia del:

'Todos Somos Venezuela': dialogo mondiale per la pace, la sovranità e la democrazia bolivariana

da teleSUR   Circa 197 delegati internazionali provenienti dai cinque continenti del mondo si riuniscono da oggi presso il Teatro Teresa Carreño di Caracas, capitale del Venezuela, con...
Notizia del:

VIDEO. Cristina Kirchner: "Se qualcuno vuole insultare un Presidente, sì può farlo. E' la democrazia"

Duro attacco dell'ex Presidenta argentina al nuovo corso di Macri. "Quello che stiamo vivendo ora con persone prelevate e arrestate per aver dipinto una parete non mi piace. Lo ho visto io partecipando...
Notizia del:     Fonte: http://italia.embajada.gob.ve/

Venezuela, Jorge Rodríguez: speriamo che questo processo di dialogo porti al consolidamento della pace

Ieri è arrivata nella Repubblica Dominicana la delegazione che rappresenterà il governo bolivariano nel dialogo conciliante per il Venezuela, guidata dal sindaco del comune di Libertador,...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa