/ Colombia, la polizia spara contro la missione Onu. Chi è il ditta...

Colombia, la polizia spara contro la missione Onu. Chi è il dittatore tra Maduro e Santos?

Colombia, la polizia spara contro la missione Onu. Chi è il dittatore tra Maduro e Santos?
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

L’Onu denuncia l’attacco della polizia colombiana contro la sua missione umanitaria che aveva l’autorizzazione per muoversi nella regione di Tumaco.
Basterebbe questo per fermare tutte le redazioni del mondo. Un piccolo problema. La Colombia è un paese vassallo degli Stati Uniti e per questo ha la censura preventiva dei crimini.


In Italia solo l’AntiDiplomatico vi ha dato notizia della carneficina in atto contro i contadini colombiani ad opera delle forze di polizia del paese. Ma c’è di più: nella giornata di domenica la polizia colombiana ha attaccato una delle missioni Onu che cercava di arrivare nella città di Tandel, nel Dipartimento di Nariño (sudest),  per investigare la morte di varie persone.


Leggi: Colombia, il massacro di contadini che mette a rischio il processo di pace


Durissima la reazione dell’Onu con una sua nota ufficiale. “La missione di inchiesta dell’Onu, l’Ufficio dell’Onu per i diritti umani e la Missione di Appoggio al Processo di Pace in Colombia dell’Organizzazione degli Stati Americani (MAPP-OEA) manifestano energicamente contro l’aggressione di coloro che furono appartenenti alle diverse organizzazioni presente”,  si legge nella nota.  

 

Giovedì scorso, nel silenzio di tutti i media nostrani, i contadini hanno formato una vera e propria catena umana per impedire che venissero prese le loro terre dai militari. Il risultato? Tanti morti. Santos, il presidente colombiano, ne ha ammessi cinque, ma secondo i contadini sarebbero almeno il doppio. Oltre a decine e decine di feriti. Tutti tra i contadini.  

La missione Onu si stava recando proprio per indagare i fatti ma la missione è stata attaccata dalla polizia colombiana.
  
Quindi per ricapitolare per i più distratti che si ostinano ancora a leggere Repubblica e Fatto Quotidiano, pensando di essere informati su quello che accade nel mondo. In Venezuela, dopo settimane infinite di fake news delle corporazioni mediatiche, aveva ragione Maduro e dopo il terrorismo e violenze dei golpisti della destra al servizio di Usa e Ue  - con 100 morti sulla coscienza nel terzo tentativo di colpo di stato dopo il 2003 e il 2013 - l’Assemblea Costituente nazionale, come promesso dal Presidente, ha prodotto pace, dialogo e elezioni. Il 15 ottobre in Venezuela si celebreranno le elezioni regionali. 

In Colombia, paese vassallo degli Stati Uniti e della Nato, si fa mattanza di contadini e si spara contro la missione Onu nella censura totale della stampa “libera”. 

Chi è il dittatore tra Maduro e Santos?
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da L'Analisi
Notizia del:

S. Zizek: "L'antifascismo di oggi è il nuovo oppio dei popoli. Serve a proteggere il capitalismo globalizzato"

"Il panico dell’antifascismo di oggi non porta speranza. La speranza la uccide. La speranza che saremo in grado di poterci libare veramente della minaccia del populismo razzista."

di Slavoj Zizek - Independent  La formula di Marx di religione come l'oppio dei popoli ha bisogno...
Notizia del:

Manlio Dinucci - Italia-Israele: la «diplomazia dei caccia»

  Manlio Dinucci - il manifesto, 12 dicembre 2017 I governanti europei – dalla rappresentante esteri della Ue Mogherini al premier italiano Gentiloni, dal presidente francese...
Notizia del:

La natura imperialista ed eurocentrica della "Dichiarazione Universale dei Diritti Umani"

di Manmeet Sahni - teleSUR   Descritto come "uno degli accordi internazionali più profondi e di vasta portata al mondo", le Nazioni Unite sono entrate nel settantesimo...
Notizia del:

La surreale e tragicomica "lotta alla corruzione" nell’Ucraina golpista

di Fabrizio Poggi* Che sia proprio l’ex presidente georgiano ed ex governatore di Odessa, quel Mikhail Saakašvili ricercato a Tbilisi per appropriazione di 5 milioni di $...
Notizia del:

Gli schiavi della CNN in Libia, la tranquilla frode in Honduras: duello mondiale d'ipocrisie

di José Manzaneda, coordinatore di Cubainformacion (traduzione di Francesco Monterisi) "Frode" (1), "pucherazo" (manipolazione elettorale) (2) ripeteva la grande stampa...
Notizia del:

Jo Biden, la propaganda russa e "le concessionarie della verità"

di Fabrizio Poggi* (articolo esce in contemporanea su AntiDIplomatico e Contropiano) Le “notizie”, come si sa, le si possono conoscere solo a Washington, concessionaria delle verità,...
Notizia del:

Manlio Dinucci - Gentiloni «l’Africano» alla conquista di neocolonie 

  di Manlio Dinucci* - Il manifesto, 3 dicembre 2017     «Che il futuro dell’Europa si giochi anche in Africa credo sia molto chiaro soprattutto a noi italiani,...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa