/ GENTILONI E TRUMP, COME FANTOZZI DAL CAPUFFICIO

GENTILONI E TRUMP, COME FANTOZZI DAL CAPUFFICIO

GENTILONI E TRUMP, COME FANTOZZI DAL CAPUFFICIO
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

di Giorgio Cremaschi

Se gli esseri umani segnassero il loro percorso come le lumache, un filo di bava accompagnerebbe il percorso dei governanti italiani in visita dai padroni americani, e le stesse tracce troveremmo sulle orme di Gentiloni di fronte a Trump. A proposito del nuovo che questo governo ogni tanto fa finta di inscenare, qui siamo di fronte alla tradizione più vecchia del servilismo delle classi dirigenti italiche. 

Gentiloni è espressione di un governo che teoricamente dovrebbe essere critico verso l'attuale presidente USA, nel nome dei valori (ahah) della UE. Ma la spinta irresistibile delle ginocchia verso il basso che prende i governanti italiani quando varcano la soglia della Casa Bianca, ha colpito anche l'attuale presidente del consiglio come tutti i suoi predecessori. 

Gentiloni ha solo balbettato un elogio delle bombe USA in Siria, mentre Trump lo sommergeva di pacche sulla groppa, come si fa col cagnolino di cui si esalta la fedeltà. Cosa ha poi chiesto, proposto, indicato Gentiloni a Trump? Nulla di nulla, a tal punto che l'organo ufficiale del governo, La Repubblica, sì è dovuto inventare una serie di distanze tra Italia ed USA, di cui negli incontri a Washington non v'è alcuna traccia. Evidentemente anche per il giornale di Renzi l'ossequio del capo del governo italiano al presidente USA è eccessivo, ed allora cerca di presentare un'altra realtà. 



Comunque gli europeisti stiano tranquilli, quando dovesse incontrare la Merkel Gentiloni sarebbe altrettanto servile. E ce ne sarà occasione tra breve a Taormina, dove al vertice del G7 il presidente del consiglio potrà sdilinquirsi nel mostrarsi fedele servitore dei due padroni. 

Guardando Gentiloni davanti a Trump viene in mente il "come è buono lei" di Fantozzi di fronte al capufficio. Solo che quella scena fa ridere, mentre Gentiloni fa piangere di rabbia sul degrado servile delle classi dirigenti di uno stato formalmente democratico e sovrano.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da Dalla parte del lavoro
Notizia del:

Qui sta l'imbroglio del referendum in Lombardia e il Veneto

Giorgio Cremaschi: "Che tutte le principali forze politiche delle due regioni siano d'accordo, è solo un ulteriore segno del degrado della nostra democrazia."

di Giorgio Cremaschi  Le stesse forze politiche che contrapposte si candidano al governo del paese...
Notizia del:

GRAZIE AGLI STUDENTI, IN LOTTA PER TUTTI CONTRO IL LAVORO GRATIS

di Giorgio Cremaschi Non dobbiamo solo sostenere, dobbiamo ringraziare le decine di migliaia di studenti scesi in piazza oggi contro l'alternanza scuola lavoro. Finalmente in tante città...
Notizia del:

Ultimatum, parola che riemerge dal fango per colpa dell'UE

di Giorgio Cremaschi  Tutti i mass media adoperano senza alcuna cautela, anzi quasi con compiacimento, la parola "ultimatum" con cui Rajoy ha dato cinque giorni di tempo al governo...
Notizia del:

ILVA : O NAZIONALIZZAZIONE O SCHIAVITÙ

di Giorgio Cremaschi Fieramente il ministro Calenda ha rinviato l'incontro per L'Ilva, accusando il compratore Mittal di non mantenere i patti. Ma che penosa sceneggiata e quali patti e...
Notizia del:

"Serve a far accettare la schiavitù ai giovani". E' Crozza a dire la verità sulla vergogna "alternanza scuola-lavoro"

  di Giorgio Cremaschi Come spesso accade nel mondo dei mass media governato dal minculpop del liberismo, tocca ad un uomo di spettacolo dire ciò su cui tacciono esimi professori,...
Notizia del:

Sky licenzia. Vergogna!

di Giorgio Cremaschi  I licenziamenti sono tutti uguali, tutti devastano o distruggono le condizioni di vita di chi lavora, ma alcuni sono particolarmente disgustosi per la loro sfacciataggine.  ** Sky...
Notizia del:

Discorso violento, ottuso e autoritario: Re Felipe nella spazzatura della storia

  Il discorso violento, ottuso, autoritario con cui Re Felipe ha risposto al popolo di Catalogna mostra tutto il marcio di cui è composta la cosiddetta legalità costituzionale di...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa