/ GENTILONI E TRUMP, COME FANTOZZI DAL CAPUFFICIO

GENTILONI E TRUMP, COME FANTOZZI DAL CAPUFFICIO

GENTILONI E TRUMP, COME FANTOZZI DAL CAPUFFICIO
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

di Giorgio Cremaschi

Se gli esseri umani segnassero il loro percorso come le lumache, un filo di bava accompagnerebbe il percorso dei governanti italiani in visita dai padroni americani, e le stesse tracce troveremmo sulle orme di Gentiloni di fronte a Trump. A proposito del nuovo che questo governo ogni tanto fa finta di inscenare, qui siamo di fronte alla tradizione più vecchia del servilismo delle classi dirigenti italiche. 

Gentiloni è espressione di un governo che teoricamente dovrebbe essere critico verso l'attuale presidente USA, nel nome dei valori (ahah) della UE. Ma la spinta irresistibile delle ginocchia verso il basso che prende i governanti italiani quando varcano la soglia della Casa Bianca, ha colpito anche l'attuale presidente del consiglio come tutti i suoi predecessori. 

Gentiloni ha solo balbettato un elogio delle bombe USA in Siria, mentre Trump lo sommergeva di pacche sulla groppa, come si fa col cagnolino di cui si esalta la fedeltà. Cosa ha poi chiesto, proposto, indicato Gentiloni a Trump? Nulla di nulla, a tal punto che l'organo ufficiale del governo, La Repubblica, sì è dovuto inventare una serie di distanze tra Italia ed USA, di cui negli incontri a Washington non v'è alcuna traccia. Evidentemente anche per il giornale di Renzi l'ossequio del capo del governo italiano al presidente USA è eccessivo, ed allora cerca di presentare un'altra realtà. 



Comunque gli europeisti stiano tranquilli, quando dovesse incontrare la Merkel Gentiloni sarebbe altrettanto servile. E ce ne sarà occasione tra breve a Taormina, dove al vertice del G7 il presidente del consiglio potrà sdilinquirsi nel mostrarsi fedele servitore dei due padroni. 

Guardando Gentiloni davanti a Trump viene in mente il "come è buono lei" di Fantozzi di fronte al capufficio. Solo che quella scena fa ridere, mentre Gentiloni fa piangere di rabbia sul degrado servile delle classi dirigenti di uno stato formalmente democratico e sovrano.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da Dalla parte del lavoro
Notizia del:

Alitalia, basta sperperi dei privati. La nazionalizzazione è l'unica strada

"Tutta la  crema della imprenditorialità e della finanza italiana ha mostrato il suo reale valore nella gestione della compagnia aerea. ??E il fallimento è stato totale, come quello del quotidiano che ufficialmente la rappresenta, il Sole24Ore."

di Giorgio Cremaschi  Se l'amministratore di una impresa privata decidesse di regalare  beni aziendali ...
Notizia del:

Cremaschi: "Perché non voterei Macron se fossi francese"

"Essere fuori e contro l'alternanza tra le due destre è la condizione prima per vivere e tornare ad essere utili."

di Giorgio Cremaschi Non invidio in alcun modo gli elettori francesi per ciò che hanno di fronte...
Notizia del:

Caso Alitalia. Se il sindacato è contro i lavoratori, a che serve?

di Giorgio Cremaschi   Quando un sindacato è capace solo di dire ai lavoratori: o accetti licenziamenti e tagli dei salari o è peggio ancora. O ti pieghi ai diktat di chi comanda...
Notizia del:

Nell'epoca del regime dell'Unione Europea, la povertà torna ad essere un crimine (come nel Medio Evo)

di Giorgio Cremaschi   8.307.000 POVERI UFFICIALMENTE CERTIFICATI DALL'ISTAT.  Il governo dà una elemosina a due milioni di loro con il consenso entusiasta di CGILCISLUIL, per...
Notizia del:

"SARÒ UN INGENUO MA STO ANCORA ASPETTANDO LE PROVE."

"Su signori della NATO e della UE, un piccolo sforzo, forniteci queste prove, farlo fa parte delle regole del giuoco. "

di Giorgio Cremaschi Sì vorrei le prove che il gas, quale che sia stato che anche questo non si sa, sia...
Notizia del:

ORA CHE TRUMP BOMBARDA ED UCCIDE COME TUTTI VA BENE AD UE E NATO. SCHIFO

Trump ha fatto il suo esordio da bombardiere, adeguandosi così alla tradizione dei presidenti USA nessuno dei quali si è mai sottratto alla necessità imperiale di lanciare ordigni...
Notizia del:

Il sistema di lavoro fondato sulla precarietà è un'organizzazione criminale

La precarietà del lavoro marcia a tappe forzate verso lo schiavismo e le leggi che da trent'anni l'hanno autorizzata, incentivata, diffusa, hanno la stessa portata sociale e morale di quelle che nell'800 disciplinavano l'Asiento.

di Giorgio Cremaschi A Milano sulla metro mi ferma un giovane, impiegato in un magazzino della logistica....
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa