/ Hezbollah mostra ai media la paura di Israele

Hezbollah mostra ai media la paura di Israele

Hezbollah mostra ai media la paura di Israele
 

Hezbollah ha invitato decine di giornalisti al confine con i territori occupati per mostrare le attività militari di Israele.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

Con una mossa senza precedenti, ieri, Hezbollah ha mostrato ai media i sistemi di difesa eretti dal regime israeliano sul confine e ha spiegato che la posizione dei dispositivi, al confine, prova la paura di Israele di fronte ad un attacco del movimento libanese.
 
Secondo gli analisti, il regime israeliano ha ordinato questa misura dopo il provvedimento del segretario generale di Hezbollah, Seyed Hassan Nasrallah, il quale affermò che avrebbe dato una risposta dura per ogni violazione israeliana contro il Libano.
 
A questo proposito, un portavoce di Hezbollah, Mohamad Afif, ha dichiarato che le forze israeliane "hanno cambiato la fisionomia del territorio, hanno eretto pendii, scavato trincee e sradicato alberi."
 
Inoltre, ha aggiunto che l'esercito israeliano ha, tra l'altro, implementato i sistemi difensivi nella città di Al-Jalil (Galilea), un fatto che riflette le capacità dei servizi di intelligence della resistenza libanese.
 

 
"Da circa un anno, il nemico ha costruito fortificazioni, barricate di sabbia e misure difensive per prevenire qualsiasi attacco" sul lato libanese, ha dichiarato un comandante di Hezbollah, che ha rifiutato di essere identificato.
 
Il comando di Hezbollah ha annunciato che la resistenza libanese ha 'tattiche speciali' per distruggere queste strutture difensive del regime di Israele.
 
Sono state mostrate anche tre fortificazioni dove Isarele controlla il Libano meridionale dalla regione di Tiro alle fattorie di Shebaa contese.
 
I funzionari militari israeliani hanno ripetutamente avvertito che Hezbollah non è più lo stesso di dieci anni fa e ora potrebbe sorprendere con un massiccio attacco di Israele  nel caso di una nuova  guerra.
 
Foto Al Masdar News










 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Fonte: Hispantv - Al Manar - Al Masdar News
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: The New Yorker

'The New Yorker': Gli Stati Uniti sono costretti ad accettare Bashar al-Assad fino al 2021

Il governo degli Stati Uniti visti gli sviluppi degli ultimi anni sul campo di battaglia sono costretti ad accettare che il presidente siriano Bashar al-Assad rimanga al potere fino al 2021, secondo il settimanale statunitense, 'The New Yorker'.

Data la realtà dei campi di battaglia in Siria e gli ultimi progressi dell'esercito contro i gruppi...
Notizia del:

Oltre 170.000 documenti confermano che Gerusalemme appartiene ai palestinesi

Sull’edizione odierna di un quotidiano italiano, che non citiamo per non pubblicizzarlo immeritatamente, il direttore si lancia in un’affermazione perentoria: «…le orrende mozioni dell’Unesco che hanno provato a mettere in dubbio il legame millenario tra il popolo ebraico e Gerusalemme»

  Il recente riconoscimento ufficiale della città di Gerusalemme come capitale di Israele, annunciato...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Generale iraniano: Israele sarebbe in pericolo in una nuova guerra con Hezbollah

Un alto generale iraniano afferma che gli equilibri di potere nella regione si sono spostati verso Hezbollah e che qualsiasi guerra potrebbe porre fine all'esistenza di Israele.

"Se dovesse scoppiare una nuova guerra nella regione tra Israele e un'altra identità come Hezbollah...
Notizia del:     Fonte: HispanTv

«Gerusalemme sarà la tomba del regime israeliano»

A parlare è Mohamad Ali Yafari, comandante in capo del Corpo dei Guardiani della Rivoluzione Islamica (CGRI)

  «Gli Stati Uniti e il regime israeliano hanno commesso una grande sciocchezza con la loro decisione...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

VIDEO. Palestinesi e siriani uniti contro il riconoscimento di Gerusalemme capitale israeliana

Numerosi cittadini palestinesi e siriani sono scesi in strada per protestare e respingere la decisione di Trump su Al-Quds (Gerusalemme).

La decisione del presidente degli Stati Uniti Donald Trump, di riconoscere Gerusalemme come capitale del regime...
Notizia del:     Fonte: Hispantv - Ruptly

VIDEO. Proteste in tutto il mondo contro la decisione di Trump su Gerusalemme

La controversa decisione di Donald Trump di riconoscere Al-Quds (Gerusalemme) come capitale del regime israeliano ha scatenato indignazione in tutto il pianeta.

Le strade della West Bank, di Gaza e Al-Quds sono state inondate da decine di migliaia di palestinesi indignati,...
Notizia del:

Nuova Intifada palestinese per difendere Gerusalemme

di Paola Di Lullo   È una giornata densa di avvenimenti, questa. Dalle proteste di Tunisi, Beirut, Malesia, Marocco, Egitto, alle dichiarazioni di Turchia, Cina Venezuela, Cuba, Bolivia,...
Notizia del:

Il ministero degli Esteri cinese sostiene una Palestina indipendente con Gerusalemme est capitale

L'annuncio arriva appena un giorno dopo che gli Stati Uniti sono diventati il quinto paese e la prima grande potenza a riconoscere Gerusalemme come capitale di Israele

Il portavoce del Ministero degli Affari Esteri cinese, Geng Shuang, ha dichiarato che la Cina sosterrà...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Hezbollah: Il Piano di Trump per Gerusalemme è una nuova dichiarazione di Balfour

Il segretario generale di Hezbollah Seyed Hassan Nasrallah definisce il piano di Trump per Al-Quds-Gerusalemme come "una nuova dichiarazione di Balfour".

"Riteniamo che essa sia diventata la seconda Dichiarazione di Balfour, 100 anni dopo la prima," ha...
Notizia del:     Fonte: AFP, Ruptly, Al Mayadeen, Hispantv

VIDEO. La Palestina insorge. È iniziata la nuova Intifada per Gerusalemme

Dalla Cisgiordania alla Striscia di Gaza, migliaia di palestinesi hanno protestato contro la decisione del Presidente USA, Donald Trump di riconoscere Gerusalemme come capitale di Israele

Gli appelli delle varie fazioni palestinesi alla protesta non sono rimasti inascoltati e, oggi, migliaia di persone...
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: Tasnim

L'Iran avverte: Gli Stati Uniti cercano di riportare l'Iraq e la Siria nel caos

Un importante consigliere del leader della rivoluzione islamica in Iran avverte sui tentativi degli Stati Uniti di riportare l'Iraq e la Siria nel caos.

"Gli Stati Uniti cercano di generare conflitti e caos sia in Iraq che in Siria, in particolare nella città...
Notizia del:

"Chiusura domenicale dei negozi, una mossa per combattere il neocapitalismo selvaggio"

di Francesco Erspamer* Di Maio ha proposto di ripristinare la chiusura domenicale dei negozi e rigidi orari nei giorni feriali: una mossa anti-deregulation che scatenerà i liberisti e i loro...
Notizia del:     Fonte: RT

Mosca: "Gli Stati Uniti sono in Siria senza una base legale, minando le norme del diritto internazionale"

Il rifiuto degli Stati Uniti di ritirare le loro truppe dalla Siria è un riflesso dell'atteggiamento sdegnoso di Washington nei confronti delle norme del diritto internazionale, secondo il vice ministro degli Esteri russo Sergey Ryabkov.

Gli Stati Uniti sono in Siria senza una base legale, sminuendo le regole del diritto internazionale, ha dichiarato...
Notizia del:

(VIDEO) Fake news sulle fake news: il cortocircuito dei media mainstream

Servizio di Inna Afinogenova, RT Sembra che questa brutta usanza che ha la supposta trama russa di pubblicare notizie false e diffonderle per il mondo intero sia altamente contagiosa perché i media...
Notizia del:

La fine del Turkish Stream e la geopolitica dei gasdotti

  Dopo aver approvato le sanzioni che potrebbero colpire le aziende europee coinvolte nel progetto del North Stream 2 mettendosi direttamente in rotta di collisione con la Germania, il Dipartimento...
Notizia del:

Gli avvoltoi atlantici tornano a volteggiare sui Balcani

di Alberto Fazolo* Dai primissimi anni '90 la Jugoslavia si trasformò in un laboratorio per le ingerenze occidentali, vi vennero sperimentate tutte le tecniche di destabilizzazione che...
Notizia del:     Fonte: https://function.mil.ru/ - Ruptly

La Russia avvia il ritiro dei suoi aerei e della polizia militare dalla Siria

I bombardieri russi Tu-22M3 e un battaglione della polizia militare sono tornati in Russia oggi, dopo aver adempiuto alla loro missione antiterroristica in Siria, si legge in un comunicato del Ministero della Difesa russo

Il ministero della Difesa russo, in un comunicato, ha riferito che i bombardieri Tu-22M3, che sono intervenuto...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa