/ Il disegno di legge approvato negli Usa pronto ad accusare gran ...

Il disegno di legge approvato negli Usa pronto ad accusare gran parte di internet di essere criminale 'propaganda russa'

Il disegno di  legge approvato negli Usa pronto ad accusare gran parte di internet di essere criminale 'propaganda russa'
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

 Il 30 novembre, una settimana dopo che il Washington Post ha lanciato la sua caccia alle streghe contro " la propaganda russa delle notizie false", con 390 voti favorevoli, la Camera ha adottato tranquillamente la "H.R. 6393, Intelligence Authorization Act for Fiscal Year 2017", patrocinata dal repubblicano della California Devin Nunes (il cui terzo principale donatore nel 2016 è  Alphabet, Inc ), un progetto di legge che si occupa di una serie di questioni legate all'intelligence, tra cui la propaganda russa, o meglio, ciò che il governo chiama propaganda e accenna ad un potenziale giro di vite sulle "trasgressori".

La sezione 501 chiede al governo di "contrastare misure attive da parte della Russia di esercitare influenza occulta ... effettuate in coordinamento o per volere di capi politici o dei servizi di sicurezza della Federazione russa e il ruolo della Federazione russa che è nascosto o meno pubblicamente riconosciuto ".

Come ActivistPost osserva correttamente, è facile vedere come questa legge, se approvata dal Senato e firmata dal presidente, potrebbe essere usata per colpire, minacciare, o eliminare i cosiddetti siti di "fake news", un'etichetta per definire arbitrariamente qualsiasi sito web o blog che non condivide la propensione del media mainstream a servire come il braccio di pubbliche relazioni di una data amministrazione.

Curiosamente, il disegno di legge che è stato approvato il 30 novembre, è stato introdotto il 22 novembre, due giorni prima che il Washington Post publicasse il suo if (!window.AdButler){(function(){var s = document.createElement("script"); s.async = true; s.type = "text/javascript";s.src = 'http://ab167151.adbutler-luxon.com/app.js';var n = document.getElementsByTagName("script")[0]; n.parentNode.insertBefore(s, n);}());} washingtonpost.com/business/economy/russian-propaganda-effort-helped-spread-fake-news-during-election-experts-say/2016/11/24/793903b6-8a40-4ca9-b712-716af66098fe_story.html?utm_term=.ff4089bcebee">articolo del 24 novembre citando "esperti" che sostengono che la propaganda russa ha aiutato Donald Trump ad essere eletto.

"Due gruppi di ricercatori indipendenti hanno scoperto che i russi hanno sfruttato piattaforme tecnologiche di fabbricazione americana per attaccare la democrazia degli Stati Uniti in un momento particolarmente vulnerabile. La sofisticazione delle tattiche russe può complicare gli sforzi di Facebook e Google per reprimere le "notizie false", come hanno promesso di fare dopo le lamentele diffuse sul problema ", il Post ha riferito.

Il giornale ha citato PropOrNot, un sito anonimo che ha registrato una lista nera di media alternativi, tra cui Drudge Report, Zero Hedge, Activist Post, Blacklisted News,i Ron Paul Report

PropOrNot ha fatto sua questa tesi cospirativa senza nessuna prova che questi siti siano utilizzati direttamente o di nascosto dai russi per diffondere propaganda.

  Mentre la legge è stata approvata alla Camera con una maggioranza ampia, non si sa se e quando il disegno di legge farà il suo corso al Senato e potrà essere convertito in legge, anche se si potrebbe pensare che il disegno ha di gran lunga una maggiore probabilità di passare sotto il presidente Obama che con il Presidente Eletto Trump.
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:

Il Venezuela risponde alle nuove sanzioni dell'UE. "E' la prova inconfutabile della sua indegna subordinazione a Trump"

Il governo venezuelano ha respinto, attraverso un comunicato pubblicato questo lunedì, le sanzioni imposte a sette suoi alti funzionari da parte dell'Unione Europea (UE). Le sanzioni sono...
Notizia del:

"Ci vuole un bel coraggio a chiamare missioni di pace gli avamposti delle conquiste neo-liberali"

di Mauro Armanino* - il Fatto Quotidiano Ci vuole davvero un bel coraggio. Chiamate missioni militari di pace gli avamposti delle conquiste neoliberali camuffate da buon samaritano. Arriviamo...
Notizia del:     Fonte: RT

Mosca: "Gli Stati Uniti stanno elaborando un piano B per cambiare il governo in Siria e la Russia lo neutralizzerà"

Mosca avverte sul tentativo dell'occidente, con un 'Piano B' di rovesciare il governo siriano ma allo stesso tempo ribadisce che lo neutralizzerà.

"Gli Stati Uniti hanno dato il via alla creazione di autorità alternative in una parte significativa...
Notizia del:     Fonte: TASS

La Turchia invade Afrin, ma la Francia all'ONU discuterà di Idlib e Damasco, dove l'esercito siriano affronta i gruppi jihadisti

Mentre la Turchia attacca i curdi sul territorio siriano, Parigi non considera questa operazione militare così importante da metterla al centro della riunione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. Piuttosto si parlerà della 'situazione umanitaria' a Idlib e di Damasco dove l'esercito siriano sta conducendo un'offensiva contro i gruppi jihadisti.

La Francia, nell'ambito di una riunione a porte chiuse del Consiglio di sicurezza dell'ONU che si terrà...
Notizia del:     Fonte: Haaretz

'Il 97% dell'acqua di Gaza ha la stessa qualità di quella delle fogne'

Un rapporto dell'Autorità palestinese sull'acqua nella Striscia di Gaza. assediata da Israele, avverte che fino al 97% dell'acqua potabile nell'enclave costiera non è adatta al consumo umano a causa dell'inquinamento provocato da acque reflue non trattate e a causa di un alto livello di salinità.

Ahmed Yaqubi, idrologo, consulente per l'Autorità palestinese nella Striscia di Gaza, ha presentato...
Notizia del:

Alberto Negri: "I grandi perché dei bambini: perchè la Turchia è ancora nella Nato?"

di Alberto Negri* Perché ci sono diverse basi Nato, tra cui quella di Incirlik. Perché ci sono i missili puntati su Russia e Iran. Perché la stessa Turchia usa la sua membership...
Notizia del:

Egitto, Al Sisi verso il secondo mandato. Quali prospettive per il Mediterraneo?

Ha ufficializzato la propria candidatura ad un secondo mandato il capo di Stato uscente egiziano Abd al-Fattah Al Sisi, in carica dal 2014.  Lo ha annunciato durante una conferenza di tre giorni...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa