/ Tre Rivoluzioni ispirate dalla Rivoluzione d'Ottobre che hanno tr...

Tre Rivoluzioni ispirate dalla Rivoluzione d'Ottobre che hanno trionfato

Tre Rivoluzioni ispirate dalla Rivoluzione d'Ottobre che hanno trionfato
 

Le rivoluzioni in Cina, Nicaragua e Cuba trassero ispirazione delle gesta compiute dai Bolscevichi in Russia

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
 


100 anni fa con la Rivoluzione d’Ottobre compiuta dai Bolscevichi in Russia, il mondo intero entrò in una nuova fase. Innescando un processo rivoluzionario su scala mondiale.

 

Leader del calibro di Fidel Castro e Mao Tse-Tung, ispirati dall’esempio dell’Ottobre sovietico, guidarono quei processi rivoluzionari che avrebbero comportato un drastico cambiamento nella storia dei popoli cubano e cinese. 

 

L’emittente sudamericana teleSUR ci ricorda gli esempi di tre rivoluzioni ispirate dall’esempio dell’Unione Sovietica. 

 

Rivoluzione Cubana

 

Bastarono appena tre anni all’Esercito Ribelle guidato da Fidel per portare a termine la Rivoluzione a Cuba. 

 

Il 1° gennaio del 1959 iniziava uno dei processi politici più profondi e radicali dell’America Latina. In quel giorno stesso, da Santiago de Cuba, Fidel affermava: «Duro e lungo è stato il cammino, ma siamo arrivati». 

 

«La Rivoluzione inizia adesso, la Rivoluzione non sarà un compito facile, la Rivoluzione sarà un’impresa dura e piena di pericoli, soprattutto in questa fase iniziale», avvertiva il leader cubano nelle sue prime parole davanti a una folla riunita presso il Parque Céspedes.

 

La Rivoluzione Cubana diede inizio a una serie di trasformazioni sociali, politiche ed economiche che proseguono ancora nella costruzione di un socialismo prospero e sostenibile, nonostante l’embargo imposto dal governo degli Stati Uniti. 

 

Rivoluzione Cinese

 

Guidato dagli approcci di Karl Marx e Vladimir Ilyich Lenin, Mao Tse-Tung collabora alla fondazione del Partito comunista Cinese nel 1921, che avvierà un processo di trasformazione sociale ed economica.

 

I grandi cambiamenti apportati dalla sua rivoluzione attirarono grandi nemici che volevano porre fine alla sua vita.

 

Dopo diverse battaglie vinte, nasce la Repubblica Sovietica cinese, che poi, il 1° ottobre 1949, diventerà la Repubblica Popolare Cinese.

 

La fondazione della nuova Cina ha permesso di porre fine a una società colonizzata e ha segnato la vittoria rivoluzionaria sull'imperialismo e il feudalesimo nella nazione.

 

Attualmente, il gigante asiatico è la seconda economia più grande del mondo e una delle forze trainanti dell'economia mondiale.

 

Rivoluzione Sandinista

 

Il 19 luglio del 1979 il Fronte Sandinista di Liberazione Nazionale depone il dittatore Anastasio Somoza Debayle, ultimo esponente della famiglia a detenere il potere, e da allora intraprende una serie di cambiamenti epocali nel paese. Tra cui la campagna di alfabetizzazione e la riforma agraria. 

 

Tuttavia, il FSLN perde le elezioni nel 1990, contro una coalizione in cui si riuniscono tutte le forze politiche di opposizione. 

 

Diciassette anni dopo, attraverso le urne, il Fronte torna al governo per intraprendere una seconda fase dove avvia sostanziali cambiamenti a tutti i livelli, con risultati riconosciuti a livello internazionale. 

 

Attualmente, il Nicaragua è considerato uno dei paesi più stabili e sicuri nella regione, al contempo viene ritenuto in grado di emergere come una delle economie più importanti in America Centrale.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: TASS

Netanyahu a Putin: Israele non permetterà all'Iran di guadagnare terreno in Siria

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha detto al presidente russo Vladimir Putin durante la loro conversazione telefonica che Israele non accetterà i tentativi dell'Iran di ottenere un punto d'appoggio in Siria.

"Una conversazione ha avuto luogo [tra Netanyahu e Putin ndt] ed è durata circa mezz'ora. Hanno...
Notizia del:

'Incontro di Assad e Putin mostra il fallimento della politica di Israele'

L'ex primo ministro israeliano, Ehud Barak ha affermato che la visita del presidente siriano Bashar al-Assad in Russia dimostra la sconfitta della politica israeliana.

L'ex primo ministro israeliano Ehud Barak, in una serie di messaggi pubblicati ieri sul suo account del social...
Notizia del:

Lugansk: arresti ai vertici dell'intelligence della LNR

Uomini armati del Berkut e di altri non meglio precisati reparti delle forze armate della Repubblica popolare stanno presidiando gli edifici e le aree attigue al Ministero degli Interni

di Fabrizio Poggi Situazione non esattamente chiara in queste ore a Lugansk. Uomini armati del Berkut e...
Notizia del:     Fonte: Haaretz

Israele riconosce che Assad ha vinto la guerra contro i terroristi

Il ministro della Difesa israeliano, Avigdor Lieberman, riconosce che la Siria ha vinto la lotta contro il gruppo terroristico ISIS (Daesh, in arabo) e allo stesso tempo chiede al suo governo lo stanziamento di altri fondi per le forze armate per la presenza di Iran e Hezbollah nel paese arabo.

Il presidente siriano "(Bashar) al-Assad haterminato la lotta, perché ora controlla il 90 per cento...
Notizia del:     Fonte: http://kremlin.ru

Putin incontra Assad in Russia e dichiara: Vinta la guerra contro i terroristi, bisogna trovare una soluzione politica

Putin ha ricevuto oggi il suo omologo siriano, Bashar al-Asad, a Sochi e si è congratulato con lui per la fine dell'operazione militare contro il terrorismo nel paese arabo.

"Voglio congratularmi con voi per i risultati ottenuti dalla Siria nella lotta contro il terrorismo. (...)...
Notizia del:     Fonte: Al Manar

Hezbollah celebra la sconfitta dell'ISIS in Siria, nonostante i sabotaggi degli USA

Il segretario generale di Hezbollah Seyed Hassan Nasrallah ha celebrato la fine dell'ISIS in Siria nonostante il sostegno degli Stati Uniti a questo gruppo terroristico.

Durante un discorso televisivo, Nasrallah, questa sera, ha fatto riferimento alla recente liberazione della città...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

La Russia critica la "vergognosa" gestione dell'OPCW-ONU sull'uso di armi chimiche in Siria

Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov critica la condotta "vergognosa" del meccanismo congiunto ONU-OPCW in Siria sulla raccolta delle prove sugli attacchi chimici.

Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha lamentato il fatto che il meccanismo congiunto OPCW e ONU ha...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

La Russia sfida Israele e Stati Uniti: Hezbollah rimarrà in Siria

L'ambasciatore russo in Libano avverte che Hezbollah "non andrà via dalla Siria", sfidando così Israele e gli Stati Uniti, che stanno cercando il ritiro del movimento di resistenza libanese.

"Chiunque ha cercato di rovesciare il presidente siriano Bashar al-Asad, ora, con tutti i mezzi, cerca il...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Russia: Gli USA hanno fallito in Siria e accusano Assad per l'uso di armi chimiche

La Russia rifiuta il "documento politicizzato" degli Stati Uniti sugli attacchi chimici in Siria e lo attribuisce al fallimento dei piani di Washington per rovesciare al-Assad.

In alcune dichiarazioni rilasciate ieri ai giornalisti, il capo della Commissione Difesa del Senato russo, Victor...
Notizia del:     Fonte: TASS

La Russia pone il veto all'ONU alla risoluzione USA per l'indagine sull'uso di armi chimiche in Siria

Mosca ha votato contro l'estensione del mandato del meccanismo congiunto delle Nazioni Unite e dell'OPCW per le indagini sull'uso di armi chimiche in Siria.

La Russia ha votato oggi contro il progetto di risoluzione presentato dagli Stati Uniti all'ONU, che sosteneva...
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: teleSUR

Zimbabwe: 3 passaggi chiave per comprendere il golpe

Il panorama politico in Zimbabwe è mutato in pochi giorni con il licenziamento di Emmerson Mnangagwa, passando per il colpo di Stato e le dimissioni di Robert Mugabe, dopo oltre 30 anni di governo

La destituzione del vicepresidente Robert Mugabe destituisce Emmerson Mnangagwa dalla vicepresidenza il...
Notizia del:

E' la sconfitta dell'Isis. Putin riunisce Rohani e Erdogan a Sochi sul futuro della Siria

Il presidente russo Vladimir Putin ha incontrato a Sochi il suo omologo turco, Recep Tayyip Erdogan, e iraniano, Hassan Rouhani, per cercare di giungere ad un compromesso sulla ricostruzione della Siria....
Notizia del:     Fonte: RT

Presto non avremo più bisogno delle banche. Parla l'esperto di criptovalute Falkvinge

Secondo l’esperto «la criptovaluta non ha davvero bisogno di sostituire il dollaro USA, sostituire l'euro. Ha solo bisogno di sopravvivere mentre questi colossi crollano sotto il loro stesso peso. E quando accadrà, sarà molto veloce»

  Siamo agli albori di un cambiamento epocale. Una nuova era dove le banche non saranno più un intermediario...
Notizia del:

Ecco come Cina e Russia hanno scavato la fossa dove seppellire il dollaro

di Misión Verdad da misionverdad.com Traduzione di Marco Pondrelli per Marx21.it La Cina, l'unico paese con la forza sufficiente per sfidare l'egemonia finanziaria statunitense,...
Notizia del:

"Dopo 60 anni di attesa sta per nascere la Pesco". Sapete di cosa sta parlando la Ministra Pinotti?

di Manlio Dinucci* il manifesto, 21 novembre 2017 Dopo 60 anni di attesa, annuncia la ministra della Difesa Roberta Pinotti, sta per nascere a dicembre la Pesco, «Cooperazione strutturata...
Notizia del:     Fonte: TASS

Netanyahu a Putin: Israele non permetterà all'Iran di guadagnare terreno in Siria

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha detto al presidente russo Vladimir Putin durante la loro conversazione telefonica che Israele non accetterà i tentativi dell'Iran di ottenere un punto d'appoggio in Siria.

"Una conversazione ha avuto luogo [tra Netanyahu e Putin ndt] ed è durata circa mezz'ora. Hanno...
Notizia del:     Fonte: Mehrn

Iran: la tratta di esseri umani in Libia è dovuta all'aggressione straniera

Gli invasori militari che creano zone di conflitto e instabilità spianano la strada alla tratta di esseri umani in Libia, è la denuncia inviata dall'Iran alle Nazioni Unite.

"La tratta di esseri umani, soprattutto in situazioni di conflitto, sta diventando una sfida globale con...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa