/ Intanto a Parigi (ignorato dal mainstream)...

Intanto a Parigi (ignorato dal mainstream)...

Intanto a Parigi (ignorato dal mainstream)...
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

E' curioso come il mainstream decida di coprire solo alcune proteste di piazza in alcune specifiche parti del mondo. Nell'Europa dell'austerità, della dittatura dell'euro e dei diritti sociali che se ne vanno molto spesso le prosteste sociali vengono completamente oscurate. Grecia, Italia o Francia non fa differenza.



E' il caso di Parigi oggi. In una manifestazione indetta per protestare contro la nuova proposta di riforma del lavoro in chiave anti diritti, la polizia è intervenuta con pesanti cariche e lancio di lacrimogeni. Sassi e molotov da parte di un gruppo ristretto di manifestanti.



   
Un giornalista di RT riporta come almeno un manifestante sia stato colpito dal lancio di lacrimogeni.
 
La manifestazione, lanciata il 12 settembre scorso dalla Confederazione Generale del Lavoro (CGT), il principale sindacato del paese, ha visto l'adesione di 180 sigle nel paese. Qui la diretta di Ruptly:



Si tratta delle prime proteste di una certa consistenza da quando presidente è divenuto Emmanuel Macron a maggio di quest'anno. La riforma nel senso di "flessibilità" (alias perdita di diritti storici per i lavoratori) è uno dei principali obiettivi del nuovo leader dell'Eliseo. "Pigri", il commento di Macron a chi osteggia le riforme del lavoro. "Sarò assolutamente determinato e non mi piegherò ai pigri, cinici o estremisti. E vi chieso di avere la mia stessa determinazione ogni giorno", ha dichiarato Macron, accendendo ancora di più la ferocia risposta di molti politici e di parte dell'opinione pubblica del paese.  
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:

Bombardieri USA sorvolano la Corea Popolare, ma si preferisce parlare d'altro

di Mauro Gemma   Bombardieri USA sorvolano la Corea Popolare, manifestando nel modo più esplicito quali sono le intenzioni più bellicose dell'imperialismo.  Ma da...
Notizia del:

La Russia mostra come le truppe statunitensi in Siria "si sentano al sicuro nelle aree controllate dai terroristi"

Le unità delle forze speciali statunitensi "offrono un transito senza impedimenti", attraverso i territori occupati dai terroristi, alle Forze Democratiche Siriane (SDS), sostenute da Washington, secondo il ministero russo della Difesa.

Il Ministero della Difesa russo, oggi, ha pubblicato una serie di foto aeree dei territori dove è presente...
Notizia del:     Fonte: Sana.sy

Il G77 e la Cina condannano le sanzioni ed il blocco economico contro la Siria

Il G77 e la Cina hanno chiesto la revoca immediata delle misure economiche coercitive unilaterali imposte contro la Siria.

I ministri degli esteri dei paesi membri del G77 che riunisce paesi dell'America Latina, Africa e Asia centrale...
Notizia del:

Tulio Hernandez, incitatore d'odio venezuelano, presentato da 'Repubblica' come giornalista perseguitato

Noterete il solito metodo di operare da parte del circuito informativo mainstream sul Venezuela: edulcorare o mistificare il racconto, in pieno stile post-verità, per renderlo funzionale all’operazione volta a demonizzare il paese sudamericano agli occhi dell’opinione pubblica

di Fabrizio Verde   Un articolo apparso sull’edizione napoletana del quotidiano ‘La Repubblica’...
Notizia del:

Rohani: "Piaccia o meno, l'Iran difenderà le popolazioni oppresse dello Yemen, della Siria e della Palestina"

"Nella misura in cui lo riteniamo necessario spingeremo avanti il nostro potere difensivo e militare... non cerchiamo il permesso di nessuno per difendere la nostra terra"

La Repubblica Islamica dell'Iran non smetterà di offrire il suo sostegno ai "popoli oppressi"...
Notizia del:

Cremlino: La situazione in Catalogna è una questione di politica interna della Spagna

  "E' una questione di politica interna della Spagna, non vediamo come sia possibile interferire in nessuna maniera", ha dichiarato il portavoce del Cremlino sulla questione del referendum...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Nasrallah: 'Hezbollah non cerca la guerra, però se obbligato lotterà contro Trump'

Il leader della Resistenza libanese afferma che Hezbollah non cerca guerre con nessuno, ma se è forzato affronterà i nemici, chiunque siano.

In un discorso televisivo per l'inizio del mese di Muharram (il primo mese del calendario lunare) ed i rituali...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa