/ L' “Armada” perduta, Yeonmi Park, Hyeonseo Lee e tutte le esilara...

L' “Armada” perduta, Yeonmi Park, Hyeonseo Lee e tutte le esilaranti bufale sulla Corea del Nord

L' “Armada” perduta, Yeonmi Park, Hyeonseo Lee e tutte le esilaranti bufale sulla Corea del Nord
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

"Ma perchè? Ci sono borse di Chanel nella Corea del Nord?” comincia a franare con questa domanda – posta dalla giornalista investigativa Mary Ann Jolley - la leggenda di  Yeonmi Park, sedicente vittima del regime della Corea del Nord e protagonista di incredibili avventure che, attraversando deserti fiumi e montagne, sfuggendo da stupratori e satrapi  del regime di  Pyongyang, l'hanno portata al ruolo di Star televisiva, suggellato dall'abbraccio di Hillary Clinton. E dire che quell'intervista di  Mary Ann Jolley risale al lontano 2014. Da allora le assurdità, le contraddizioni, le incongruenze raccontate da Yeonmi Park nel suo libro e nelle sue innumerevoli conferenze si sono moltiplicate a dismisura determinando, addirittura, la nascita di un affollato forum di discussione sulle bufale che costellano il Culto di Yeonmi Park.

Culto in concorrenza - ma basato su altrettanto evidenti bufale - con quello di Hyeonseo Lee -  altra leggendaria ragazza nordcoreana, star della Libertà, oggi in Italia, e  intervistata in ginocchio dal celeberrimo blogger Saverio Tommasi. E così - mentre sedicenti debunker vanificano le ricerche in Italia sulle bufale propagate da queste eroine  con articoli come questo che “smentiscono” i loro contraltari - va avanti a pieno regime la campagna mediatica contro la Corea del Nord.



Ma perché, proprio in questi giorni, la si sta raffigurando come un mostruoso Stato Canaglia da abbattere? Non certo per i test missilistici, che vanno avanti da anni. Una spiegazione (suggerita da questo convincente post)  è l'esigenza di neutralizzare le proteste nella Corea del Sud (un milione di persone in piazza) che hanno portato alla defenestrazione di  Park Geun-hye e all'emergere del progressista Moon Jae-in (fautore del dialogo con la Corea del Nord e contrario alla ventilata installazione di armi nucleari USA). Bisogna , quindi, paventare una guerra a Pyongyang per imporre un ancora più feroce stato di polizia nella Corea del Sud.

E, visto che ci siamo, deliziare pure l'opinione pubblica mondiale con la bufala della flotta militare USA (l'”Invincibile Armada”, secondo Trump) che per una “miscommunication tra Pentagono e Casa Bianca”, invece di avvicinarsi alla Corea del Nord , è finita davanti alle coste australiane. Ma sul perché di questo sbalorditivo episodio sarà il caso di soffermarsi un'altra volta.
Intanto, se ve lo siete perso, date una occhiata a questo video
 

Francesco Santoianni
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da I media alla guerra
Notizia del:

Siria: le lacrime di coccodrillo del PD

  Lacrime di coccodrillo. Le versa periodicamente il PD per la guerra alla Siria. Guerra che da cinque anni - al pari dell'Unione Europea, delle nazioni occidentali e delle petromonarchie -...
Notizia del:

La strage al Parlamento di Teheran? Un “obbiettivo legittimo” per i "difensori dei diritti umani"

“Un poliziotto è un civile, detto questo francamente il Parlamento inglese è un obbiettivo legittimo dal momento che è uno dei principali centri decisionali di uno stato...
Notizia del:

Video. Ma cosa ci ha fatto di male la Corea del Nord?

  Ma cosa ci ha fatto di male la Corea del Nord per meritarsi l'odio dei nostri governanti e dei loro “giornalisti”? Se lo domanda questo videoclip che comincia dall’unico “sgarbo”...
Notizia del:

Londra, come da copione subito ucciso l’attentatore... (e la possibilità di conoscere il mandante)

  Ma com’è che vengono subito uccisi - prima di poter essere catturati e, quindi interrogati sui loro mandanti - questi “jihadisti” che con i loro attentati stanno seminando...
Notizia del:

Sanzioni alla Siria: tutto quello che devi sapere sulla ferocia (e ipocrisia) dell'UE

di Francesco Santoianni Il comunicato del Consiglio dell'Unione Europea è un capolavoro di ipocrisia: “Il 29 maggio 2017 il Consiglio ha prorogato fino al 1º giugno 2018 le...
Notizia del:

Trudeau, ma tanto servilismo dei media è solo per il CETA?

  Chiusi i fasti del G7 di Taormina (fasti solo televisivi, in quanto i leader lì presenti non si sono trovati d'accordo su niente) continua nel nostro Paese il peregrinare del primo...
Notizia del:

Manchester: il prossimo obiettivo è l'Italia?

  Manchester covo di “fanatici islamici” da redimere con qualche improbabile campagna di integrazione? No, Manchester principale centro di arruolamento per i tagliagole mandati dalla...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa