/ L' “Armada” perduta, Yeonmi Park, Hyeonseo Lee e tutte le esilara...

L' “Armada” perduta, Yeonmi Park, Hyeonseo Lee e tutte le esilaranti bufale sulla Corea del Nord

L' “Armada” perduta, Yeonmi Park, Hyeonseo Lee e tutte le esilaranti bufale sulla Corea del Nord
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

"Ma perchè? Ci sono borse di Chanel nella Corea del Nord?” comincia a franare con questa domanda – posta dalla giornalista investigativa Mary Ann Jolley - la leggenda di  Yeonmi Park, sedicente vittima del regime della Corea del Nord e protagonista di incredibili avventure che, attraversando deserti fiumi e montagne, sfuggendo da stupratori e satrapi  del regime di  Pyongyang, l'hanno portata al ruolo di Star televisiva, suggellato dall'abbraccio di Hillary Clinton. E dire che quell'intervista di  Mary Ann Jolley risale al lontano 2014. Da allora le assurdità, le contraddizioni, le incongruenze raccontate da Yeonmi Park nel suo libro e nelle sue innumerevoli conferenze si sono moltiplicate a dismisura determinando, addirittura, la nascita di un affollato forum di discussione sulle bufale che costellano il Culto di Yeonmi Park.

Culto in concorrenza - ma basato su altrettanto evidenti bufale - con quello di Hyeonseo Lee -  altra leggendaria ragazza nordcoreana, star della Libertà, oggi in Italia, e  intervistata in ginocchio dal celeberrimo blogger Saverio Tommasi. E così - mentre sedicenti debunker vanificano le ricerche in Italia sulle bufale propagate da queste eroine  con articoli come questo che “smentiscono” i loro contraltari - va avanti a pieno regime la campagna mediatica contro la Corea del Nord.



Ma perché, proprio in questi giorni, la si sta raffigurando come un mostruoso Stato Canaglia da abbattere? Non certo per i test missilistici, che vanno avanti da anni. Una spiegazione (suggerita da questo convincente post)  è l'esigenza di neutralizzare le proteste nella Corea del Sud (un milione di persone in piazza) che hanno portato alla defenestrazione di  Park Geun-hye e all'emergere del progressista Moon Jae-in (fautore del dialogo con la Corea del Nord e contrario alla ventilata installazione di armi nucleari USA). Bisogna , quindi, paventare una guerra a Pyongyang per imporre un ancora più feroce stato di polizia nella Corea del Sud.

E, visto che ci siamo, deliziare pure l'opinione pubblica mondiale con la bufala della flotta militare USA (l'”Invincibile Armada”, secondo Trump) che per una “miscommunication tra Pentagono e Casa Bianca”, invece di avvicinarsi alla Corea del Nord , è finita davanti alle coste australiane. Ma sul perché di questo sbalorditivo episodio sarà il caso di soffermarsi un'altra volta.
Intanto, se ve lo siete perso, date una occhiata a questo video
 

Francesco Santoianni
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da I media alla guerra
Notizia del:

Dall'Ucraina alla Siria. Più che senza frontiere, Reporter senza vergogna

  Puntuale come il raffreddore da fieno, anche per questa primavera incombe il “Rapporto sulla libertà di stampa nel mondo”. Redatto da “Reporter senza frontiere”...
Notizia del:

Saviano, le navi delle Ong e le "rivoluzioni colorate"

“Il Venezuela, come il Cile di Pinochet, che i migranti li vorrebbe morti in fondo al mare”. Non è certo la prima volta che Roberto Saviano – icona della sinistra sushi&spumantino...
Notizia del:

Il video che smaschera la bufala di Idlib

Il “Sarin di Assad” a Idlib nell’aprile 2017: una bufala che rischia di scatenare la Terza Guerra mondiale (e/o far vincere un altro Premio Oscar a George Clooney e ai suoi White Helmets)....
Notizia del:

Bambini intenzionalmente uccisi dai “ribelli siriani” per rendere più convincenti i loro video

Strage di  Idlib. Bambini intenzionalmente uccisi dai “ribelli siriani” per rendere più convincenti i loro video da rifilare ai media occidentali?  La risposta è si....
Notizia del:

Idlib: le foto che i media non vi hanno fatto vedere perché mostrano la verità

  “Bombardamento con armi chimiche di un ospedale a Idlib.” Questa la versione dei “ribelli siriani” e di tutta la stampa mainstream della strage di Idlib, (incredibilmente,...
Notizia del:

La bufala di "Igor il russo": non solo russofobia, è strategia di controllo sociale

Forse per i media mainstream ci sarebbe stato qualcosa di più sensato da fare che alimentare la saga di "Igor il russo", evaso dal carcere di massima sicurezza di Frosinone e accusato...
Notizia del:

Le bufale che spianano la guerra contro la Corea smontate in due minuti

Talmente inverosimili da svanire nel giro di qualche giorno o di qualche ora, le bufale contro Kim Jong-un sono, da anni, un tormentone dei media mainstream. Perché? Sostanzialmente perché,...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa