/ La Jornada: Spudorata montatura della CNN contro il Venezuela

La Jornada: Spudorata montatura della CNN contro il Venezuela

La Jornada: Spudorata montatura della CNN contro il Venezuela
 

La CNN in spagnolo si è trasformata in un’altra emittente controrivoluzionaria come quelle fetide di Miami

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it


di Angel Guerra Cabrera - La Jornada
 

Il 13 di febbraio, il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti ha accusato il vicepresidente esecutivo del Venezuela, Tarek El Aissami, di essere un narcotrafficante e annunciato sanzioni contro la sua persona: ritiro del visto e confisca dei beni posseduti negli Stati Uniti. Giorni prima, un gruppo di parlamentari statunitensi, tra cui spiccano i controrivoluzionari di origine cubana Ileana Ros-Lehtinen, Robert Menéndez, Marco Rubio, Mario Díaz Balart, avevano indirizzato una lettera al presidente Donald Trump dove sollecitavano una linea più dura nei confronti del Venezuela e si scagliavano contro El Aissami, accusandolo di legami con il narcotraffico e il terrorismo internazionale. Gli autori della missiva, oltre all’incessante attività contro Cuba, trasformata in un redditizio business, appoggiano gruppi che avversano i processi progressisti in America Latina. 

 

Il giorno seguente il presidente Nicolás Maduro ha respinto le accuse definendole «illegali, inaudite e infami» aggiungendo che il suo governo avrebbe preso tutte le azioni legali del caso per smontare questa infamia. Su indicazione di Maduro la brillante Ministro degli Esteri, Delcy Rodriguez, ha immediatamente consegnato due note di protesta all’incaricato d’affari di Washington a Caracas, con la richiesta di rispetto verso il vicepresidente El Aissami e una rettifica del suo governo. 

 

Parallelamente alla lettera dei parlamentari, l’insopportabile CNN annunciava in pompa magna un’inchiesta sui legami di El Aissami con il narcotraffico e il terrorismo, risultato di pluriennali indagini - cha coincidenza! - trasmessa il giorno stesso in cui il Dipartimento del Tesoro rendeva note le accuse. Bisogna ricordare che il giorno precedente, il terrorista di origine cubana Carlos Alberto Montaner, commentatore principe della rete televisiva, dedicava il suo spazio allo stesso tema. Montaner, divenuto un intellettuale per opera e grazia della CIA, ha evidenziato i legami di El Aissami con il terrorismo! A Cuba non hanno dimenticato le sue azioni terroristiche contro cinema e luoghi pubblici e il ritrovamento di detonatori ed esplosivi nella sua abitazione. 

 

Il ruolo della CNN in questo nuovo capitolo della calunniosa telenovela contro il Venezuela è stato molto significativo. In tutti i programmi, il martedì, si è insistito sulla questione dando molto spazio a screditati personaggi legati alla controrivoluzione. 

 

Mercoledì, il ministro degli Esteri Rodríguez polverizzava le accuse e smascherava come impostore il principale testimone del programma trasmesso il lunedì.  

 

La differenza tra la CNN con alla testa Ted Turner e quella attuale è la stessa che intercorre tra il giorno e la notte. Non è che allora non difendeva il libero mercato e la democrazia liberale che gli Stati Uniti hanno sempre preteso di imporre al mondo intero. Naturalmente lo faceva. Ma era attenta a mantenere professionalità e un certo equilibrio che allora caratterizzava alcuni media negli Stati Uniti. 

 

Tutto questo è andato perso da tempo e il suo declino è rapidamente avanzato quando l proprietà è passata a Time Warner, il terzo più grande conglomerato mediatico del mondo, a sua volta posseduto dalla piovra AT&T. La CNN in spagnolo si è trasformata in un’altra emittente controrivoluzionaria come quelle fetide di Miami, ma con molte risorse finanziarie. Il suo ruolo è quello di braccio comunicativo del comando sud delle forze armate degli Stati Uniti nelle sue guerre sporche contro i governi nazionali e popolari e i popoli dell’America Latina. 

 

Si è anche distinta per il suo costante martellamento contro i governi patriottici e rivoluzionari di Rafael Correa ed Evo Morales, come in precedenza contro Cristina Fernández de Kirchner, che continua ad osteggiare. Per la copertura mediatica offerta al golpe mediatico-parlamentare-giudiziario contro Dilma Rousseff, così come in precedenza ai colpi di Stato che hanno rovesciato Zelaya in Honduras e Fernando Lugo in Paraguay. 

 

La CNN, inoltre, insieme ai media della Società Interamericana della Stampa e i principali di Spagna ed Ecuador, è stata partecipe del terrorismo mediatico contro Lenín Moreno, la cui elezione a presidente domenica 19 nelle elezioni ecuadoriane, garantirà continuità alla raggiante Revolución Ciudadana. 

 

(Traduzione dallo spagnolo per l’AntiDiplomatico di Fabrizio Verde)

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Fonte: http://www.jornada.unam.mx/
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: http://lta.reuters.com/

Venezuela: Reuters ammette violenza dell'opposizione

I corrispondenti dell'agenzia internazionale raccontano le violenze organizzate dall'opposizione venezuelana

  I fatti hanno la testa dura. Una menzogna non può essere reiterata per troppo tempo senza correre...
Notizia del:

Venezuela: la disinformazione di Repubblica attraverso 'l'inviato' residente a Miami

La protesta via Twitter dell'Ambasciata in Italia della Repubblica Bolivariana del Venezuela

di Fabrizio Verde   L’America Latina, con Cuba e Venezuela in testa, è da sempre uno dei...
Notizia del:

Il Venezuela rompe con l'OSA, Maduro: «Almagro vergogna dell'America Latina»

Maduro ha ricordato che nelle ultime settimane sono state violate numerose norme interne dell’organizzazione e prese decisioni fraudolente

  «Hanno rotto ogni schema di convivenza (…) con un segretario Generale manovrato, svergognato,...
Notizia del:     Fonte: http://italia.embajada.gob.ve/

Venezuela: intervento del Ministro degli Esteri Delcy Rodríguez

  REPUBBLICA BOLIVARIANA DEL VENEZUELA MINISTERO DEL POTERE POPOLARE PER GLI AFFARI ESTERI TRASCRIZIONE DELL'INTERVENTO DEL MINISTRO DEGLI ESTERI DELCY RODRÍGUEZ Buon...
Notizia del:

Manipolazione mediatica in Venezuela: il giovane nudo alla manifestazione confessa che si è trattato di uno show premeditato

L’opposizione ha organizzato - nel mezzo delle violenze - veri e propri show evocativi di immagini che sono passate alla storia

  La guerra non convenzionale scatenata contro il Venezuela si sviluppa su vari livelli. Tra questi viene...
Notizia del:     Fonte: Sana.sy

Assad: " Per gli USA, in Siria come in Venezuela, chiunque serva i suoi interessi e pratichi il terrorismo, è un 'oppositore', un 'moderato' un combattente per la libertà"

In un'intervista concessa a 'Telesur', il Presidente siriano Bashar al Assad, tra i veri argomenti affrontati, ha analizzato anche gli ultimi eventi in Venezuela e la strategia di destabilizzazione ordita dagli USA, già attuata in Siria nel 2011.

  Qui, il testo originale dell'intervista   Domanda 1:   Partiamo dai fatti più...
Notizia del:

Javier Couso: "Con questa risoluzione il Parlamento europeo sceglie di stare con l'opposizione violenta venezuelana"

Una risoluzione che colloca il Parlamento europeo "dalla parte dell'opposizione venezuelana che pratica la violenza" e che mostra "una totale ignoranza della Costituzione bolivariana e dei cinque poteri che li compongono".

L'eurodeputato Javier Couso ha mostrato il "rifiuto frontale" della delegazione di Izquierda Unida...
Notizia del:

La Cina supporta il Venezuela nella non ingerenza dei suoi affari interni

Telesur Il governo cinese considera che i venezuelani siano perfettamente in grado di mantenere la stabiltà della loro nazione e proseguire nello sviluppo economico e sociale. ** Pechino...
Notizia del:     Fonte: teleSUR

Venezuela: 4 vittorie di Maduro che i media mainstream ignorano

di Ramiro S. Funez - teleSUR Quattro anni fa, un ex autista di autobus con umili origini di classe operaia è diventato il presidente del Venezuela.    Promettendo di portare...
Notizia del:

Venezuela: l'opposizione produce violenza e morti che i media internazionali occultano

Negli ultimi giorni si sta verificando una vera e propria mattanza di militanti chavisti e lavoratori governativi

di Fabrizio Verde   La narrazione dominante ci racconta in maniera distorta che in Venezuela sono in...
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: Haaretz

Ogni anno 7.000 soldati israeliani lasciano l'esercito

Secondo i dati diffusi dal quotidiano israeliano 'Haaretz', migliaia di soldati israeliani non portano a termine la leva obbligatoria sulla base di varie motivazioni mediche e psicologiche.

I nuovi dati rilasciati da parte dell'esercito israeliano riferiscono che circa 7.000 soldati israeliani non...
Notizia del:     Fonte: https://www.cia.gov

Documenti della CIA rivelano: Gli USA già programmavano di distruggere la Siria nel 1983

Un documento della CIA declassificato ha rivelato le trame ordite dagli Stati Uniti nel 1983 per distruggere la Siria e rovesciare il padre dell'attuale presidente siriano. Con le stesse pratiche adottate poi nel 2011.

Un documento declassificato della CIA, ha rivelato i piani di Washington, nel 1983, per rovesciare il governo...
Notizia del:

"Forte supporto alla sovranità e all'integrità territoriale della Siria". Comunicato congiunto dei paesi BRICS

Visakhapatnam, 12 aprile 2017 da mid.ru Traduzione di Lorenzo Battisti per Marx21.it Riteniamo importante pubblicare questo comunicato congiunto diffuso da rappresentanti dei cinque paesi...
Notizia del:

QUANTI MORTI SONO ANCORA NECESSARI IN VENEZUELA?

  di Marco Teruggi   28 morti e 437 feriti è il bilancio delle vittime - in meno di un mese - degli scontri che stanno avendo luogo in Venezuela. Se a questo numero si aggiungono...
Notizia del:

LA CINA METTE IN GUARDIA SULL’USO DELLA FORZA IN COREA

Il Ministro degli esteri cinese Wang Yi ha affermato che il dialogo e il negoziato sono gli unici strumenti per poter risolvere il problema della crisi nucleare in Corea, in un suo intervento ad una riunione...
Notizia del:

Saviano e i "Caschi Bianchi": Lettera aperta ad "Amici"

Gentile redazione di Amici, Apprendiamo con stupore che l’onnipresente Roberto Saviano utilizzerà la trasmissione "Amici" di questa sera per un ennesimo panegirico degli Elmetti...
Notizia del:

Per la prima volta un paese bombardato dalla Nato vota per l'integrazione nell'Alleanza

Il Parlamento del Montenegro ha votato questo venerdì a favore del progetto per l'integrazione del paese nella Nato, proposto dalla coalizione al governo. L'opposizione ha convocato proteste...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa