/ La Russia chiede all'Opac di spiegare come hanno fatto i Caschi B...

La Russia chiede all'Opac di spiegare come hanno fatto i Caschi Bianchi a non avvelenarsi con il gas sarin in Siria

La Russia chiede all'Opac di spiegare come hanno fatto i Caschi Bianchi a non avvelenarsi con il gas sarin in Siria
 

La Russia presenta le prove all'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (Opac) per dimostrare la "frode mediatica"

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

La Russia ha presentato nella giornata di mercoledì prove all'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (Opac) per dimostrare che il presunto attacco chimico ad Idlib sia in realtà una frode mediatica.

Le foto del presunto attacco in possesso alle autorità russa contraddicono i video pubblicati dai "ribelli" siriani, che sostengono che sia stato attuato dall'aviazione siriana. Lo ha annunciato all'agenzia Tass il rappresentante russo all'Opac, Alexandr Shulguín.



Secondo l'OPAC, durante l'attacco si è utilizzato gas sarin, che contrae le pupille. Ma nelle foto scattate dopo l'attacco si vedono che le pupille dei minori sono, al contrario, dilatati. "Questa è la prima incongruenza", sottolinea Shulguín.



Un'altra contraddizione, prosegue l'ambasciatore russo, è nel cratere che si è prodotto nell'impatto. I "ribelli" assicurano che l'attacco sia stato perpetrato con una bomba e un missile, però le caratteristiche del foro lasciano intendere che si sia formato per lo scoppio a terra di "un piccolo dispositivo esplosivo contenente alcuni elementi chimici", ha proseguito Shulguin.

Ancora più chiare le dichiarazioni del Ministero della difesa russo che ha sollecitato l'Opac a spiegare come abbiano fatto i Caschi bianchi a non morire avvelenati con il gas sarin nella città siriana durante il presunto attacco chimico. "Se realmente si è usato il gas sarin, come può spiegare l'Opac il comportamento dei ciarlatani dei Caschi Bianchi che saltavano tra i vapori dei gas sarin senza mezzi di protezione?", ha chiesto ironicamente Ígor Konashenkov, portavoce del Ministero della Difesa russo. "Lo hanno visto tutti. Desideriamo avere risposte chiare a tutte queste domande il prima possibile da parte di Ahmet Üzümcü [direttore di quest'organizzazione]".

"Oppure dobbiamo ritenere che, contrariamente alle conclusioni degli esperti indipendenti che considerano assurda la 'selettività' dell'impatto di gas sarin, Üzümcü abbia ideato una sua propria tavola periodica?", ha ironizzato il portavoce del Ministero russo in relazione alle dichiarazioni di Üzümcu sull'attacco chimico.

Il rappresentante del Ministero russo ha concluso sottolineando come l'Opac "ha una grande responsabilità", quella di "constatare in base ai fatti" tutte le dichiarazioni e le conclusioni e non formulare "ipotesi motivate politicamente". Le conclusioni devono poi essere disponibili "pubblicamente per permetter a qualunque esperto di valutarlo e commentarlo". Nelle due settimane trascorse dall'incidente, nessun rappresentante dell'Opac è stato sul posto, ha proseguito Konashenkov. "Chi, come e quando sono state raccolte le prove? Questa frettolosa dichiarazione di Üzümcü è una trappola per tutta l'OPAC".
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: teleSUR

Una tigre a Cancun: spettacolare intervento di Delcy Rodriguez all'OSA (Video)

La ministra degli Esteri della Repubblica Bolivariana del Venezuela zittisce i paesi satelliti dell'Impero statunitense

di Fabrizio Verde   «Credo che la ministra degli Esteri, che deve lasciare l’incarico in...
Notizia del:

Evo Morales: "Il Cile è l'Israele dell'America Latina"

Il presidente della Bolivia, Evo Morales, ha definito il Cile "l'Israele dell'America Latina" per la sentenza "a morte civile" contro nove suoi connazionali.   Chile...
Notizia del:

La "dignità dei popoli dei Caraibi" e la grande sconfitta politica delle destre imperiali

di Geraldina Colotti* - Il Manifesto   Le destre lo davano per certo: questa volta Maduro avrebbe perso all’Osa e avrebbe dovuto subire l’imposizione della Carta democratica interamericana. Per...
Notizia del:

Siria. Parla il cugino del pilota abbattuto: “Gli Usa proteggono l’Isis. Tre ufficiali israeliani morti nel convoglio colpito”

Mohyddin Fahd, è il cugino del pilota, Ali Fahd, che guidava l'aereo siriano abbattuto dalla coalizione Usa nella campagna di Raqqa la settima scorsa. In un'intervista a Ruptly....
Notizia del:

Venezuela: il popolo vuole la pace e la Costituente

Le destre applicano le teorie del "caos costruttivo" escogitate dal pensatore statunitense Brzezinski, recentemente defunto, "e che abbiamo già visto applicate in Libia, Siria"

di Fabio Marcelli* Guarimba è una parola apparentemente innocente che corrisponde a un gioco infantile,...
Notizia del:

Bolivia, Conferencia Mundial de los Pueblos per la "costruzione di una vera pace". Assente l'Europa e Trump

Da una parte (quella di Trump e della Troika), sfruttamento, guerra e devastazioni, dall'altra (quella di Cuba e del socialismo latinoamericano) una prospettiva di cambiamento strutturale a favore...
Notizia del:

Tsipras e l'alleanza "strategica" con Israele

di Marx21.it Il 15 giugno si è svolto a Salonicco, in Grecia, il III Consiglio di Cooperazione ad alto livello tra Grecia e Israele e il vertice trilaterale tra Grecia, Cipro e Israele,...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa