/ La Russia ha perso il suo seggio nel Consiglio dei diritti umani ...

La Russia ha perso il suo seggio nel Consiglio dei diritti umani dell'ONU. L'Arabia Saudita No.

La Russia ha perso il suo seggio nel Consiglio dei diritti umani dell'ONU. L'Arabia Saudita No.
 

Per la prima volta dal 2006, la Russia non sarà un membro del Consiglio dei diritti umani delle Nazioni Unite, superata per un soffio dalla Croazia nella votazione di oggi.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Per la prima volta dal 2006, la Russia non diventerà un membro del Consiglio dei diritti umani delle Nazioni Unite essendo stata superata per un soffio dalla Croazia nel voto di oggi. Inoltre, gli Stati Uniti d'America e l'Arabia Saudita hanno ottenuto i voti necessari a far parte del consesso, nonostante le critiche da parte delle organizzazioni per i diritti umani.
 
Presso la sede delle Nazioni Unite, che ha condotto l'elezione di 14 dei 47 membri del Consiglio dei diritti umani, l'Ungheria ha ricevuto i voti dei 144 paesi membri, rispetto ai 114 di Croazia ed i 112 della Russia.
 
Poco prima della votazione molte organizzazioni hanno sollevato la loro protesta, contro le attività russe in Siria. Questa settimana è stata rilasciata una lettera firmata da circa 80 ONG affinché non venisse consentito alla Russia di far parte dell'organismo per le sue azioni in Siria.
 
Arabia Saudita, un membro con una reputazione più che dubbia
 
Le elezioni si sono svolte in un contesto di critiche da parte delle organizzazioni per i diritti umani non governative, che sostengono come l'organismo internazionale sia dominato da regimi oppressivi che cercano di sviare le critiche e spingere i propri programmi.
 
L&# 39;Arabia Saudita ha ricevuto 152 voti nel ballottaggio regionale in Asia. Ciò significa che il paese arabo parteciperà in seno al CDU con la Cina, il Giappone e l'Iraq per i prossimi tre anni.
 
L'Arabia Saudita ha utilizzato la sua influenza sul Consiglio per bloccare qualsiasi indagine dall'esterno e, allo stesso tempo, ha gestito con successo una risoluzione in cui accusa lo Yemen, uno dei suoi alleati, di violazioni dei diritti umani.
 
Il governo di Riad ha effettuato 157 esecuzioni in Yemen solo nel 2015, una cifra che potrebbe essere superata quest'anno. Allo stesso modo, i critici del regime sono stati affrontati con l'arresto indiscriminato e le donne non godono di autonomia e uguaglianza di fronte alla legge nel regno saudita.
 
In innumerevoli occasioni l'Arabia Saudita ha impedito la visita degli ispettori del UNHRC che indagano sui casi di tortura, ingiustizia e discriminazione, e prima del voto ha rilasciato un opuscolo per dimostrare che non è colpevole di alcun crimine associato con la violazione dei diritti umani.
 
"Sosteniamo lo sviluppo delle donne a tutti i livelli, in conformità con i dettami della legge islamica, che garantisce la giusta parità di genere", si legge nella pubblicazione.
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: it.sputniknews.com

Russia: Stalin è il leader che gode di maggiore popolarità

Il secondo posto lo occupano Vladimir Putin e Aleksandr Pushkin, terzo Lenin

da Sputnik  Il leader sovietico Josif Stalin occupa il primo posto nella classifica delle figure di...
Notizia del:

Massacro del Donbass e recupero della Crimea. Il via libera dell'Albright e del National Democratic Institute

Risulta assai difficile dare un giudizio sull’incontro tra i presidenti di USA e Ucraina che si è...
Notizia del:     Fonte: https://www.welt.de

Il premio Pulitzer Seymour Hersh: Gli USA hanno bombardato la Siria senza che ci fosse stato un attacco chimico di Damasco

Gli Stati Uniti hanno bombardato la Siria pur sapendo che non c'era stato alcun attacco chimico ad opera di Damasco, ha spiegato, il giornalista Premio Pulitzer, Symur Hersh, dopo aver consultato diverse fonti statunitensi.

"Sappiamo che non c'è stato alcun attacco chimico. (...) I russi sono furiosi e noi che diciamo...
Notizia del:     Fonte: Associated Press

Coalizione guidata dagli Stati Uniti: Qualsiasi impegno da parte del governo siriano per sconfiggere l'ISIS è il benvenuto

La coalizione militare statunitense anti-ISIS accoglierà uno sforzo concertato del governo siriano o dai suoi alleati per sconfiggere il gruppo terroristico nelle sue rimanenti fortificazioni della Siria orientale, ha dichiarato un portavoce degli Stati Uniti.

Il colonnello dell'esercito USA Ryan Dillon, portavoce della coalizione anti ISIS, ha dichiarato ai giornalisti,...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Nasrallah: L'Arabia saudita è troppo codarda per scatenare una guerra contro l'Iran

Il Segretario generale di Hezbollah, Seyed Hasan Nasrallah ha dichiarato che il regime saudita è troppo debole e vile per lanciare una guerra contro l'Iran.

 In un discorso televisivo tenuto oggi per la Giornata Mondiale di al  , il segretario generale del Movimento...
Notizia del:

Tornano i sovietici! Il Corriere della Sera esagera con la russofobia...

Altra grande perla del giornalismo italiano: il Corriere della Sera cita fantomatiche «fonti sovietiche»

di Danilo Della Valle Era un po' la speranza nascosta di tutti gli oppressi della Terra, ieri il nostalgico...
Notizia del:

Macron non vede un successore legittimo ad Assad

Il presidente francese Emmanuel Macron, ritiene che oggi non v'è alcuna valida alternativa al presidente siriano Bashar al-Assad, per evitare che il paese diventi uno Stato fallito.

 "La nuova prospettiva che ho avuto su questo tema è che non ho dichiarato che la rimozione di...
Notizia del:

Lavrov: "I dati lo dimostrano. Gli Usa in Siria non stanno colpendo le postazioni del gruppo terrorista Al-Nusra"

Intervenendo in una conferenza stampa congiunta con il collega francese, il ministro degli esteri russo Lavrov sulla situazione in Siria ha dichiarato:   "La situazione è davvero...
Notizia del:     Fonte: Hispantv - Al Jazeera

Primi effetti degli avvertimenti della Russia: l'Australia sospende i bombardamenti in Siria

L'Australia ha annunciato la sospensione della sua partecipazione ai bombardamenti in Siria della cosiddetta coalizione anti ISIS.

"Come misura precauzionale, le operazioni di bombardamento della Forza di difesa australiana ADF, in Siria...
Notizia del:     Fonte: https://aawsat.com

Ex Ambasciatore USA in Siria: "Fallito il piano per rovesciare Assad". E avverte i curdi: "Pagheranno a caro prezzo la loro fiducia in Washington"

Secondo l'ex ambasciatore degli Stati Uniti in Siria, Washington ha fallito nei suoi piani di rovesciare il Presidente Assad.

Robert Ford, ex ambasciatore Usa in Siria (2010-2014), ha dichiarato ieri, nel corso di un'intervista...
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: it.sputniknews.com

Russia: Stalin è il leader che gode di maggiore popolarità

Il secondo posto lo occupano Vladimir Putin e Aleksandr Pushkin, terzo Lenin

da Sputnik  Il leader sovietico Josif Stalin occupa il primo posto nella classifica delle figure di...
Notizia del:

Cina, ecco chi è Liu Xiaobo Premio nobel.... della guerra

"Già fiero sostenitore della guerra di Bush all'Iraq e della protezione Usa ad Israele, nel 2006 Liu Xiaobo ha chiarito che la “modernizzazione significa in sostanza occidentalizzazione,...
Notizia del:

Il salvataggio delle banche venete "un colpo mortale all'Unione Bancaria europea" - Jacques Sapir

di Jacques Sapir, 24 giugno 2017 (Traduzione di Vocidall'estero)   Una crisi bancaria nell’Unione europea?   Ecco un’informazione che non è apparsa sulle prime...
Notizia del:

Lettera appello di Padre Zanotelli al Parlamento italiano: "Non firmate il CETA, un gigantesco regalo alle multinazionali"

In questi giorni è in discussione in Senato il CETA (Comprehensive Economic and Trade Agreement), l’accordo commerciale ed economico fra il Canada e la UE. Se sarà approvato sarà...
Notizia del:

Massacro del Donbass e recupero della Crimea. Il via libera dell'Albright e del National Democratic Institute

Risulta assai difficile dare un giudizio sull’incontro tra i presidenti di USA e Ucraina che si è...
Notizia del:

Professore australiano: "La fine dell'Isis? Quando la famiglia saudita sarà rimossa dal potere".

Quando i gruppi di Al-Qaeda sono stati cacciati da Aleppo, si è sancita la fine degli Elmetti Bianchi ad Aleppo. Quando la famiglia saudita sarà rimossa dal potere, si sancirà la...
Notizia del:     Fonte: Bloomberg

Il Piano di Trump per dominare il Mercato mondiale dell'Energia

L'Amministrazione Trump ha già iniziato la revisione della legislazione che limita lo sviluppo del settore energetico e cerca di eliminare gli ostacoli amministrativi per l'estrazione degli idrocarburi.

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, annuncerà la 'Settimana per l'Energia' per...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa