/ La scomparsa dei fatti: dov'è finita la catastrofe neoliberista i...

La scomparsa dei fatti: dov'è finita la catastrofe neoliberista in Argentina?

La scomparsa dei fatti: dov'è finita la catastrofe neoliberista in Argentina?
 

Nel tempo della post-verità i media mainstream scelgono i paesi da mettere all'indice come nel caso del Venezuela bolivariano, mentre gli amici neoliberisti come Macri in Argentina sono esenti da critiche

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it


di Fabrizio Verde
 

C’è un grande assente nelle notizie provenienti dall’America Latina: si tratta del catastrofico bilancio frutto dell’applicazione del liberismo più selvaggio, per un anno, in Argentina. 

 

Tutto ha avuto inizio quando alle elezioni ha vinto per un pugno di voti Mauricio Macri, avendo la meglio sul candidato espressione del kirchnerismo Daniel Scioli. L’imprenditore di origini italiane ha prevalso sull’avversario utilizzando una narrazione mendace: in campagna elettorale ha quasi esclusivamente parlato di maggiore efficienza e lotta a presunti ‘sprechi’. Una volta eletto, alla prova concreta dei fatti il discorso è stato molto diverso.

 

In un anno al potere, Mauricio Macri, presenta un bilancio che si può definire con un solo termine: catastrofico. Le principali tariffe, ossia acqua, energia elettrica e gas hanno subito forti rincari che vanno dal 200% al 2000%. L’inflazione ha fatto registrare un’impennata che l’ha portata al 50%, mentre la moneta nazionale, il Peso, si è svalutato del 40%. 

 

La politica di austerità selvaggia imposta dal regime macrista ha avuto un impatto drammatico sulle classi popolari, la vita economica e lo sviluppo del commercio. Secondo la Chiesa Cattolica 1,4 milioni di argentini sono scesi sotto la soglia di povertà. Nella capitale Buenos Aires, il tasso di povertà è passato dal 20% al 33%. Secondo dati resi noti dall’Istituto Nazionale di Statistica e Censimento (INEC), il 32% vive in povertà - quindi parliamo di 8,7 milioni di persone - mentre 1,3 milioni di persone, il 6,3% degli argentini, vive in condizioni di povertà estrema. 

 

Non va meglio dal punto di vista del lavoro, nell’ultimo anno sotto la gestione Macri, si sono verificati bel 200.000 licenziamenti. Un’ondata che sembra non conoscere fine. 

 

Senza dimenticare la decisione del governo di permettere alle imprese produttrici di aumentare del 6% il prezzo della quota mensile a partire dal 1 di febbraio. Aumento che va ad aggiungersi al 9% già decretato nello scorso agosto. 

 

Il risultato delle politiche applicate da un governo neoliberista fino al midollo e composto in larga parte da uomini provenienti dalle fila di multinazionali è sotto gli occhi di tutti, tranne che della stampa mainstream, evidentemente troppo impegnata a diffamare il socialismo bolivariano che resiste nonostante i colpi sempre più forti portati da un’implacabile guerra economica. Una stampa che ‘distratta’ da improbabili ingerenze russe su elezioni e referendum in giro per il mondo, finge di non vedere le sofferenze che patisce il popolo argentino. 

 

Secondo quanto rivelato dall’Istituto di Statistica e Censimento dell’Argentina (INDEC) le disuguaglianze sociali sono letteralmente esplose. Il 10% della popolazione più ricca ha ottenuto entrate di 25,6 superiori rispetto al 10% di popolazione più povera. 

 

Gli argentini più poveri vivono con 1.370 pesos (85 dollari) al mese, mentre i più ricchi possono godere di 34.998 pesos (2.173 dollari). Viene da chiedersi dove sono quegli stessi media e opinionisti vari sempre pronti a fustigare il Venezuela bolivariano che ha provveduto ad aumentare del 50% salari e pensioni per difendere il reddito dei lavoratori da guerra economica e inflazione indotta

L’Argentina ha chiuso l’anno 2016 con una caduta del 3,8% del PIL nel terzo trimestre, mentre l’attività industriale ha subito una contrazione del 4,1%. 

 

Il tutto avviene mentre il presidente Mauricio Macri che in campagna elettorale aveva promesso di portare il livello di povertà in Argentina a zero, si rimangia la promessa dicendo che questo è impossibile. 

 

A chi afferma, con evidente disonestà intellettuale, che il socialismo ha portato il Venezuela allo sfascio, bisognerebbe chiedere il neoliberismo selvaggio dove sta conducendo l’Argentina? La risposta è facile: allo stesso drammatico punto dove si trovò agli albori del nuovo secolo.  

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: http://www.granma.cu/

Usa-Cuba: Dichiarazione del Governo Rivoluzionario in risposta alle affermazioni di Donald Trump

Gli Stati Uniti non sono in grado di darci lezioni. Abbiamo serie preoccupazioni circa il rispetto e la garanzia dei diritti umani negli Usa

da Granma   Il 16 giugno 2017, il Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, in un discorso carico...
Notizia del:

Venezuela, Delcy Rodriguez rispedisce al mittente le pretestuose accuse di Angela Merkel

La Cancelleria tedesca in Argentina aveva rilasciato dichiarazioni lesive della sovranità venezuelana

di Fabrizio Verde   La Cancelliera tedesca Angela Merkel in occasione di un viaggio in Argentina ha...
Notizia del:     Fonte: teleSUR

Jeremy Corbyn, un vecchio amico dell'America Latina

Corbyn ha anche sostenuto i tentativi della Bolivia e del Venezuela di attuare politiche indipendenti e di tipo socialista

da teleSUR   L’Occidente ha atteso con ansia i risultati delle elezioni generali nel Regno Unito,...
Notizia del:     Fonte: teleSUR

La Russia al fianco del Venezuela nel contrasto alla guerra economica dell'opposizione

Mosca fornirà a Caracas 60000 tonnellate di grano al mese

  Il Ministro per il Commercio Estero del Venezuela, Jesus Faria, ha ringraziato la Russia per l’aiuto...
Notizia del:     Fonte: teleSUR

Il grido «Fuera Temer» torna a risuonare in Brasile

I manifestanti chiedono la convocazione di nuove elezioni affinché sia «il popolo a decidere chi governa»

di Fabrizio Verde   Migliaia di brasiliani tornano in piazza, questa volta a San Paolo, per gridare...
Notizia del:

«Lei è stato eletto democraticamente ma Nicolas Maduro no?» l'Eurodeputata Albiol ridicolizza l'oppositore venezuelano Borges

Forte intervento della portavoce della delegazione di Izquierda Unida presso il Parlamento Europeo

Proponiamo la trascrizione integrale del forte intervento pronunciato da Marina Albiol, Eurodeputata e portavoce...
Notizia del:     Fonte: Al Mayadeen

Israele capitola, vittoria di Barghouti e dei prigionieri palestinesi che pongono fine allo sciopero della fame

I prigionieri palestinesi nelle carceri israeliane hanno concluso il loro sciopero della fame che durava da 40 giorni dopo che il regime israeliano ha accettato parte delle loro richieste.

Come riporta il canale tv libanese in lingua spagnola, 'al Mayadeen', il Presidente dell'Associazione...
Notizia del:     Fonte: http://italia.embajada.gob.ve/

Dichiarazione Congiunta di Firenze dei gruppi parlamentari di Sinistra Europea e America Latina

GUE-NGL / Gruppi progressisti del PARLASUR / Parlamentari di Sinistra di PARLATINO, PARLACEN, PARLANDINO

  GUE-NGL / Gruppi progressisti del PARLASUR / Parlamentari di Sinistra di PARLATINO, PARLACEN, PARLANDINO 1....
Notizia del:

La Federazione Russa offre il suo aiuto al Venezuela

La Russia si rivolge a tutte le forze politiche venezuelane disposte al dialogo, per trovare una soluzione civile e pacifica alla crisi interna che attraversa il paese dell'America Latina

di Clara Statello   "La situazione interna del Venezuela non è una minaccia per la pace...
Notizia del:     Fonte: Telesur

Argentina: la Leader indigena Milagro Sala denuncia torture e molestie gravi in prigione

La parlamentare e leader indigena Milagro Sala, in carcere da oltre un anno in Argentina nonostante i tanti appelli nazionali ed internazionali per il suo rilascio, ha denunciato domenica di aver subito...
Le più recenti da ALBA LATINA
Notizia del:     Fonte: http://misionverdad.com/

Venezuela, 11 riflessioni sulla morte di Fabián Urbina e un giovane in uniforme

di Augusto Márquez - Mision Verdad   1. Nel mezzo di una protesta violenta convocata dall’opposizione presso l’Autopista Francisco Fajardo, ha perso la vita a causa di...
Notizia del:

Venezuela: un semplice video smonta mesi di fake news sul paese ridotto alla fame

Come mostra un video diffuso attraverso Facebook dall’imprenditore basco Agustin Otxotorena, nella capitale del Venezuela così come nel resto del paese la vita scorre normalmente nonostante la violenza terrorista dell’opposizione

di Fabrizio Verde   La narrazione post-veritiera del mainstream sul Venezuela mistifica la realtà...
Notizia del:

Venezuela, Maduro esalta il lavoro di Delcy Rodriguez: «Missione compiuta»

La ministra degli Estrei abbandona l'incarico per candidarsi all'Assemblea Costituente. Nominato nuovo ministro degli Esteri Samuel Moncada

  «Credo che la ministra degli Esteri, che deve lasciare l’incarico in quanto candidata all’Assemblea...
Notizia del:     Fonte: http://www.avn.info.ve/

La solidarietà del governo venezuelano ai familiari dei 43 studenti desaparecidos di Ayotzinapa

A nome del governo venezuelano e del presidente Nicolas Maduro, Delcy Rodriguez ha riconfermato vicinanza ai familiari delle vittime, abbandonati al proprio destino dalla giustizia e dal governo messicano

  Il governo venezuelano ha ribadito la propria vicinanza ai familiari dei 43 studenti desaparecidos di Ayotzinapa,...
Notizia del:

Delcy Rodriguez all'OSA presenta il modello di inclusione venezuelano. Smentito il leitmotiv della "crisi umanitaria"

Caracas, 20 giugno 2017. (MPPRE).- Grazie ai dati provenienti da organizzazioni internazionali come l'Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU), l'UNESCO, la Commissione Economica per l'America...
Notizia del:

Venezuela: individuato un terrorista coinvolto nella morte di Figuera. Ad Altamira cade un altro giovane

Fabian Urbina è stato colpito a morte da un agente della Guardia Nazionale Bolivariana durante un assalto violento

  Individuato uno degli assassini di Orlando Figuera, il giovane lavoratore pugnalato e poi arso vivo per...
Notizia del:

In Italia manifestazioni in solidarietà con la Rivoluzione Bolivariana

Nelle principali città italiane manifestazioni in solidarietà con il Venezuela

In concomitanza con la giornata di solidarietà con la Rivoluzione Bolivariana tenutasi a Bilbao, anche...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa