/ La scomparsa dei fatti: dov'è finita la catastrofe neoliberista i...

La scomparsa dei fatti: dov'è finita la catastrofe neoliberista in Argentina?

La scomparsa dei fatti: dov'è finita la catastrofe neoliberista in Argentina?
 

Nel tempo della post-verità i media mainstream scelgono i paesi da mettere all'indice come nel caso del Venezuela bolivariano, mentre gli amici neoliberisti come Macri in Argentina sono esenti da critiche

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it


di Fabrizio Verde
 

C’è un grande assente nelle notizie provenienti dall’America Latina: si tratta del catastrofico bilancio frutto dell’applicazione del liberismo più selvaggio, per un anno, in Argentina. 

 

Tutto ha avuto inizio quando alle elezioni ha vinto per un pugno di voti Mauricio Macri, avendo la meglio sul candidato espressione del kirchnerismo Daniel Scioli. L’imprenditore di origini italiane ha prevalso sull’avversario utilizzando una narrazione mendace: in campagna elettorale ha quasi esclusivamente parlato di maggiore efficienza e lotta a presunti ‘sprechi’. Una volta eletto, alla prova concreta dei fatti il discorso è stato molto diverso.

 

In un anno al potere, Mauricio Macri, presenta un bilancio che si può definire con un solo termine: catastrofico. Le principali tariffe, ossia acqua, energia elettrica e gas hanno subito forti rincari che vanno dal 200% al 2000%. L’inflazione ha fatto registrare un’impennata che l’ha portata al 50%, mentre la moneta nazionale, il Peso, si è svalutato del 40%. 

 

La politica di austerità selvaggia imposta dal regime macrista ha avuto un impatto drammatico sulle classi popolari, la vita economica e lo sviluppo del commercio. Secondo la Chiesa Cattolica 1,4 milioni di argentini sono scesi sotto la soglia di povertà. Nella capitale Buenos Aires, il tasso di povertà è passato dal 20% al 33%. Secondo dati resi noti dall’Istituto Nazionale di Statistica e Censimento (INEC), il 32% vive in povertà - quindi parliamo di 8,7 milioni di persone - mentre 1,3 milioni di persone, il 6,3% degli argentini, vive in condizioni di povertà estrema. 

 

Non va meglio dal punto di vista del lavoro, nell’ultimo anno sotto la gestione Macri, si sono verificati bel 200.000 licenziamenti. Un’ondata che sembra non conoscere fine. 

 

Senza dimenticare la decisione del governo di permettere alle imprese produttrici di aumentare del 6% il prezzo della quota mensile a partire dal 1 di febbraio. Aumento che va ad aggiungersi al 9% già decretato nello scorso agosto. 

 

Il risultato delle politiche applicate da un governo neoliberista fino al midollo e composto in larga parte da uomini provenienti dalle fila di multinazionali è sotto gli occhi di tutti, tranne che della stampa mainstream, evidentemente troppo impegnata a diffamare il socialismo bolivariano che resiste nonostante i colpi sempre più forti portati da un’implacabile guerra economica. Una stampa che ‘distratta’ da improbabili ingerenze russe su elezioni e referendum in giro per il mondo, finge di non vedere le sofferenze che patisce il popolo argentino. 

 

Secondo quanto rivelato dall’Istituto di Statistica e Censimento dell’Argentina (INDEC) le disuguaglianze sociali sono letteralmente esplose. Il 10% della popolazione più ricca ha ottenuto entrate di 25,6 superiori rispetto al 10% di popolazione più povera. 

 

Gli argentini più poveri vivono con 1.370 pesos (85 dollari) al mese, mentre i più ricchi possono godere di 34.998 pesos (2.173 dollari). Viene da chiedersi dove sono quegli stessi media e opinionisti vari sempre pronti a fustigare il Venezuela bolivariano che ha provveduto ad aumentare del 50% salari e pensioni per difendere il reddito dei lavoratori da guerra economica e inflazione indotta

L’Argentina ha chiuso l’anno 2016 con una caduta del 3,8% del PIL nel terzo trimestre, mentre l’attività industriale ha subito una contrazione del 4,1%. 

 

Il tutto avviene mentre il presidente Mauricio Macri che in campagna elettorale aveva promesso di portare il livello di povertà in Argentina a zero, si rimangia la promessa dicendo che questo è impossibile. 

 

A chi afferma, con evidente disonestà intellettuale, che il socialismo ha portato il Venezuela allo sfascio, bisognerebbe chiedere il neoliberismo selvaggio dove sta conducendo l’Argentina? La risposta è facile: allo stesso drammatico punto dove si trovò agli albori del nuovo secolo.  

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:

Venezuela, 23 elezioni in 18 anni, record mondiale: ma per i media è un "regime"!

Con le elezioni regionali previste per ottobre, il Venezuela avrà celebrato ben 23 elezioni in soli 18 anni. Un vero e proprio record mondiale in termini di democrazia e partecipazione popolare

di Fabrizio Verde   Con le elezioni regionali previste per ottobre, il Venezuela avrà celebrato...
Notizia del:     Fonte: Fox News

CIA: La presenza di Russia, Iran, Cuba e Hezbollah in Venezuela rappresenta un serio rischio per gli USA

Il direttore della CIA, Mike Pompeo, spiega i motivi per il quale il Venezuela costituisce un "grave rischio per gli Stati Uniti".

Durante un'intervista con l'emittente statunitense 'Fox News', ieri, Mike Pompeo Direttore della...
Notizia del:

Siamo tutti soldati di Maduro!

Siamo tutti soldati di Maduro perché come ebbe a dire il filosofo Fernando Buen Abad «non sarà per noi sufficiente l'eternità per pentirci, se non sapremo generare un gran movimento planetario a difesa della rivoluzione Venezuelana»

di Fabrizio Verde   «Siamo chavisti fino alla morte. E quando Maduro ordina, io mi vesto da soldato...
Notizia del:

Donald Trump parla apertamente di "opzione militare" contro il Venezuela

  Dal  suo club di golf di Bedminster (New Jersey), il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha affermato questo venerdì che il suo paese non scara "una possibile operazione...
Notizia del:     Fonte: Haaretz

Per Almagro Israele è una democrazia e rispetta i diritti umani, Il Venezuela No

Durante il suo primo viaggio a Gerusalemme, il segretario generale dell'OAS, Luis Almagro, ha elogiato l'impegno di Israele per la democrazia ed i diritti umani. In America Latina, invece, secondo Almagro, la "tentazione del totalitarismo sta prendendo corpo". Ogni riferimento al Venezuela non è affatto casuale.

"Come amici, Israele e l'America condividono i valori fondamentali come la democrazia ed i diritti umani,...
Notizia del:     Fonte: The Independent

The Independent: "Il complotto saudita contro l'Iran sul petrolio ha distrutto il Venezuela"

La battaglia per il prezzo del petrolio lanciata da Riad per affondare l'economia iraniana infine ha distrutto il Venezuela, secondo il quotidiano britannico 'The Independent'.

In un articolo pubblicato oggi sul quotidiano britannico, 'The Independent', si evidenzia come il regno...
Notizia del:

Le Madres in Argentina tornano ad occupare Plaza de Mayo dopo il primo caso di desaparecido "nella democrazia del Signor Macri"

Telesur L'organizzazione delle Madri e delle Nonne di Plaza de Majo ha dichiarato che venerdì occuperà la nota piazza per protestare contro Macri e richiedere il rilascio immediato...
Notizia del:

Santiago Maldonado: il primo desaparecido nell’Argentina di Macri

Diversi testimoni hanno visto Santiago correre per ripararsi dal fuoco. Non è riuscito ad attraversare il fiume e si era rifugiato sotto un albero. Dall’altra parte del fiume, quelli che erano riusciti a fuggire hanno visto Santiago rimanere lì accovacciato tra i 20 e i 25 minuti, fino a quando lo hanno perso di vista ma potevano sentire la voce di due dei gendarmi che avrebbero intimato a qualcuno “abbiamo qui uno” e un altro gendarme dire “sei in arresto”

da Contropiano* Il Centro di Studi Sociali e legali ha chiesto l’intervento urgente del Comitato sulle...
Notizia del:     Fonte: IRNA

L'Iran condanna le nuove sanzioni USA contro il Venezuela

Il Ministro degli Affari Esteri dell'Iran, Mohammad Javad Zarif, ieri ha condannato le sanzioni USA contro il Venezuela, aggiungendo che la Repubblica islamica è pronta ad aiutare il paese contro le pressioni esterne.

Il ministro degli Esteri iraniano ha fatto queste osservazioni, riportate dall'agenzia IRNA,  durante...
Notizia del:     Fonte: http://www.conelmazodando.com.ve/

Anziani costretti a rovistare tra i rifiuti per mangiare. Venezuela? No, Italia!

Alcune donne anziane sono costrette dalla fame ha rovistare tra la spazzatura per procurarsi del cibo. Una barbarie. Siamo nella Caracas del tanto vituperato Maduro? No, siamo in Italia

  L’Impero ordina e i bravi soldatini eseguono. Così anche sul Venezuela la politica italiana...
Le più recenti da ALBA LATINA
Notizia del:

Respingere le minacce di Trump contro il Venezuela

Dichiarazione del Centro Brasiliano di Solidarietà ai Popoli e Lotta per la Pace

  da cebrapaz.org.br Traduzione di Marx21.it Vari movimenti sociali e governi hanno condannato...
Notizia del:

Il Venezuela respinge la dichiarazione del portavoce del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti contro l’Assemblea Nazionale Costituente

Comunicato del Ministero degli esteri della Repubblica bolivariana del Venezuela Il Venezuela respinge la dichiarazione del portavoce del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti contro l’Assemblea...
Notizia del:     Fonte: teleSUR

Bolivia: Evo Morales ricorda la sanguinaria dittatura di Hugo Banzer

«Il dittatore Banzer, con la complicità di MNR ed FSB, aprì la strada all’era dei governi di fatto diretti dalla Central Intelligence Agency (CIA) e organizzati nel Plan Condor», ha affermato il presidente boliviano

  Il presidente della Bolivia, Evo Morales, ha ricordato la sanguinaria dittatura di Hugo Banzer Suárez,...
Notizia del:

Venezuela, 23 elezioni in 18 anni, record mondiale: ma per i media è un "regime"!

Con le elezioni regionali previste per ottobre, il Venezuela avrà celebrato ben 23 elezioni in soli 18 anni. Un vero e proprio record mondiale in termini di democrazia e partecipazione popolare

di Fabrizio Verde   Con le elezioni regionali previste per ottobre, il Venezuela avrà celebrato...
Notizia del:

"Perché siamo una minaccia? Perché il popolo venezuelano è esempio di dignità per il mondo"

"Se voi pensate di invaderci, il Vietnam sarà poco in confronto per il sacrificio eroico del nostro popolo"

Il discorso che ha emozionato e fatto saltare in piedi tutta l'Assemblea Costituente in Venezuela  "Se...
Notizia del:     Fonte: http://italia.embajada.gob.ve/

Venezuela, il Ministro degli Esteri ringrazia Cina e Russia per il loro sostegno in favore della sovranità nazionale

da italia.embajada.gob.ve   Il Ministro degli Esteri della Repubblica Bolivariana del Venezuela, Jorge Arreaza, ha ringraziato i governi della Repubblica Popolare Cinese e della Federazione...
Notizia del:     Fonte: http://www.radiomundial.com.ve/

Venezuela, violinista 'anti-Maduro' smentisce tutto. Cade ennesima fake news

«I media cercano sempre di fare un titolo sensazionalista per rendere virale un evento. Una grande percentuale di persone afferma quel che vede attraverso le reti sociali», ha affermato Wuilly Arteaga

di Fabrizio Verde   Il violinista Wuilly Arteaga, assurto a simbolo delle proteste contro il ‘regime’...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa