/ La Troika vuole commissariare l'Italia per "salvare" il MPS

La Troika vuole commissariare l'Italia per "salvare" il MPS

La Troika vuole commissariare l'Italia per salvare il MPS
 

Lidia Undiemi: "Con l'azionamento del MES, l'Italia farebbe la stessa fine della Grecia"

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

"La Troika vuole commissariare l'Italia per "salvare" il MPS. Abbiamo detto "NO" e adesso vogliono attaccare la nostra democrazia imponendo leggi e riforme contro i cittadini", ha scritto oggi Lidia Undiemi, esperta di diritto ed economia, tra le prime a denunciare il golpe morbido in atto con l'approvazione del Mes e Fiscal Compact ormai cinque anni fa.

Ascoltata telefonicamente da l'AntiDiplomatico ha precisato: "A distanza di quasi cinque anni dal mio primo appello, continuo la mia battaglia contro la Troika, perché il rischio è più vivo che mai oggi. L'utilizzo di meccanismi sovranazionali come il MES (O Fondo Salva Stati) per il salvataggio di Mps ci farebbe fare la stessa fine della Grecia".

E sarebbe la beffa delle beffe per un popolo, quello italiano, che il 4 dicembre ha mandato un chiaro messaggio opposto. "Attraverso le famigerate rigorose condizioni da applicare, riuscirebbero ad imporci tutte quelle 'riforme' dei mercati che sino ad oggi hanno chiesto, ottenendo la definitiva distruzione dei diritti dei lavoratori e del benessere dei cittadini".

Si tratta prima di tutto di una battaglia d'informazione. "Per questo mi rivolgo direttamente ai cittadini italiani per spiegare tutte i possibili scenari che potrebbero presto divenire reaòtà", ha concluso Lidia Undiemi, dando appuntamento ad una diretta streaming oggi alle 19.00 per rispondere direttamente alle domande di tutti.
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da L'intervista
Notizia del:

Libro in ricordo di Vittorio Arrigoni. "Il bambino che non voleva essere lupo" di Sabina Antonelli

di Patrizia Cecconi* Roma, 19 gennaio 2017, Nena News  Era il 2010. Esattamente il 31 maggio. In cinque compagne e in modo piuttosto riservato seguivamo l’azione della prima Freedom flotilla. Cercavamo...
Notizia del:

Intervista. Il vicepresidente dell'Uruguay, Raul Sendic: «La battaglia contro il Condor non si ferma»

Sul Venezuela: "Io e Pepe Mujica abbiamo espresso disaccordo sulle decisioni di Almagro"

di Geraldina Colotti* - Il Manifesto, 20 gennaio 2017 «Conoscere la verità, proteggere la memoria...
Notizia del:

Fulvio Scaglione: "Il Diavolo ad Aleppo ha le sembianze delle petro-monarchie sunnite e delle folli campagne 'democratiche'"

L'AntiDiplomatico intervista il noto giornalista italiano di ritorno da Aleppo: "I "moderati" sono stati presi in mezzo e l'Occidente, alla fin fine, è riuscito solo ad assecondare gli obiettivi dei jihadisti". Sugli "ospedali" di Aleppo est. "Erano tutti situati in edifici dove i jihadisti avevano anche installato strutture militari e gli aleppini comuni non erano ammessi."

di Alessandro Bianchi Su Aleppo sono state spese milioni di parole, fiumi di editoriali, miriadi di "appelli"...
Notizia del:

"Mi presento: in rete c'e' chi mi chiama troll di Putin"

  Ma come si fa ad identificare un troll di Putin? Grazie all’Unione Europea che lo ha finanziato, MYTHBUSTERS illumina la strada con i suoi mitici video, ad esempio “How to deal with...
Notizia del:

Vladimiro Giacche': "La proposta di Pitruzzella non e' nuova ma ricopia il Ministero della Verita' di Orwell"

Riproponiamo nella sua interezza l'intervista de il Fatto Quotidiano a Vladimiro Giacché, economista e filosofo, che come AntiDiplomatico abbiamo avuto il privilegio di intervistare varie...
Notizia del:

VIDEO. Missionaria argentina ad Aleppo smonta le fake news sulla Siria

Suor María Guadalupe de Rodrigo, suora argentina, è diventata popolare grazie a un video divenuto virale, attraverso il quale in poco più di un minuto risponde alle fake news delle...
Notizia del:

I fascisti incendiari di Ucraina e le complicita' europee. Parla un sopravvissuto al massacro di Odessa

«Vogliamo riunire le forze che in Ucraina sono portatrici di un punto di vista progressista, antifascista, internazionalista e antimperialista. Il paese è dominato da una ben organizzata minoranza...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa