/ Ma Amnesty International quando condannerà chi brucia vivi i chav...

Ma Amnesty International quando condannerà chi brucia vivi i chavisti e il fascismo in Venezuela

Ma Amnesty International quando condannerà chi brucia vivi i chavisti e il fascismo in Venezuela
 

Il fascismo reale dell'opposizione in Venezuela, che brucia vivi e ammazza i chavisti, viene nascosto e quindi legittimato dai media mainstream italiani e le varie Ong dei "diritti umani"

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it


di Fabrizio Verde

 

L’attacco al Venezuela continua con inaudita virulenza. Il paese sudamericano è assediato: all’interno da un’opposizione golpista che attraverso crescenti attacchi terroristici cerca la destabilizzazione dopo che è sostanzialmente fallito il tentativo di arrivare a una caduta del governo Maduro strozzando l’economia, bloccando la produzione in una fase delicata in cui il rezzo del petrolio ha subito una drastica caduta. 



 

Dall’esterno, il Venezuela è attaccato senza soluzione di continuità dal circuito mediatico mainstream e dai principali partito governativi in Europa. La situazione politica nella patria che fu di Bolivar e Chavez, viene letteralmente stravolta. La prima fase del lavoro sporco è portata avanti dai principali media come ‘La Repubblica, ‘Il Corriere della Sera’, ‘La Stampa’, ‘Il Fatto Quotidiano’, coadiuvati dalla tv di Stato, stravolgendo i fatti che si susseguono a Caracas. Le manifestazioni violente vengono raccontate come pacifiche, i morti a causa delle azioni terroristiche organizzate dall’opposizione di destra imputati all’azione repressiva del governo Maduro. Il paese viene descritto alla fame, ma non vengono riportati gli assalti ai magazzini dove gli oppositori distruggono tonnellate di cibo pronto per essere immesso in commercio. Che viene definito a ogni piè sospinto come ‘regime’. Sinistro parallelo con quanto accaduto in precedenza con Gheddafi e Assad. L’intento è quello di preparare l’opinione pubblica all’idea dell’invasione ‘umanitaria’?

 

La deformazione della verità continua imperterrita nonostante le smentite arrivino ormai dallo stesso campo avverso al chavismo: appena ieri l’ambasciata statunitense a Caracas ha diramato un comunicato dove allerta i cittadini nordamericani circa le manifestazioni dell’opposizione. Queste sono violente e tutt’altro che pacifiche, quindi i cittadini statunitensi sono invitanti a starne alla larga. Sulla stessa lunghezza d’onda anche il giornalista Ramon Camacho, molto seguito negli ambienti dell’opposizione venezuelana, che ha invitato i venezuelani a stare lontano dall’autostrada ‘Francisco Fajardo’, dove terroristi vicini alla MUD hanno attaccato la Guardia Nazionale Bolivariana con armi da fuoco. 

 

Se lo affermano loro, quando si accorgeranno di questo i media mainstream italiani? ‘La Repubblica’, ‘il Fatto Quotidiano’ e ‘Corriere della Sera’ in primis. Quando condanneranno le azioni terroristiche in Venezuela ineffabili ONG come Amnesty International? 

 

In seguito alla narrazione post-veritiera del circuito mainstream entra in campo la politica: attraverso risoluzioni o interrogazioni parlamentari, spesso basate sulle notizie distorte tratte dai media, il Partito Democratico, così come i partiti di destra, chiedono al governo di condannare la ‘repressione del regime di Maduro’, oppure di prendere iniziative affinché venga ‘ristabilita la legalità’. Di agire presso il governo di Caracas per salvaguardare la comunità italiana. 

 

Insomma, azioni strumentali volte a sommare ingerenze nefaste, alle azioni eversive organizzate dall’opposizione fascista.

 

Un modus operandi che legittima le azioni di crescente violenza terrorista poste in essere dall’opposizione al chavismo che si sente sempre più legittimata anche a compiere barbarie come l’omicidio a sangue freddo. L’ultima vittima dell’odio fascista risponde al nome di Jose Rivas Aranguen, candidato all’Assemblea Costituente, freddato con 11 colpi di pistola al volto mentre si apprestava a intervenire in un comizio organizzato a Maracay, nello Stato Aragua. 

 

Questo è il fascismo reale che agisce in Venezuela e viene sostenuto e legittimato dai media mainstream italiani e il Partito Democratico. 

 

Quello stesso fascismo reale che ha prodotto il barbaro assassinio del giovane lavoratore Orlando Figuera, dapprima accoltellato e poi dato alle fiamme perché colpevole di essere nero e chavista. 

 

Quello stesso fascismo reale che produce attentati contro la Guardia Nazionale Bolivariana e linciaggi contro i chavisti. 

 

A questo punto ci chiediamo: dov’è Amnesty International, dove sono le ONG, dove sono finiti i professionisti dei diritti umani? I nostri media perché continuano a mistificare? E il Partito Democratico cosa fa? In Italia si schiera a parole contro il fascismo, mentre lo sostiene in Venezuela?


P.s. Su Amnesty International che, come in passato soprattutto per il caso di Libia e Siria, ha scelto la via di testa di ponte dell'interventismo "umanitario" vi è questa importante lettera aperta a prima firma Adolfo Pérez Esquivel - Premio Nobel per la pace 1980. Carcerato e torturato dalla dittatura argentina.

Leggi Amnesty International e il Venezuela: una lettera critica al portavoce italiano R. Noury

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:

Venezuela: leader di opposizione ammette che le elezioni sono sempre state regolari (VIDEO)

Henry Ramos Allup, già presidente dell'Assemblea Nazionale controllata dall'opposizione, afferma che il i risultati delle elezioni in Venezuela non sono mai stati alterati

di Fabrizio Verde   Pezzo dopo Pezzo viene smontato il castello propagandistico fatto di menzogne contro...
Notizia del:

Ken Livingstone sulle accuse di spionaggio a Corbyn: «Troppo di sinistra anche per il KGB»

L'ex sindaco di Londra intervistato da RT

  L’ex sindaco di Londra Ken Livingstone, anche conosciuto come Ken il rosso, ha canzonato le accuse...
Notizia del:

Crisi umanitaria in Venezuela? Solo una fake news, afferma esperto dell'ONU

L'avvocato e storico statunitense Alfred de Zayas, esperto nel campo dei diritti umani, ha messo in guardia sull'uso del termine crisi umanitaria per intervenire in Venezuela e rovesciare l'attuale governo

di Fabrizio Verde   «Ho comparato le statistiche del Venezuela con quelle di altri paesi e non...
Notizia del:

Viola Carofalo (Potere al Popolo) a Pagina12: «Il Venezuela nostra principale fonte d'ispirazione»

La giovane ricercatrice universitaria di Napoli è stata nominata "capo politico" del nuovo partito della sinistra italiana, Potere al Popolo, che cercherà di emulare i suoi pari di Spagna e Francia alle elezioni generali del 4 marzo

di Federico Larsen - Pagina12   Il suo movimento è stato accolto in Europa come la rinascita...
Notizia del:

"Il Venezuela è un pioniere nel mondo". Nicolas Maduro annuncia la pre-vendita della criptomoneta Petro

RT  Questo mercoledì inizia la prevendita del cosiddetto Petro, una criptovaluta diversa da tutte le altre perché creata direttamente dal governo venezuelano e sostenuta dalle...
Notizia del:

Attivista indigena denuncia: «I media nascondono gli interessi europei in Guatemala»

La redazione di Cubainformación TV ha intervistato Aura Lolita Chávez Ixcaquic

di Fabrizio Verde   Aura Lolita Chávez Ixcaquic, leader del Consiglio dei popoli K'iche per...
Notizia del:

Honduras, la denuncia di Nasralla: «Hernandez controlla il crimine organizzato»

Intanto il partito di governo dopo aver scippato l'elezione accusa i leader dell'opposizione di fomentare la violenza e di collegamenti con il narcotraffico

  Oltre il danno la beffa. I leader dell’opposizione in Honduras - il candidato dell’Alleanza...
Notizia del:

Venezuela: l'impatto delle sanzioni USA colpisce tutto il popolo

L'economista e direttore di Datanalisis, Luis Vicente León, ha chiarito che le sanzioni applicate al Venezuela colpiscono tutti allo stesso modo

da Lechuguinos   Il direttore della società Datanalisis in Venezuela, Luis Vicente León,...
Notizia del:

Il governo di Caracas respinge i tentativi USA di provocare un colpo di stato in Venezuela

Telesur (Traduzione de l'AntiDiplomatico) Il governo della Repubblica bolivariana del Venezuela ha chiesto a Washington di "fermare immediatamente tutti gli assalti e le minacce"...
Notizia del:

La Russia condanna le dichiarazioni di Tillerson sull'America Latina: "Noi lavoreremo per costruire ponti e non muri"

Il ministero degli Esteri russo ha duramente criticato martedì le dichiarazioni del segretario di Stato nord-americano Rex Tillerson contro quella che questi ha definito "la crescente presenza...
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: SANA

Siria: la Francia, sponsor del terrorismo, non farà parte del processo di pace

La Francia "non è abilitata" a svolgere un ruolo nel processo di pace in Siria, per il suo supporto al terrorismo ha le mani macchiate del sangue dei siriani, ha avvertito il Ministero degli Affari Esteri siriano in un comunicato.

Nella lettera, inviata in due copie alle Nazioni Unite (ONU) e il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite...
Notizia del:     Fonte: TASS

Russia: "Psicosi di massa" sul Ghouta dei media occidentali non aiuta la situazione

Il Segretario generale delle Nazioni Unite ha chiesto un immediato cessate il fuoco nel Ghouta Orientale, sobborgo di Damasco per fornire aiuti umanitari alla popolazione ed evacuare i feriti.

Il Consiglio di sicurezza dell'ONU si è riunito con urgenza ieri su iniziativa della Russia per affrontare...
Notizia del:     Fonte: Ruptly

VIDEO. Portavoce YPG: Le forze siriane sono venute per difendere Afrin, ma nessun accordo con Damasco

Il portavoce delle YPG curde di Afrin ha dichiarato ai giornalisti che un numero crescente di forze del governo siriano si è unito alla loro lotta contro la Turchia ad Afrin "per difendere il suolo della patria", ma ha negato il raggiungimento di un accordo con Damasco.

Il portavoce delle YPG ha dichiarato che "[le Forze popolari siriane] sono venute qui per difendere il suolo...
Notizia del:     Fonte: TASS - Interfax

Mosca: "La crisi del Ghouta orientale è colpa di chi sostiene i terroristi"

I terroristi non permettono ai civili di lasciare le aree sotto il loro controllo, impedendo l'operazione del corridoio umanitario, secondo il Centro russo per la riconciliazione delle parti in conflitto in Siria.

"La responsabilità della situazione nel Ghouta Orientale(sobborgo di Damasco) è di coloro...
Notizia del:     Fonte: RT

"L'obiettivo della risoluzione proposta all'ONU è rovesciare il governo siriano"

Le delegazioni di Svezia e Kuwait hanno presentato all'ONU una bozza di risoluzione sull'introduzione di un cessate il fuoco per 30 giorni in Siria, per la Russia è solo una proposta per rovesciare il governo siriano.

L'obiettivo della risoluzione proposta all'ONU sembra essere il rovesciamento del governo siriano, ha...
Notizia del:     Fonte: Der Tagesspiegel

Intelligence tedesca: è ora di iniziare un dialogo con Assad sulla lotta al terrorismo

Il capo dei servizi segreti tedeschi, Bruno Kahl, ha sottolineato la necessità di avviare un dialogo con le autorità siriane e il presidente Bashar al-Assad in materia di lotta contro il terrorismo.

Come ha riportato il quotidiano tedesco 'Der Tagesspiegel, finora la proposta di Bruno Kahl capo del BND il...
Notizia del:

Padre salesiano di Damasco su Ghouta: "Ma quali vittime perseguitate dal regime. È l’esatto contrario, sono terroristi che sparano missili contro le nostre scuole"

"Voi europei invece appoggiate i terroristi che colpiscono la gente innocente. Questo è inaccettabile e qualcuno deve dirlo"

Ogni volta, ogni volta, ribadiamo ogni volta che l'esercito siriano è impegnato a liberare il SUO...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa