/ Nasrallah: "La decisione idiota di Trump suonerà come l'inizio de...

Nasrallah: "La decisione idiota di Trump suonerà come l'inizio della fine di Israele."

Nasrallah: La decisione idiota di Trump suonerà come l'inizio della fine di Israele.
 

Sugli Stati Uniti. "Non devono mai più essere il padrino del processo di pace, sono i padrini di Israele, sono i padrini del terrorismo, sono i padrini del dissenso e della lite"

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Il leader di Hezbollah, Sayed Hassan Nasrallah, ha chiesto una terza intifada nei territori palestinesi occupati per affrontare il progetto sionista e USA nella regione. Lo riporta l’edizione francese di Al Manar. "Il popolo palestinese ha la responsabilità primaria di questa sfida ... e siamo pronti a sostenerli, per dare loro tutto il supporto di cui hanno bisogno", ha dichiarato Nasrallah, che ha proseguito sostenendo che se i palestinesi si rifiutano di inchinarsi al diktat di americani e israeliani "nessuno al mondo sarà in grado di togliergli un altro pollice dalla loro terra".
 




Rivolgendosi all'Autorità palestinese, ai governi arabi e musulmani, alla Lega araba e all'Organizzazione degli Stati islamici, il leader libanese ha consigliato di non fidarsi più degli Stati Uniti e di abbreviare tutti i negoziati, attraverso la loro mediazione, fino a quando il presidente degli Stati Uniti Donald Trump non rinuncerà alla sua decisione di riconoscere Gerusalemme al-Quds come capitale dell'entità sionista.

"Non devono mai più essere il padrino del processo di pace, sono i padrini di Israele, sono i padrini del terrorismo, sono i padrini del dissenso e della lite", ha affermato. "Quanto a noi di Hezbollah, anche noi assumeremo le nostre responsabilità ... Chiedo un accordo tra tutte le fazioni della resistenza nella regione al fine di sviluppare una strategia comune per affrontare il progetto sionista americano", ha detto.

"Noi nell'Asse della Resistenza abbiamo appena completato una feroce battaglia pluriennale contro il terrorismo. Ci impegniamo affinché la Palestina diventi l'obiettivo principale della battaglia ", ha aggiunto.

E poi la conclusione: “La decisione idiota di Trump suonerà come l'inizio della fine di Israele."
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: RT

La Russia esorta alla cessazione delle "ambizioni occupanti" degli Stati Uniti in Siria

Mosca esorta gli Stati Uniti a smettere di fare minacce irresponsabili contro la Siria, attraverso l'inviato speciale della Russia all'ONU, Vasili Nebenzia, durante la riunione del Consiglio di sicurezza dell'ONU.

"L'obiettivo di lottare contro terroristi non deve essere una cortina fumogena per realizzare questi...
Notizia del:     Fonte: Al Mayadeen

Nasrallah: Gli Stati Uniti continuano a complottare contro l'Asse della Resistenza

Nasrallah ha insistito sulla necessità di sostenere la Resistenza per contrastare i complotti degli interni ed esterni.

Il Segretario generale di Hezbollah Sayyed Hassan Nasrallah, ha avvertito che gli Stati Uniti, dopo aver fallito...
Notizia del:     Fonte: http://eng.mil.ru

"I terroristi bloccano l'invio di aiuti ai civili nel Ghouta Orientale"

Le azioni dei gruppi armati in Siria ostacolano il processo di pace e provocano misure reciproche da parte delle forze governative, si legge nella dichiarazione del ministero della Difesa russo.

I leader dei gruppi terroristici Jaysh Al-Islam e Jabhat Al-Nusra aggravano deliberatamente la situazione a Ghouta...
Notizia del:

Quello che i grandi media non ti raccontano su Ghouta Orientale

I media accusano nuovamente Assad di crimini contro l'umanità e diffondono la posizione dei paesi occidentali, rifiutandosi di prendere in considerazione gli argomenti del governo siriano stesso e di riconoscere la complessità della situazione

Sputnik   Il sobborgo orientale di Ghouta, a est della capitale siriana, ha occupato le prime pagine,...
Notizia del:     Fonte: SANA

Siria: la Francia, sponsor del terrorismo, non farà parte del processo di pace

La Francia "non è abilitata" a svolgere un ruolo nel processo di pace in Siria, per il suo supporto al terrorismo ha le mani macchiate del sangue dei siriani, ha avvertito il Ministero degli Affari Esteri siriano in un comunicato.

Nella lettera, inviata in due copie alle Nazioni Unite (ONU) e il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite...
Notizia del:     Fonte: TASS

Russia: "Psicosi di massa" sul Ghouta dei media occidentali non aiuta la situazione

Il Segretario generale delle Nazioni Unite ha chiesto un immediato cessate il fuoco nel Ghouta Orientale, sobborgo di Damasco per fornire aiuti umanitari alla popolazione ed evacuare i feriti.

Il Consiglio di sicurezza dell'ONU si è riunito con urgenza ieri su iniziativa della Russia per affrontare...
Notizia del:     Fonte: Ruptly

VIDEO. Portavoce YPG: Le forze siriane sono venute per difendere Afrin, ma nessun accordo con Damasco

Il portavoce delle YPG curde di Afrin ha dichiarato ai giornalisti che un numero crescente di forze del governo siriano si è unito alla loro lotta contro la Turchia ad Afrin "per difendere il suolo della patria", ma ha negato il raggiungimento di un accordo con Damasco.

Il portavoce delle YPG ha dichiarato che "[le Forze popolari siriane] sono venute qui per difendere il suolo...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa