/ Perché il debito estero della Colombia è raddoppiato?

Perché il debito estero della Colombia è raddoppiato?

Perché il debito estero della Colombia è raddoppiato?
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it


di Federico Kucher e Pablo Wahren - CELAG
 

Da anni la Colombia si trova in una situazione di rallentamento economico sostenuto. Tuttavia, in questo periodo c’è un indicatore che non ha smesso di crescere: il debito estero. Secondo i dati della Banca Centrale colombiana (BANREP) tra il 2013 e il 2016 il debito estero è raddoppiato in rapporto al PIL (Prodotto Interno Lordo) passando dal 24,2% al 42,5%. 

 

Perché si verifica questo fenomeno e quali sono le sue conseguenze?

 

Il calo dei prezzi del petrolio iniziato nel 2014 ha mostrato le debolezze dell'economia colombiana e il processo di re-primarizzazione della struttura produttiva subita dal paese negli ultimi decenni. Nel 1993, il prodotto interno lordo industriale rappresentava il 20,5% del PIL totale, nel 2013 tale cifra era scesa di quasi la metà (11,6%). L'industria come motore di crescita e sviluppo ha lasciato il posto al settore primario, in particolare nel settore minerario e petrolifero.

 

In tal modo, il paese ha aumentato la sua vulnerabilità verso gli shock esterni associati ai cambiamenti dei prezzi delle materie prime.

 

Tra il 2013 e il 2016 il prezzo del petrolio (WTI) è calato del 55,9%. Il colpo si è sentito forte nell'economia. Nel 2013, il deficit commerciale (esportazioni meno le importazioni) rappresentava lo 0,1% del PIL, invece nei tre anni successivi il saldo è stato negativo del 4,5% in media .



 

Il commercio estero è la fonte di finanziamento più genuina che un paese possiede, in quanto implica l'accumulazione della valuta estera necessaria per il funzionamento dell'economia a partire dalla produzione. Ma dal 2013 questa voce vede l'uscita di dollari dal paese. La scarsa performance commerciale ha aggiunto carburante al fuoco approfondendo il già significativo deficit di conto corrente registrato dal paese. I conti, oltre all'equilibrio commerciale, comprendono, ad esempio, la remunerazione degli utili (profitti che le multinazionali girano alle loro società madri nel paese di origine), che è in genere la strada che imbocca il flusso di valuta estera delle economie latino-americane. Questa voce nel 2013 ha mostrato un disavanzo del 3,2%, mentre nel corso degli anni successivi si è verificato un saldo negativo del 5,3%.

 

Il flusso di valuta estera attraverso questi canali è stato accompagnato anche da un aumento delle fughe di capitale. 

 

Pertanto, il debito estero si è raddoppiato per finanziare il deficit commerciale, il disavanzo delle partite correnti e il flusso di capitali. A causa dell'alto tasso di indebitamento, anche l'interesse sul debito comincia ad essere una modalità importante di perdita della valuta estera. L'indebitamento non è gratuito perché deve essere rimborsato e con gli interessi. In questo senso, è preoccupante che i dollari entrati nel paese attraverso il debito, invece di generare capacità di rimborso (attraverso investimenti che consentono la genuina generazione di valuta estera) stanno attraversando canali improduttivi. Se questa politica non viene invertita, la dipendenza dall'indebitamento sarà sempre maggiore e l'esposizione agli shock esterni (come gli aumenti del tasso di interesse internazionale) diventerà sempre più pericolosa.

 

Il debito estero a sua volta impone condizioni economiche poiché le agenzie di rating del rischio, i creditori e le organizzazioni internazionali richiedono determinate misure per sostenere il flusso dei fondi. Proprio in questo momento è necessario creare nuove politiche che permettano di mettere al servizio degli investimenti, la produzione e il lavoro i frutti del lavoro colombiano che oggi prendono la via della fuga di capitali. 

 

(Traduzione dallo spagnolo per l’AntiDiplomatico di Fabrizio Verde)

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:

«Venezuela in default», una notizia costruita a fini politici

Possiamo fidarci degli annunci dati dai soliti noti della stampa mainstream in servizio perenne contro la Repubblica Bolivariana del Venezuela?

di Fabrizio Verde   I titoli sono ad effetto. «Il Venezuela è in default», gridano....
Notizia del:

Colombia, il massacro censurato. Ogni 6 giorni viene assassinato un ex combattente

E Santos parla tutti i giorni di democrazia e diritti.... in Venezuela

  di Geraldina Colotti* Ormai lo dicono anche i grandi media colombiani: ogni sei giorni, viene...
Notizia del:     Fonte: http://italia.embajada.gob.ve/

Venezuela: parte il il rifinanziamento e la ristrutturazione di tutti i debiti esteri

  Il Presidente della Repubblica Bolivariana del Venezuela, Nicolás Maduro, ha annunciato questo giovedì che sarà creata una Commissione Speciale Presidenziale per iniziare il...
Notizia del:

Geraldina Colotti - Possono la Colombia di Santos e l'Argentina di Macri dare lezioni di democrazia?

di Geraldina Colotti* Qual è il livello di credibilità di Manuel Santos, presidente di una Colombia in cui puoi essere ammazzato impunemente per aver difeso la terra, il posto di lavoro...
Notizia del:

La stampa italiana parla di brogli in Venezuela, la prof. Riccio denuncia: «Giornalismo senza etica»

La docente di Lingua e Letterature ispano-americane presso la Facoltà di Lingue e Letterature straniere dell’Istituto Universitario Orientale di Napoli ai microfoni de l'AntiDiplomatico evidenzia inoltre come Maduro sia un «uomo politico di grande taglia»

di Fabrizio Verde   All’indomani della netta vittoria ottenuta dal Partito Socialista Unito del...
Notizia del:

Manovre militari Usa in Colombia e Perù: il Condor plana di nuovo sull'America latina

di Geraldina Colotti*   Il Condor plana di nuovo sull'America latina. E ha le sembianze di Temer, il golpista corrotto che sta svendendo il Brasile e la sovranità nazionale. A novembre...
Notizia del:

Colombia, la polizia spara contro la missione Onu. Chi è il dittatore tra Maduro e Santos?

L’Onu denuncia l’attacco della polizia colombiana contro la sua missione umanitaria che aveva l’autorizzazione per muoversi nella regione di Tumaco. Basterebbe questo per fermare tutte...
Notizia del:

Colombia, il massacro di contadini che mette a rischio il processo di pace

In Italia non lo leggete perché il paese in considerazione è nell'orbita dei paesi vassalli degli Stati Uniti e addirittura sta negoziando l'apertura di basi militari Nato. In...
Notizia del:

Nuove FARC, stessa rivoluzione

Nasce la Fuerza Alternativa Revolucionaria del Común. Uno dei partiti politici di sinistra più grandi ed importanti dell'America Latina

di L. Alberto Rodríguez - Buitres en la Ciudad   Non sono mancati gli uccelli del mal augurio...
Notizia del:

Geraldina Colotti - Papa Bergoglio in Colombia. "Ma, nel gendarme Usa nella regione, di quale pace stiamo parlando?"

"Ma di quale pace si può parlare in una Colombia che pullula di basi militari Usa e il cui ruolo di gendarme nella regione è pari a quello giocato da Israele in Medioriente? Di quale pace si può parlare in un paese di antiche storture e profonde disuguaglianze?"

di Geraldina Colotti* Dal 6 al 10 settembre, i riflettori saranno tutti per il papa Bergoglio, che si reca...
Le più recenti da ALBA LATINA
Notizia del:

L'irrefrenabile e insana passione di Pierferdinando Casini per il golpismo venezuelano

Questa volta il nostro ha voluto dedicare un affettuoso tweet al latitante Antonio Ledezma dipingendolo come un perseguitato politico

di Fabrizio Verde   Sempre dalla stessa parte. Quella del golpismo in Venezuela. Il ‘moderato’...
Notizia del:

Così in Argentina si è installata una dittatura mafiosa

Prof. Jorge Beinstein (docente dell'Università di Buenos Aires): "L'avventura macrista non si appoggia su un mito globale sufficientemente credibile, e neppure promette prosperità e libertà. La sua ascesa ricompone l'odio classista con esplosioni di razzismo e accanimento conservatore, mentre i suoi referenti globali-occidentali, gli Stati Uniti e L'Unione Europea mostrano quotidianamente il loro declino economico e il deterioramento istituzionale."

di Jorge Beinstein* da alainet.org Traduzione di Marx21.it Mancano solo alcuni piccoli aggiustamenti...
Notizia del:     Fonte: Embajada de la República Bolivariana de Venezuela en Italia

Il Governo Bolivariano condanna la decisione di Mariano Rajoy di accogliere il latitante venezuelano Antonio Ledezma

  Il Ministero del Potere Popolare per gli Affari Esteri della Repubblica Bolivariana del Venezuela esprime la sua indignazione per la decisione del primo ministro spagnolo, Mariano Rajoy, che ha...
Notizia del:

«Venezuela in default», una notizia costruita a fini politici

Possiamo fidarci degli annunci dati dai soliti noti della stampa mainstream in servizio perenne contro la Repubblica Bolivariana del Venezuela?

di Fabrizio Verde   I titoli sono ad effetto. «Il Venezuela è in default», gridano....
Notizia del:

Russia e Venezuela firmano un accordo per la ristrutturazione del debito di Caracas

Mosca e Caracas hanno firmato un accordo per la ristrutturazione del debito venezuelano. Lo conferma il Ministero delle Finanze russo in una nota ufficiale. L'importo del debito consolidato ammonta...
Notizia del:     Fonte: Embajada de la República Bolivariana de Venezuela en Italia

Venezuela: inizia processo di rifinanziamento del debito estero

Il Governo della Repubblica Bolivariana del Venezuela desidera informare che è stato avviato, con grande successo, il processo di rifinanziamento del debito estero come strategia

Il Governo della Repubblica Bolivariana del Venezuela desidera informare che è stato avviato, con grande...
Notizia del:

Venezuela, approvata legge contro crimini d'odio chiesta dal popolo

La ‘Ley Constitucional contra el Odio, por la Convivencia Pacífica y la Tolerancia’ sanziona tutti i modi possibili in cui la violenza e l'odio vengono generati, riprodotti e ramificati

da teleSUR   L'Assemblea Nazionale Costituente (ANC) ha approvato all'unanimità la ‘Ley...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa