/ Se la strage alla moschea in Canada “è colpa di Trump”, allora pe...

Se la strage alla moschea in Canada “è colpa di Trump”, allora per la proprieta' transitiva gli attentati in Europa...

Se la strage alla moschea in Canada “è colpa di Trump”, allora per la proprieta' transitiva gli attentati in Europa...
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
 
E il Premio Oscar? “Come si può impedire al siriano Raed al-Saleh l’ingresso negli USA quando il film di Clooney “White Helmets” (l’organizzazione “umanitaria” creata da Raed al-Saleh) sarà presentato nella Notte degli Oscar”?



Si strugge la stampa negli USA dimenticando che, il 18 aprile 2016, al-Saleh fu fatto reimbarcare all’aeroporto Washington in quanto già inserito dalla Homeland Security in una lista di fiancheggiatori di jihadisti da tenere lontani dal suolo americano. È solo una delle grottesche contraddizioni che stanno costellando le “mobilitazioni” strombazzate dai media mainstream (in realtà, a scendere in piazza sono quattro gatti) contro la decisione di Trump (sostanzialmente identica a quella di Obama nel 2011) di sospendere, per sei mesi, l’ingresso negli USA ai cittadini di alcuni paesi islamici.

Ad esempio, la strage alla moschea di Quebec City. Per i media ci sarebbe dietro, se non la mano, certamente l’ideologia di Trump, considerando come la bufalara Site Intelligence Group ha catalogato gli attentatori. Ma, visto che questo parrebbe essere il metodo per identificare i mandanti, come mai nessun media, finora, aveva denunciato, per gli attentati jihadisti in Europa, la “responsabilità morale” di Obama e della Clinton?
 

Francesco Santoianni
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:

Giornalista Usa: "Il nostro ruolo è controllare esattamente quello che la gente pensa"

Nel corso di una vivace discussione incentrata sui timori che il presidente Trump stia "cercando di minare i media", il giornalista della MSNBC Mika Brzezinski si lascia sfuggire finalmente...
Notizia del:

Dopo un mese di presidenza, "Trump barcolla ma tiene" (nonostante i neo-con)

Piccole Note L’elezione di Trump aveva fatto sperare nell’inizio di un dialogo tra Stati Uniti e Russia. Purtroppo non è andata così e con le dimissioni...
Notizia del:     Fonte: kp.ru

Cosa potrebbe accadere se Trump attaccasse l'Iran?

Esperti e analisti hanno analizzato le possibili conseguenze di un attacco degli USA all'Iran.

Dopo l'insediamento alla Casa Bianca, Donald Trump, ha descritto l'Iran come lo "stato numero del...
Notizia del:

Il New York Times si chiede: "Come possiamo sbarazzarci di Trump?"

Nicholas Kritof, punta di diamante dell’organo di riferimento dell’interventismo bellico “umanitario”, il New York Times, scrive all’inizio del suo ultimo articolo: “Stiamo...
Notizia del:

"Odio Trump, ma odio anche gli ipocriti che lo condannano e fanno come e persino peggio di lui".

di Giorgio Cremaschi L'Antidiplomatico ci ha recentemente ricordato tutti i muri costruiti dai governi dell'Unione Europea, che oggi contesta quelli di Trump. Che appoggia il muro e la...
Notizia del:     Fonte: cbsnews

Donald Trump conferma di voler creare "zone sicure" in Siria

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ieri, ha dichiarato che il suo paese creerà "zone sicure" in Siria e in altri paesi del Medio Oriente.

"I paesi (arabi) Golfo dovrebbero pagare per le aree sicure in Siria dove la gente possa rimanere per evitare...
Notizia del:     Fonte: http://internacional.elpais.com/

Trump attacca il mainstream: «I media fake news nemici del popolo americano»

Una presa di posizione forte che va a confutare chi invece cerca in ogni modo di collegare le fake news solo ed esclusivamente alla rete

di Fabrizio Verde   A Washington impazza la contesa tra Donald Trump e i media mainstream. Dall’elezione...
Notizia del:     Fonte: http://vocidallestero.it/

Financial Times: Gli Usa non dovrebbero incolpare il Messico per il deficit commerciale, ma la Germania

Il disavanzo complessivo della bilancia commerciale si può ridurre concentrandosi sui deficit commerciali bilaterali con i singoli paesi

  di Matthew C. Klein, 1 febbraio 2017 - vocidallestero.it Traduzione di Margherita Russo A partire...
Notizia del:     Fonte: Wall Street Journal

Alto tradimento? L'intelligence Usa oscura informazioni a Trump

Secondo quanto riporta il ‘Wall Street Journal’ i servizi segreti a stelle e strisce avrebbero deciso di non condividere tutte le informazioni in loro possesso con Donald Trump

  Grande è la confusione sotto al cielo statunitense. Cresce la sfiducia reciproca tra i servizi di...
Notizia del:     Fonte: teleSUR

Fake news contro il Venezuela: Caracas apre procedimento sanzionatorio nei confronti della CNN

La denuncia di Maduro: «La CNN promuove un intervento contro il Venezuela»

di Fabrizio Verde   La Commissione Nazionale per le Telecomunicazioni del Venezuela (Conatel) ha diffuso...
Le più recenti da I media alla guerra
Notizia del:

Tutto quello che non torna del Video Virale dell'assassinio di Kim Jong-nam

L'omicidio di Kim Jong-nam comincia tanto a somigliare a quella, surreale, di Hyon Song-wol, fidanzata “fatta uccidere in quanto protagonista di un film porno”.

  Ma come è possibile che tutti i blasonati “giornalisti” mainstream abbiano diffuso,...
Notizia del:

La nuova bufala del mainstream contro la Siria si chiama "bombardamenti al cloro"

Brucia ancora ai media mainstream la liberazione di Aleppo. Che ora rispondono diffondendo la “notizia”– patrocinata da un Rapporto di Human Rights Watch (HRW) –...
Notizia del:

"Frecce avvelenate" o "spray chimico?" Le ipotesi strampalate dei media bufalari sulla morte del fratellastro di Kim

Sembra la trama di uno sgangherato thriller di quart’ordine questa storia dell’”assassinio” di Kim Jong-nam, fratellastro del vituperatissimo leader nordcoreano Kim Jong-un. Eppure...
Notizia del:

La Madre di tutte le menzogne di guerra: le mani mozzate ai bambini in Belgio

  Continua ad imperversare il governativo Centenario della Grande Guerra (che, tra l’altro, sta vedendo militari nelle scuole per “formare gli studenti”) contro il quale...
Notizia del:

"13mila morti nel carcere di Saydnaya". Tutto quello che non torna del rapporto-propaganda di Amnesty contro la Siria

“La prigione di Saydnaya è il posto in cui lo stato siriano massacra silenziosamente il proprio popolo.” Comincia così - svaporate le sue ultime bufale - l’ennesima, gigantesca,...
Notizia del:

"LEGGE SHOCK", "Mosca legalizza le botte a mogli e figli". Ecco da dove nasce la nuova bufala anti-Putin

  Tutti, in Russia, a riempire di botte moglie e figli. Lo permetterebbe una nuova legge - subito definita “nauseante” da Amnesty International e ancora peggio da Thorbjorn Jagland...
Notizia del:

Gli "appelli" sulla Siria: Lo spettacolo (triste) del circo mediatico continua

di Francesco Santoianni The show must go on. Lo spettacolo del circo mediatico continua. E così, liberata Aleppo est dai jihadisti che l’occupavano da quattro anni, spenti gli strazianti...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa