/ Siria, l'epica battaglia di 16 soldati russi che hanno eliminato ...

Siria, l'epica battaglia di 16 soldati russi che hanno eliminato 300 terroristi di Al Nusra

Siria, l'epica battaglia di 16 soldati russi che hanno eliminato 300 terroristi di Al Nusra
 

Il corrispondente del quotidiano russo 'Komsomolskaya Pravda' Alexandr Kots, ha rivelato i dettagli della battaglia epica che ha visto 16 soldati delle forze speciali russe eliminare 300 terroristi in Siria

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

"Sempre ha colpito la mia attenzione la modestia con la quale i veri eroi parlano delle loro gesta. Niente di speciale, solo lavoro", ha iniziato così il suo reportage Alexandr Kots.
 
"È staa una normale giornata di routine", dice il tenente colonnello Daniil, comandante del gruppo. I nomi dei quattro ufficiali non sono stati pubblicati per motivi di sicurezza, così come le immagini.
 
"Abbiamo ricevuto informazioni che uno dei distretti della provincia di Aleppo, in Siria, aveva frequenti attacchi da parte di terroristi di Al-Nusra contro le postazioni difensive delle forze governative", racconta il tenente colonnello Evgueni.
 
Fu allora che il suo gruppo è stato incaricato di dirigersi verso la zona per condurre una ricognizione e individuare i luoghi in cui i  terroristi si concentravano.
 
Il Gruppo delle Forze Speciali di 16 persone era vicino alla linea del fronte. analizzavano dove si trovavano gli edifici con i terroristi, i loro veicoli blindati, depositi di munizioni e le tracce dei loro movimenti. Tutte le informazioni venivano trasferite immediatamente al quartier generale per condurre attacchi aerei diretti. Con l'aiuto di aerei russi sono stati distrutti tre carri armati, più una batteria lanciarazzi, lanciagranate fatte in casa e due depositi dei terroristi.
 
"Nel complesso, il lavoro è stato fruttuoso, ma una mattina la situazione è peggiorata. Iniziò un massiccio bombardamento sulle nostre postazioni, con l'aiuto di missili Grad, mortai, artiglieria e bombardamenti", ha ricordato Evgueni.
 
Le truppe siriane a causa della confusione tra le sue unità, avevano deciso di ritirarsi. Tuttavia, il comandante Daniil ha preso l'iniziativa di rimanere in prima linea. Verso le posizioni russe si stava avvicinando un'autobomba, ma è stato possibile neutralizzarla prima che esplodesse. di quesyo si occupò un particolare sottogruppo delle forze speciali russe la cui specialità sono i missili anticarro guidati. Il suo comandante, il capitano Roman ha spiegato come sono a distruggere il veicolo carico di esplosivo.
 
"Per essere chiari, contro veicolo andava un escavatore coperto con tre o quattro strati di fogli di acciaio, tra i quali c'era sabbia" ha spiegato Roman. È molto difficile far saltare in aria una macchina così, ma lo hanno fatto grazie ai missili anticarro Kornet 9M133.
 
Così in un solo giorno, un piccolo gruppo di forze speciali russe ha respinto con successo quattro attacchi da parte dei terroristi, che erano in 300. Il giorno dopo c'è stata la seconda e terza ondata di attacchi. Non si poteva nemmeno stimare quanti terroristi sono stati uccisi.
 
"Conosciamo la loro psicologia, sappiamo che si stancano di attaccare. Eravamo fiduciosi nelle nostre capacità. La nostra posizione ci ha permesso di tenere la difesa. Attaccare è molto più difficile, perché i terroristi erano in una situazione disperata",ha precisato Daniil. A suo avviso, se l'esercito russo si fosse ritirato, i terroristi avrebbero preso le vette principali e avrebbe causato più perdite alle truppe siriane. "È stata l'unica decisione possibile in quelle condizioni", ha concluso il militare.
 
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Fonte: https://www.kp.ru
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:

Massacro del Donbass e recupero della Crimea. Il via libera dell'Albright e del National Democratic Institute

Risulta assai difficile dare un giudizio sull’incontro tra i presidenti di USA e Ucraina che si è...
Notizia del:     Fonte: Haaretz - Hispantv

Israele attacca l'esercito siriano per il terzo giorno consecutivo

Israele continua i suoi attacchi contro l'esercito siriano sulle alture del Golan per il terzo giorno consecutivo, ignorando gli avvertimenti del governo siriano.

Come riportato dal quotidiano israeliano 'Haaretz', anche oggi i carri armati israeliani hanno attaccato...
Notizia del:     Fonte: https://www.welt.de

Il premio Pulitzer Seymour Hersh: Gli USA hanno bombardato la Siria senza che ci fosse stato un attacco chimico di Damasco

Gli Stati Uniti hanno bombardato la Siria pur sapendo che non c'era stato alcun attacco chimico ad opera di Damasco, ha spiegato, il giornalista Premio Pulitzer, Symur Hersh, dopo aver consultato diverse fonti statunitensi.

"Sappiamo che non c'è stato alcun attacco chimico. (...) I russi sono furiosi e noi che diciamo...
Notizia del:     Fonte: Associated Press

Coalizione guidata dagli Stati Uniti: Qualsiasi impegno da parte del governo siriano per sconfiggere l'ISIS è il benvenuto

La coalizione militare statunitense anti-ISIS accoglierà uno sforzo concertato del governo siriano o dai suoi alleati per sconfiggere il gruppo terroristico nelle sue rimanenti fortificazioni della Siria orientale, ha dichiarato un portavoce degli Stati Uniti.

Il colonnello dell'esercito USA Ryan Dillon, portavoce della coalizione anti ISIS, ha dichiarato ai giornalisti,...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Nasrallah: L'Arabia saudita è troppo codarda per scatenare una guerra contro l'Iran

Il Segretario generale di Hezbollah, Seyed Hasan Nasrallah ha dichiarato che il regime saudita è troppo debole e vile per lanciare una guerra contro l'Iran.

 In un discorso televisivo tenuto oggi per la Giornata Mondiale di al  , il segretario generale del Movimento...
Notizia del:

Macron non vede un successore legittimo ad Assad

Il presidente francese Emmanuel Macron, ritiene che oggi non v'è alcuna valida alternativa al presidente siriano Bashar al-Assad, per evitare che il paese diventi uno Stato fallito.

 "La nuova prospettiva che ho avuto su questo tema è che non ho dichiarato che la rimozione di...
Notizia del:     Fonte: Hispantv - Al Jazeera

Primi effetti degli avvertimenti della Russia: l'Australia sospende i bombardamenti in Siria

L'Australia ha annunciato la sospensione della sua partecipazione ai bombardamenti in Siria della cosiddetta coalizione anti ISIS.

"Come misura precauzionale, le operazioni di bombardamento della Forza di difesa australiana ADF, in Siria...
Notizia del:     Fonte: https://aawsat.com

Ex Ambasciatore USA in Siria: "Fallito il piano per rovesciare Assad". E avverte i curdi: "Pagheranno a caro prezzo la loro fiducia in Washington"

Secondo l'ex ambasciatore degli Stati Uniti in Siria, Washington ha fallito nei suoi piani di rovesciare il Presidente Assad.

Robert Ford, ex ambasciatore Usa in Siria (2010-2014), ha dichiarato ieri, nel corso di un'intervista...
Notizia del:     Fonte: Interfax

Mosca: "L'abbattimento dell'aereo siriano da parte degli USA è un atto di aggressione e di aiuto ai terroristi"

La Russia ha condannato l'attacco da parte della coalizione internazionale guidata dagli Stati Uniti avvenuto ieri contro un aereo da combattimento siriano.

La Russia ha espresso preoccupazione per l'abbattimento dell'aereo della Syrian Air Force da parte della...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar - OSDH

Raqqa, duri scontri tra esercito siriano e curdi delle FDS appoggiati dagli USA

Duri combattimenti tra l'esercito siriano che tentava di recuperare il pilota dell'aereo abbattuto dalla Coalizione guidata dagli USA e i curdi delle 'Forze democratiche siriane' che gli sbarravano la strada.

Gli scontri hanno avuto inizio ieri notte ad Al-Rasafa, a sud ovest di Raqqa, poco dopo che la coalizione internazionale...
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: it.sputniknews.com

Russia: Stalin è il leader che gode di maggiore popolarità

Il secondo posto lo occupano Vladimir Putin e Aleksandr Pushkin, terzo Lenin

da Sputnik  Il leader sovietico Josif Stalin occupa il primo posto nella classifica delle figure di...
Notizia del:

Cina, ecco chi è Liu Xiaobo Premio nobel.... della guerra

"Già fiero sostenitore della guerra di Bush all'Iraq e della protezione Usa ad Israele, nel 2006 Liu Xiaobo ha chiarito che la “modernizzazione significa in sostanza occidentalizzazione,...
Notizia del:

Il salvataggio delle banche venete "un colpo mortale all'Unione Bancaria europea" - Jacques Sapir

di Jacques Sapir, 24 giugno 2017 (Traduzione di Vocidall'estero)   Una crisi bancaria nell’Unione europea?   Ecco un’informazione che non è apparsa sulle prime...
Notizia del:

Lettera appello di Padre Zanotelli al Parlamento italiano: "Non firmate il CETA, un gigantesco regalo alle multinazionali"

In questi giorni è in discussione in Senato il CETA (Comprehensive Economic and Trade Agreement), l’accordo commerciale ed economico fra il Canada e la UE. Se sarà approvato sarà...
Notizia del:

Massacro del Donbass e recupero della Crimea. Il via libera dell'Albright e del National Democratic Institute

Risulta assai difficile dare un giudizio sull’incontro tra i presidenti di USA e Ucraina che si è...
Notizia del:

Professore australiano: "La fine dell'Isis? Quando la famiglia saudita sarà rimossa dal potere".

Quando i gruppi di Al-Qaeda sono stati cacciati da Aleppo, si è sancita la fine degli Elmetti Bianchi ad Aleppo. Quando la famiglia saudita sarà rimossa dal potere, si sancirà la...
Notizia del:     Fonte: Bloomberg

Il Piano di Trump per dominare il Mercato mondiale dell'Energia

L'Amministrazione Trump ha già iniziato la revisione della legislazione che limita lo sviluppo del settore energetico e cerca di eliminare gli ostacoli amministrativi per l'estrazione degli idrocarburi.

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, annuncerà la 'Settimana per l'Energia' per...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa