/ SKY LICENZIA 124 LAVORATORI CHE NON ACCETTANO IL TRASFERIMENTO FO...

SKY LICENZIA 124 LAVORATORI CHE NON ACCETTANO IL TRASFERIMENTO FORZATO

SKY LICENZIA 124 LAVORATORI CHE NON ACCETTANO IL TRASFERIMENTO FORZATO
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it


Sky ha inviato le lettere di licenziamento a 124 suoi dipendenti, che non hanno accettato il trasferimento forzato da Roma a Milano. Non pensate che siano divi della tv che si lamentano di guadagnare solo poche centinaia di migliaia di euro, non ci sono i FabioFazio tra di loro. I licenziati sono in gran parte uomini e donne addetti al lavoro tecnico, che prendono stipendi normali e per i quali trasferirsi per sempre a Milano comporterebbe costi materiali e umani insormontabili. Sky ha deciso e imposto il trasferimento forzato di oltre 600 suoi dipendenti a 600 chilometri di distanza. Sono tagli e ristrutturazioni di una grande multinazionale che così pensa di guadagnare di più. E per migliorare il tasso di profitto niente di meglio che schiavizzare il lavoro, così fan tutti. 



Quindi l'azienda di Rupert Murdoch ha deciso di risparmiare sulla sede romana e di concentrarsi su Milano. Ai lavoratori è stato imposto un aut aut, o trasferimento o licenziamento. E per rendere più efficace il ricatto si sono offerti piccoli incentivi ai primi che accettavano. I lavoratori sono stati trattati come i biglietti di Ryanair. I primi che avessero detto sì al trasferimento avrebbero avuto condizioni migliori degli ultimi. Per sua vergogna la Federazione Nazionale della Stampa ha accettato queste condizioni per i giornalisti, mentre i sindacati confederali, che ora piangono i licenziamenti, hanno mostrato tutta la loro solita arrendevolezza. Così circa 400 lavoratori hanno accettato la deportazione, 100 sono stati costretti a licenziarsi da sé e gli altri che resistevano sono stati sbattuti fuori. Ero presente poche settimane fa ad un incontro promosso da questi lavoratori, ed ho sentito la rabbia ed il dolore di chi si vedeva sconvolta la vita, madri e padri con i figli piccoli che semplicemente dicevano : ma come faccio a trasferirmi a Milano? Ci ha pensato Sky a risolvergli il problema, lasciandoli semplicemente in mezzo ad una strada. 

Quando guarderete la tv ricordatevi di questi licenziamenti, ricordatevi che vengono fatti dall'azienda di uno degli uomini più ricchi del mondo, ricordatevi che più sono ricchi, più sfruttano ed affamano.

PS: Sky è arrivata a censurare anche Papa Francesco, che nel marzo scorso aveva espresso pubblica solidarietà ai lavoratori colpiti dalla ricerca smodata di profitto da parte dell'azienda.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da Dalla parte del lavoro
Notizia del:

Libere mazzette sindacali in libero mercato

di Giorgio Cremaschi  Vincenzo Mauriello è un dirigente sindacale del Fismic, il sindacato autonomo, noi diciamo giallo, che nella FCA assieme a Fim e Uim è complice di tutte...
Notizia del:

Siria, la fake news dei "forni crematori". La foto del 2006 che i media non vi hanno mostrato

Continua ad impazzare la saga del carcere di Saydnaya oggi - a detta del Dipartimento di Stato e, ovviamente da Repubblica - dotato anche di un hitleriano forno crematorio “per cancellare le prove...
Notizia del:

La lezione dalla Francia: senza una sinistra che dica No a Euro, Ue e Nato la democrazia muore

di Giorgio Cremaschi Il ballottaggio presidenziale francese fotografa una profonda regressione del quadro politico e culturale di quel paese e di tutta l'Europa. Non c'è proprio nulla...
Notizia del:

Obama a Milano: l'arroganza dei ricchi e del potere

di Giorgio Cremaschi Oramai il regime politico mediatico ci abitua a sentirci felici della più sfacciata arroganza dei ricchi e del potere. Se la stampa di oggi fosse stata operativa quando Maria...
Notizia del:

NELLE FOTO I PERICOLOSI TERRORISTI DEL DONBASS

di Giorgio Cremaschi Sulla guerra in Ucraina, come su ciò che accade in tante parti del mondo, tutto è coperto da una bolla di fakenews. ** Ringrazio la Banda Bassotti e la USB che...
Notizia del:

Come volevasi dimostrare: contro l'estrema destra xenofoba vince la destra neo-liberale estrema

di Giorgio Cremaschi Questi reazionari sono gli avversari migliori possibili per un potere che temeva per il suo futuro di fronte alla crescente contestazione popolare che chiamava populismo. Così...
Notizia del:

Di ritorno dal Donbass: "Ci vogliono arrestare perché abbiamo visto i loro crimini"

Di Giorgio Cremaschi In un loro comunicato i governanti del regime di Poroshenko e delle bande armate neonaziste chiedono l'arresto di tutti noi che abbiamo portato solidarietà alle popolazioni...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa