/ TeleSUR intervista Richard Gott (ex corrispondente del 'The Guard...

TeleSUR intervista Richard Gott (ex corrispondente del 'The Guardian') in Bolivia quando il Che fu assassinato dalla CIA

TeleSUR intervista Richard Gott (ex corrispondente del 'The Guardian') in Bolivia quando il Che fu assassinato dalla CIA
 

«L'eredità del Che è quella di un uomo che ha abbandonato tutti i suoi successi e beni materiali per promuovere le sue idee sulla rivoluzione socialista. Sebbene non abbia avuto successo immediato, il popolo continuerà a sollevare la sua bandiera rivoluzionaria»

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it


da teleSUR
 

Richard Gott è un giornalista britannico, storico ed ex corrispondente dall’America Latina per ‘The Guardian’. Era in Bolivia al momento dell’omicidio di Ernesto Che Guevara e fu chiamato per identificare il corpo. 

 

In un’intervista esclusiva con teleSUR, Gott parla di quello che è accaduto 50 anni fa quando il rivoluzionario più emblematico dell’America Latina fu assassinato. 

 

teleSUR: Come fu il primo incontro con il Che a Cuba? Di cosa parlaste?

 

Richard Gott: Incontrai per la prima volta il Che a L’Avana nell’ottobre del 1963. Eravamo entrambi presenti all’ambasciata sovietica in occasione di una festa per celebrare l’anniversario della Rivoluzione Russa. Io facevo parte di un piccolo gruppo in attesa di parlare con il Che. Ci sedemmo con lui in giardino, con vista sul mare. Parlammo della possibilità di esportare la Rivoluzione Cubana verso il continente dell’America Latina. Il Che era molto entusiasta di questo, e continuammo a parlare fino a dopo la mezzanotte. 

 

TS: Cosa stavi facendo in Bolivia al momento della sua morte? Come mai ti hanno contattarono e cosa ti dissero gli ufficiali?

 

RG: Ero in Bolivia nell'ottobre del 1967 per preparare un servizio televisivo sul movimento guerrigliero guidato da Guevara e anche sul processo di Regis Debray, intellettuale francese arrestato nella città petrolifera di Camiri. Avevo visitato la sede della missione di addestramento degli Stati Uniti e conosciuto gli ufficiali degli Stati Uniti che la dirigevano.

 

TS: Quali furono i tuoi pensieri e i tuoi sentimenti quando vedesti li cadavere? Cosa ricordi dell’ambiente di La Higuera quel giorno?

 

RG: Arrivammo alle 9 del mattino di lunedì 9 ottobre. Sapevamo che Guevara era detenuto nel villaggio di La Higuera, a 30 chilometri di distanza, ma non ci fu permesso di lasciare la città. Alle 5 del pomeriggio il corpo del Che fu trasportato in elicottero alla pista di atterraggio di Vallegrande. Il suo corpo era tenuto su un ripiano di lavanderia in una baracca nei locali dell'ospedale locale e per mezz'ora ci fu permesso di osservarlo. I giardini dell'ospedale erano pieni di gente del villaggio locale e c'era quasi un'atmosfera religiosa. Poi tornammo a Santa Cruz per portare la notizia al mondo esterno. 

 

TS: Da allora sei tornato in Bolivia?

 

RG: Sono tornato in Bolivia molte volte da allora e sono stato testimone di molti eventi pieni di sviluppi nella storia del paese, ma nessuno trascendentale come la morte di Che Guevara.

 

TS: Immaginavi sarebbe diventato così influente in tutto il mondo, e credi che questo sarebbe accaduto se non fosse stato martirizzato?

 

Pensai in quel momento che la morte di Guevara avrebbe segnato la fine dei movimenti guerriglieri in America Latina dei quali il Che era responsabile. Ero stato troppo pessimista, perché i movimenti guerriglieri continuarono, specialmente in Nicaragua. Credo la morte precoce del Che abbia contribuito  promuovere la sua eredità. 

 

TS: In cosa consiste oggi l’eredità del Che e cosa pensi che la sinistra possa ancora apprendere da lui?

 

RG: L'eredità del Che è quella di un uomo che ha abbandonato tutti i suoi successi e beni materiali per promuovere le sue idee sulla rivoluzione socialista. Sebbene non abbia avuto successo immediato, il popolo continuerà a sollevare la sua bandiera rivoluzionaria.

 

(Traduzione dallo spagnolo per l’AntiDiplomatico di Fabrizio Verde)

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:

Il chavismo è maggioranza in Venezuela

La Rivoluzione Bolivariana ama votare. Dimostra ancora una volta che il suo cammino transita obbligatoriamente per il percorso elettorale. Condizione necessaria ma non sufficiente. La democrazia per il chavismo è molto più che il mero atto di votare

di Alfredo Serrano Mancilla - Publico   Nuovo appuntamento elettorale in Venezuela. Sì, avete...
Notizia del:

L'omaggio di Evo Morales al Che: «Oggi più necessario che mai»

Morales ha dichiarato che «il miglior omaggio è continuare la lotta antimperialista»

  In chiusura della quattro giorni di attività dedicata alla memoria di Ernesto ‘Che’...
Notizia del:

Atilio Borón: Il Che, mezzo secolo dopo

Il sociologo e analista politico argentino ricorda la straordinaria figura del Guerrigliero Eroico

da teleSUR   «Una chiacchierata di notte sul significato del 26 luglio; ribellione contro le oligarchie...
Notizia del:     Fonte: Sana.sy

Siria: "Seguiamo il cammino di Che Guevara nella lotta al terrorismo e all'imperialismo statunitense"

L'Ambasciata cubana a Damasco ha organizzato oggi un evento in occasione del cinquantesimo anniversario della scomparsa fisica del rivoluzionario Ernesto Che Guevara.

Prendendo la parola durante la manifestazione, l'Ambasciatore di Cuba in Siria Rogerio Santana ha dichiarato...
Notizia del:

Maduro esalta Che Guevara «simbolo dell'America ribelle e rivoluzionaria»

«Il volto del Che, l’immagine del Che, il pensiero del Che si è trasformato in ribellione, lotta, purezza di valori e principi della gioventù nel mondo intero»

  Il presidente del Venezuela, Nicolas Maduro, ha esaltato l’eredità del leader rivoluzionario...
Notizia del:

Il giornale del capitale vuole riscrivere la rivoluzione di Lenin

“La verità sulla Rivoluzione d’ottobre” de Il Sole 24 Ore, in poche righe, riesce ad accumulare talmente tanti falsi storici da poter essere inserito nel Guiness dei primati

di Francesco Santoianni   Centenario della Rivoluzione d’Ottobre. E il “Il Sole-24 Ore”,...
Notizia del:     Fonte: teleSUR

L'uragano Maria devasta Porto Rico. Trump rifiuta gli aiuti offerti da Venezuela e Cuba

«La situazione qui a Porto Rico è terribile», ha dichiarato Case Harrity, un rappresentante locale di Save the Children

  L’uragano Maria ha attraversato il territorio di Porto Rico lasciando i suoi effetti devastanti....
Notizia del:

“La fase attuale è quella della liberazione nazionale”

Intervista a Carolus Wimmer, Segretario per le Relazioni Internazionali del Partito Comunista del Venezuela (PCV)

  da “Avante!”, Settimanale del Partito Comunista Portoghese  Traduzione di Marx21.it Quale...
Notizia del:     Fonte: AVN

Diritti sociali e risorse per disabili: tagliare è "democratico", tutelare è "dittatura"

All’inizio della sessione, il viceministro per la Suprema Felicità Sociale del Popolo, Carolina Cestari, ha segnalato che la redazione di un capitolo dedicato ribadisce il ruolo da protagonista assunto dalle persone con disabilità negli ultimi 18 anni grazie alla Rivoluzione Bolivariana

di Fabrizio Verde   La Repubblica Bolivariana del Venezuela nella nuova Costituzione che sarà...
Notizia del:     Fonte: Sana.sy

La Siria ribadisce la sua solidarietà a Venezuela e Cuba di fronte alle minacce degli USA

A margine dell'Assemblea generale dell'ONU, la Siria ha ribadito la sua solidarietà a Venezuela e Cuba di fronte alle sempre crescenti minacce del Presidente USA, Donald Trump.

Il Ministro degli Esteri siriano Walid al Moallem ha incontrato i suoi omologhi di Cuba e Venezuela, rispettivamente,...
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: Hispantv

La Russia avverte sul "piano B" degli Stati Uniti per rovesciare Assad

Il ministro degli esteri russo ritiene che la coalizione guidata dagli Stati Uniti protegga i terroristi in Siria per tornare al suo 'piano B': rovesciare il presidente siriano.

Gli indizi indicano come la coalizione che dice di combattere il gruppo terroristico ISIS(Daesh, in arabo), protegga...
Notizia del:     Fonte: The Washington Post

Trump ribadisce: Abbandonare l'accordo sul nucleare iraniano è "una possibilità reale"

Il presidente degli USA Donald Trump continua a considerare l'abbandono dell'accordo nucleare iraniano come una "possibilità reale".

"Può esserci una cessazione completa, che è una possibilità reale, qualcuno potrebbe...
Notizia del:     Fonte: AVN

Elezioni in Venezuela, il Ceela conferma che il processo elettorale riflette la volontà dei votanti

Il Consiglio degli Esperti Elettorali Latinoamericani (Ceela) smentisce i pochi fake media che paventano brogli

  Alcuni media provano ad insinuare alcuni dubbi, ma il risultato è chiaro oltre che inappellabile:...
Notizia del:     Fonte: RT

Ministro della difesa Russo: "Le operazioni militari in Siria stanno per finire"

Il ministro della Difesa russo, Šojgu ha dichiarato che l'operazione contro i terroristi in Siria sta per finire.

In un incontro con il suo omologo del regime israeliano, Avigdor Lieberman durante la sua visita in Israele, il...
Notizia del:

Il chavismo è maggioranza in Venezuela

La Rivoluzione Bolivariana ama votare. Dimostra ancora una volta che il suo cammino transita obbligatoriamente per il percorso elettorale. Condizione necessaria ma non sufficiente. La democrazia per il chavismo è molto più che il mero atto di votare

di Alfredo Serrano Mancilla - Publico   Nuovo appuntamento elettorale in Venezuela. Sì, avete...
Notizia del:

Il "tiranno di Caracas" e LA7

  Proprio non c'è verso. Oggi su LA7 Aldo Cazzullo parlava non so se di cucina o di telefonini, ma è riuscito a infilare una frecciata velenosa contro il "tiranno di Caracas"...
Notizia del:     Fonte: Haaretz - Al Masdar News

L'Esercito siriano prepara offensiva contro i terroristi sul Golan.... e Israele distrugge il suo sistema anti aereo

L'aviazione israeliana ha distrutto un sistema anti aereo siriano. L'attacco sarebbe una risposta ad una "provocazione" siriana. Le forze armate israeliane hanno informato, precedentemente, la Russia del loro attacco.

Secondo quanto riferiscono i media israeliani, l'esercito del regime israeliano ha attaccato una batteria...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa