/ Ultimatum, parola che riemerge dal fango per colpa dell'UE

Ultimatum, parola che riemerge dal fango per colpa dell'UE

Ultimatum, parola che riemerge dal fango per colpa dell'UE
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it


di Giorgio Cremaschi 


Tutti i mass media adoperano senza alcuna cautela, anzi quasi con compiacimento, la parola "ultimatum" con cui Rajoy ha dato cinque giorni di tempo al governo della Catalogna per piegarsi. 





Ultimatum è una parola terribile che torna dal passato, una parola che esprime tutta la peggiore violenza guerrafondaia della storia europea, tutta la prepotenza dei poteri e degli stati più forti contro quelli più deboli. Fu un ultimatum dell'Impero Austro Ungarico rivolto alla piccola Serbia a scatenare la carneficina della prima guerra mondiale. Dopo il 1945 quella parola era stata abrogata dal linguaggio del potere, in quanto giudicata come emblema dei vecchi stati che avevano portato l'Europa alla rovina. Ora quella parola ritorna in auge in un confronto interno ad un stato, non casualmente per opera di un governo monarchico. Governo che sta copiando quella politica dell'ultimatum con la quale la UE tre anni fa ha schiantato la Grecia. 

La propaganda della Unione Europea blatera dei settanta anni di pace dovuti alla sua stessa istituzione. È la falsa notizia di persone in malafede. L'Unione Europea nacque nella sua forma attuale con il trattato di Maastricht del 1992 e subito fu accompagnata dalla guerra, il massacro che distrusse la Jugoslavia con la complicità di Germania e Vaticano. L'Unione Europea ha fatto e fa politiche di guerra, guerra sociale ai diritti conquistati dal lavoro e dai suoi popoli, e guerra vera e propria estendendo i suoi confini. 

Ora il linguaggio della guerra, con la parola simbolo dei secoli imperiali passati - ultimatum - torna all'interno di uno dei suoi stati, la Spagna. Il cui governo usa questo linguaggio dopo aver ricevuto la benedizione della Germania e della UE. 

È la naturale conseguenza delle politiche liberiste che sono il fulcro della costituzione della Unione Europea. Politiche che rifiutano ogni mediazione sociale, che ogni giorno emettono ultimatum contro pensioni, sanità, scuola pubblica, contratti di lavoro, diritti sociali. Queste politiche hanno restaurato nel continente il capitalismo di cento anni fa, ora restaurano anche la politica di allora e fanno riemergere dal fango i suoi mostri. 

Il governo del Re di Spagna intima il suo ultimatum ai sudditi ribelli, mentre gli ipocriti governanti UE si riempiono la bocca della parola dialogo. Non sappiamo come evolverà la situazione nella penisola iberica, ma sappiamo che i popoli d'Europa riprenderanno a progredire quando si libereranno della Unione Europea e dei suoi ultimatum.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da Dalla parte del lavoro
Notizia del:

GRAZIE AGLI STUDENTI, IN LOTTA PER TUTTI CONTRO IL LAVORO GRATIS

di Giorgio Cremaschi Non dobbiamo solo sostenere, dobbiamo ringraziare le decine di migliaia di studenti scesi in piazza oggi contro l'alternanza scuola lavoro. Finalmente in tante città...
Notizia del:

ILVA : O NAZIONALIZZAZIONE O SCHIAVITÙ

di Giorgio Cremaschi Fieramente il ministro Calenda ha rinviato l'incontro per L'Ilva, accusando il compratore Mittal di non mantenere i patti. Ma che penosa sceneggiata e quali patti e...
Notizia del:

"Serve a far accettare la schiavitù ai giovani". E' Crozza a dire la verità sulla vergogna "alternanza scuola-lavoro"

  di Giorgio Cremaschi Come spesso accade nel mondo dei mass media governato dal minculpop del liberismo, tocca ad un uomo di spettacolo dire ciò su cui tacciono esimi professori,...
Notizia del:

Sky licenzia. Vergogna!

di Giorgio Cremaschi  I licenziamenti sono tutti uguali, tutti devastano o distruggono le condizioni di vita di chi lavora, ma alcuni sono particolarmente disgustosi per la loro sfacciataggine.  ** Sky...
Notizia del:

Discorso violento, ottuso e autoritario: Re Felipe nella spazzatura della storia

  Il discorso violento, ottuso, autoritario con cui Re Felipe ha risposto al popolo di Catalogna mostra tutto il marcio di cui è composta la cosiddetta legalità costituzionale di...
Notizia del:

Il 3 ottobre sciopero generale: il "bivio Tsipras" per la lotta catalana

Dopo il pronunciamento di popolo del 1 ottobre ora la parola passa al mondo del lavoro. Lo sciopero generale, proclamato da tempo dalla confederazione anarcosindacalista CGT e ora fatto proprio da tutte...
Notizia del:

Giorgio Cremaschi - "Ovazioni della destra e dei fascisti a Minniti? Meritate"

"In un solo momento il ministro degli interni è stato contestato, quando ha affermato che il fascismo è finito. Ha ragione la sala nostalgica, il fascismo con lui continua e si rinnova."

di Giorgio Cremaschi Mentre a Bologna Eurostop teneva una assemblea per discutere e denunciare la devastazione...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa