/ Venezuela, Operazione Peter Pan: quando i bambini sono il bersagl...

Venezuela, Operazione Peter Pan: quando i bambini sono il bersaglio della manipolazione psicologica

Venezuela, Operazione Peter Pan: quando i bambini sono il bersaglio della manipolazione psicologica
 

Oggi, ci sono settori in Venezuela che intendono riproporre questa operazione, in mezzo a campagne mediatiche che cercano di distorcere la realtà della situazione interna del paese, che si trova di fronte a un blocco economico promosso dagli Stati Uniti

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it


da AVN
 

Alla fine del 1960 fu perpetrato uno degli episodi di maggiore manipolazione psicologica contro il popolo di Cuba. Una manovra coordinata dal governo degli Stati Uniti, attraverso la Central Intelligence Agency (CIA) con la collaborazione della Chiesa cattolica. Venne definita Operation Peter Pan.

 

Grazie a questa operazione, migliaia di bambini cubani furono strappati dalla loro patria. Si fece uso di guerra psicologica diretta ai genitori per accreditare una presunta eliminazione della patria potestà, per la quale distribuirono copie di una falsa legge in tutta l'isola.

 

Con la paura inoculata - nonostante gli sforzi fatti allora dalla Rivoluzione cubana per consolidare la famiglia cubana, attraverso la legge 797 del 20 maggio 1960 - alcuni genitori finirono per mandare i loro figli in Nord America, il cui governo apparve davanti al mondo come il salvatore, mentre le corporazioni dei media facevano la loro parte: diffondevano presunte storie di cubani in fuga dal "comunismo". Occultavano la vera storia.

 

La realtà dei minori già negli Stati Uniti era totalmente diversa. Alcuni furono inviati in campi, case adottive, orfanotrofi e riformatori. Le punizioni corporali e il lavoro minorile per una fetta questi bambini cubani era parte della loro vita quotidiana, dopo questo viaggio senza ritorno.

 

L'operazione Peter Pan - secondo il materiale pubblicato sul portale La Pupila Insomne - fu estesa per 22 mesi e terminò teoricamente il 22 ottobre 1962, giorno in cui il presidente degli Stati Uniti, John F. Kennedy, decretò il blocco navale a Cuba per creare le condizioni per invadere e bombardare l'isola.

 

Tuttavia, questa "realtà venne portata avanti fino agli anni '70, con nuove varianti, come i voli dei minori a Madrid". Si stima che circa 14.000 bambini cubani siano stati allontanati in questo modo dal loro paese.

 

La riedizione della manovra

 

Oggi, ci sono settori in Venezuela che intendono riproporre questa operazione, in mezzo a campagne mediatiche che cercano di distorcere la realtà della situazione interna del paese, che si trova di fronte a un blocco economico promosso dagli Stati Uniti.

 

Il Procuratore Generale della Repubblica, Tarek William Saab, ha denunciato sabato una presunta Organizzazione Non Governativa (ONG) che ha cercato di allontanare 120 bambini dal paese con permessi di viaggio contraffatti, e considerato questa come un’azione azione "senza precedenti nella nostra storia repubblicana”. 

 

In tal senso, è stato ordinato a diversi pubblici ministeri di indagare su questa situazione irregolare, nonché di indagare sul gruppo che ha organizzato il viaggio visto il suo presunto legame con il traffico di minori, a causa del fatto che dei 120 minori, nove avevano il permesso di viaggio contraffatto e due autorizzazioni erano false.

 

Nella revisione è emerso che 13 non sono stati firmati dal concedente. Questo obbliga a indagare sugli scopi della già citata ONG responsabile di tali azioni gravi, poiché le testimonianze di parenti rivelano che il procedimento è stato effettuato nei loro uffici privati, ha spiegato il Procuratore Generale. 

 

"La difesa e protezione dei diritti umani dei bambini e degli adolescenti nel mondo non deve mai essere fatta sulla base della copertura televisiva e dei media transnazionali perché vengano presentati come trofei di caccia”, ha sottolineato Tarek William Saab.

 

(Traduzione dallo spagnolo de l’AntiDiplomatico)

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: Al Mayadeen - Hispantv

Venezuela e Palestina rafforzano le relazioni bilaterali

Venezuela e Palestina hanno ratificato il rafforzamento delle loro relazioni bilaterali durante un incontro tra il presidente dell'Assemblea nazionale costituente venezuelana, Delcy Rodríguez, e il ministro degli Esteri palestinese, Riyad Al-Maliki.

L'incontro si è tenuto nella Casa Amarilla, sede della Cancelleria di Caracas, dove il ministro palestinese...
Notizia del:     Fonte: SANA - The Guardian

Damasco non vuole nemmeno un dollaro statunitense, 'macchiato con il sangue dei siriani'

Il ministero degli Esteri siriano ha sottolineato che Damasco non ha bisogno dell'aiuto di Washington per ricostruire la Siria e denuncia che la presenza militare degli Stati Uniti nel paese arabo si propone di sostenere il gruppo terroristico ISIS (Daesh, in arabo).

"Il governo siriano non ha bisogno neanche di un solo dollaro per la ricostruzione, perché i dollari...
Notizia del:     Fonte: https://www.democracynow.org

VIDEO. Norman Finkelstein: Netanyahu, corrotto e razzista, è il vero volto di Israele

In un'intervista, lo storico e politologo statunitense, Norman Gary Finkelstein, figlio di sopravvissuti ebrei ai campi di sterminio nazisti, ritiene che, nonostante le politiche razziste e gli scandali di corruzione, Netanyahu mantiene il potere in Israele.

Link della trascrizione dell'intervista in lingua originale Nel corso dell'intervista concessa alla...
Notizia del:     Fonte: Hispantv - SANA

L'Iran ripudia il piano degli USA di creare un esercito in Siria

L'Iran considera la decisione degli Stati Uniti di formare le cosiddette "forze di sicurezza delle frontiere" nella Siria nord-orientale come una "chiara interferenza" negli affari interni del paese arabo e avverte che questa misura controversa peggiorerà e prolungherà la crisi.

Il portavoce del ministero degli Esteri iraniano, Bahram Qasemi ha avvertito che l'iniziativa degli Stati...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

La Russia promette rappresaglie contro gli Stati Uniti per la creazione di una guardia di frontiera in Siria

Indignato per l'addestramento di 30.000 miliziani arabo-curdi sul confine turco-siriano da parte degli Stati Uniti, il capo del Comitato di difesa della Camera bassa (Duma) del parlamento russo, l'ammiraglio Vladimir Shamanov, promette misure di rappresaglia a questo proposito.

"[Tale comportamento della cosiddetta coalizione guidata dagli USA] è un affronto diretto [con gli...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Lavrov: Trump cerca di rovesciare Assad come pretendeva Obama

Per il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov, la posizione del presidente statunitense, Donald Trump in Siria è simile a quella del suo predecessore Barack Obama: entrambi cercano di rovesciare il legittimo presidente siriano, Bashar al-Assad.

"Non ci sono differenze drastiche tra [gli approcci] dell'amministrazione Obama e quella di Trump. Purtroppo,...
Notizia del:     Fonte: Reuters

Gli Stati Uniti addestrano 30.000 miliziani da schierare come nuove forze di frontiera in Siria

La nuova forza sarà schierata sui confini turco e iracheno e sul fiume Eufrate.

La coalizione internazionale guidata dagli Stati Uniti sta lavorando con i militanti curdi e arabi in Siria per...
Notizia del:     Fonte: TASS

Russia: l'area intorno ad Al-Tanf, nel sud della Siria, è praticamente occupata dagli Stati Uniti

Le Forze statunitensi non consentono alle forze armate e alle autorità siriane di entrare nell'area, secondo il ministero degli Esteri russo.

La zona intorno alla base di Al-Tanf, nel sud della Siria, è de facto occupata dagli Stati Uniti, secondo...
Notizia del:     Fonte: Soufan Group

L'ISIS potrebbe attaccare Hamas a Gaza dal Sinai egiziano

I tentativi del gruppo terroristico ISIS (Daesh, in arabo) di espandersi dalla penisola del Sinai nell'Egitto nordorientale aumentano il rischio di attacchi contro membri del Movimento palestinese di resistenza, Hamas nella Striscia di Gaza.

La società di intelligence e sicurezza strategica 'Soufan Group', con sede a New York (USA), in...
Notizia del:     Fonte: Haaretz

Il capo del Mossad confessa di essere dietro le rivolte in Iran

Il capo Mossad, Yossi Cohen, ha praticamente ammesso, ieri, la partecipazione del regime di Tel Aviv alle proteste in alcune città iraniane che si sono tenute le scorse settimane sulla situazione economica.

Parlando in una sessione di lavori del Ministero dell'Economia del regime israeliano, il direttore del Mossad...
Le più recenti da ALBA LATINA
Notizia del:

Altra Fake news. Maduro interverrà "in stile Putin" nelle elezioni colombiane

Costantemente sorgono nello scenario internazionale nuove matrici d'opinione come strumento di attacco politico e mediatico. A quanto pare le elezioni in Colombia coincidono esattamente con la russofobia globale, di cui il Venezuela è erede per allineamento geopolitico.

Mision Verdad Un articolo pubblicato la settimana scorsa sul quotidiano El Espectador in Colombia presenta...
Notizia del:

Il Venezuela condanna le sanzioni europee. "L'UE è una sussidiaria di Washington. Eseguono gli ordini imperialisti degli Usa"

Il ministro degli esteri venezuelano Arreaza ha commentato le nuove sanzioni europee: "E' un ordine imperialista. L'Ue ha eseguito"

      Il ministro degli Esteri del Venezuela, Jorge Arreaza, ha condannato le sanzioni...
Notizia del:

L'ex presidente della Colombia Uribe invoca apertamente il colpo di stato in Venezuela

Uribe chiede alla guardia nazionale del Venezuela di rovesciare Maduro. Intanto le opposizioni, convinte dagli Usa e dalla Spagna, non siedono al tavolo di trattative in corso con il governo.

L'ex presidente della Colombia, Alvaro Uribe Velez, ha nuovamente invocato il colpo di stato in Venezuela....
Notizia del:

Nicolas Maduro: "Qualsiasi gruppo armato e finanziato da Miami e dalla Colombia per fomentare il terrorismo farà la stessa fine"

“Avete ascoltato le dichiarazioni del terrorista Alvaro Uribe Velez, incoraggiando questi gruppi violenti2

Caracas, 16 gennaio 2018 (MPPRE) - Il Presidente della Repubblica Bolivariana del Venezuela, Nicolás...
Notizia del:

Brasile, le elezioni senza Lula sono un imbroglio. Firmiamo il Manifesto!

da resistencia.cc La decisione di fissare in un tempo record, per il 24 gennaio, la data del giudizio di seconda istanza del Processo a Lula non ha nulla di legale. Si tratta di un puro...
Notizia del:

Accade in Honduras, paese che chiede rispetto dei diritti umani in Venezuela

Come sottolinea la sempre puntuale giornalista di Telesur M. Garcia queste scene di violenze accadono in Honduras, paese che lotta contro il nuovo golpe ordito dalle forze vicine agli Stati Uniti. Ieri...
Notizia del:

"La dignità dei salvadoregni si rispetta". El Salvador presenta nota di protesta ufficiale contro gli USA

Il governo del Salvador ha inviato una nota di protesta ufficiale contro gli Stati Uniti. In risposta alle "deprovevoli" dichiarazioni attribuite al presidente degli Stati Uniti, Donald Trump,...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa