/ VIDEO. Missionaria argentina ad Aleppo smonta le fake news sulla ...

VIDEO. Missionaria argentina ad Aleppo smonta le fake news sulla Siria

VIDEO. Missionaria argentina ad Aleppo smonta le fake news sulla Siria
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Suor María Guadalupe de Rodrigo, suora argentina, è diventata popolare grazie a un video divenuto virale, attraverso il quale in poco più di un minuto risponde alle fake news delle corporazioni mediatiche sulla guerra in Siria.



Rodrigo Guadalupe ha vissuto in Siria, nella città di Aleppo, dal 2011 al 2015 e dichiara nel video: "Non è una guerra civile quello che sta accadendo in Siria. Non è il popolo che si è sollevato contro il governo. E' una menzogna di chi promuove la guerra e utilizza i media e l'informazione perché in occidente si creda questo". "Sono gruppi estremisti armati dall'esterno, terroristi. Chi sta finanziando questa guerra sono paesi del Medio Oriente come l'Arabia Saudita e i paesi occidentali che appoggiando i ribelli, in definitiva, sostengono il terrorismo".


 
"Sapevamo che i disordini non fossero nati dall'interno, ma causati da fuori", ha dichiarato in un'intervista a RT di oggi. La religiosa sottolinea come "le grandi catene internazionali dei media hanno sempre mentito" e continuano "spudoratamente a farlo anche oggi". "Siamo in grado di testimoniare, avendo vissuto prima della guerra ad Aleppo, e incontrato queste persone, che ciò che sta accadendo in Siria è lontano dall'essere una guerra civile. Se dovessi dare una definizione parlerei di un'invasione". "Questi gruppi terroristici stanno portando avanti battaglie con obiettivi politici e religiosi. I gruppi sono fondamentalisti islamici che cercano di imporre la legge islamica e porre fine alla presenza degli infedeli. Così i cristiani fin dall'inizio del conflitto, non l'anno scorso, vengono massacrati."
 
Intervistata da l'AntiDiplomatico Rodrigo Guadalupe esattamente un anno fa dichiarava: "Già dai primi giorni dell’inizio delle manifestazioni, la gente mi parlava di persone che provenivano da altri paesi, lo si notava dall’accento, venuti in Siria per provocare disordini. I media hanno avviato in Siria una campagna mediatica affermando che i siriani erano desiderosi della democrazia, che volevano rovesciare il loro Presidente. Le manifestazioni a favore del governo le propagandavano come contro”. E ancora: “Hanno ucciso bambini, molte persone sono state crocifisse. Tutto questo prima che arrivasse l’Isis. Per questo dico che l’opposizione moderata non esiste.” 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da L'intervista
Notizia del:

Europarlamentare Couso: "L'Unione Europea rispetti la sentenza della Corte suprema venezuelana contro Leopoldo Lopez"

L'Europarlamentare Javier Couso ha chiesto formalmente ai Presidenti della Commissione per gli Affari esteri e della sottocommissione per i diritti umani del Parlamento europeo, David McAllister e...
Notizia del:

Kosovo, Vicepresidente a delegazione di parlamentari italiani: "Non pensavamo che i nostri volontari mandati in Siria contro Assad tornassero terroristi"

Come AntiDiplomatico abbiamo intervistato Emanuele Scagliusi (M5S) di ritorno da una missione della Commissione Affari esteri della Camera in Kosovo.

“Almeno cinque campi, di cui - se non tutto - l’impressione è che si sappia molto. Se la presenza...
Notizia del:

Reportage dal Donbass. "Le bombe ucraine a due anni degli accordi Minsk"

di Alberto Fazolo, Repubblica del Donbass Da diversi giorni le truppe ucraine hanno ripreso a bombardare pesantemente il Donbass, ancora non si è in grado di fare una stima definitiva dei...
Notizia del:

Nel mio  romanzo “Aurora” vi mostro come la cultura occidentale possa indottrinare, fare il lavaggio del cervello e distruggere...

“AURORA” è un romanzo di Andre Vltchek che, come ha scritto correttamente Tony Christini di Homefront è "un lavoro meraviglioso, quello che un lavoro letterario dovrebbe...
Notizia del:

Fuori la NATO dall'America Latina!

di Luis Britto Garcia  da luisbrittogarcia.blogspot.it Traduzione di Marx21.it 1. L'agenda della destra iberoamericana è fissata in Spagna dalla Fondazione per l'Analisi...
Notizia del:

Italicum, la continuita' della Corte per la tutela delle “zone franche” del sistema di giustizia costituzionale

Come redazione de l'AntiDiplomatico abbiamo rivolto alcune domande ad Emma Imparato, docente di diritto pubblico presso l’Università di Napoli l’Orientale, per aiutarci a comprendere...
Notizia del:

Libro in ricordo di Vittorio Arrigoni. "Il bambino che non voleva essere lupo" di Sabina Antonelli

di Patrizia Cecconi* Roma, 19 gennaio 2017, Nena News  Era il 2010. Esattamente il 31 maggio. In cinque compagne e in modo piuttosto riservato seguivamo l’azione della prima Freedom flotilla. Cercavamo...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa