/ VIDEO. Missionaria argentina ad Aleppo smonta le fake news sulla ...

VIDEO. Missionaria argentina ad Aleppo smonta le fake news sulla Siria

VIDEO. Missionaria argentina ad Aleppo smonta le fake news sulla Siria
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Suor María Guadalupe de Rodrigo, suora argentina, è diventata popolare grazie a un video divenuto virale, attraverso il quale in poco più di un minuto risponde alle fake news delle corporazioni mediatiche sulla guerra in Siria.



Rodrigo Guadalupe ha vissuto in Siria, nella città di Aleppo, dal 2011 al 2015 e dichiara nel video: "Non è una guerra civile quello che sta accadendo in Siria. Non è il popolo che si è sollevato contro il governo. E' una menzogna di chi promuove la guerra e utilizza i media e l'informazione perché in occidente si creda questo". "Sono gruppi estremisti armati dall'esterno, terroristi. Chi sta finanziando questa guerra sono paesi del Medio Oriente come l'Arabia Saudita e i paesi occidentali che appoggiando i ribelli, in definitiva, sostengono il terrorismo".


 
"Sapevamo che i disordini non fossero nati dall'interno, ma causati da fuori", ha dichiarato in un'intervista a RT di oggi. La religiosa sottolinea come "le grandi catene internazionali dei media hanno sempre mentito" e continuano "spudoratamente a farlo anche oggi". "Siamo in grado di testimoniare, avendo vissuto prima della guerra ad Aleppo, e incontrato queste persone, che ciò che sta accadendo in Siria è lontano dall'essere una guerra civile. Se dovessi dare una definizione parlerei di un'invasione". "Questi gruppi terroristici stanno portando avanti battaglie con obiettivi politici e religiosi. I gruppi sono fondamentalisti islamici che cercano di imporre la legge islamica e porre fine alla presenza degli infedeli. Così i cristiani fin dall'inizio del conflitto, non l'anno scorso, vengono massacrati."
 
Intervistata da l'AntiDiplomatico Rodrigo Guadalupe esattamente un anno fa dichiarava: "Già dai primi giorni dell’inizio delle manifestazioni, la gente mi parlava di persone che provenivano da altri paesi, lo si notava dall’accento, venuti in Siria per provocare disordini. I media hanno avviato in Siria una campagna mediatica affermando che i siriani erano desiderosi della democrazia, che volevano rovesciare il loro Presidente. Le manifestazioni a favore del governo le propagandavano come contro”. E ancora: “Hanno ucciso bambini, molte persone sono state crocifisse. Tutto questo prima che arrivasse l’Isis. Per questo dico che l’opposizione moderata non esiste.” 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da L'intervista
Notizia del:

Intervista ad Ammar Bagdash: "I media hanno smesso di parlare della Siria perché l'imperialismo è stato sconfitto"

Il Segretario del Partito comunista siriano: " Adesso che non hanno avuto quella vittoria che immaginavano stanno zitti, ma dopo il fallimento del tentativo di rovesciare il governo, stanno cercando di logorare la Siria con altri strumenti, per questo motivo la battaglia è ancora molto lunga."

di Francesco Stilo, con Bassam Saleh - Marx21 Intervista a Ammar Bagdash, Segretario del Partito comunista...
Notizia del:

El profesor Vasapollo, sobre el nuevo ataque de los USA a Cuba: "Trump tendrá que ser juzgado por crímenes contra la Humanidad"

El 16 de junio de 2017, Donald Trump, en un discurso pronunciado simbólicamente en un teatro de Miami, anuló de hecho el lentísimo deshielo iniciado al final de la administración...
Notizia del:

Prof. Vasapollo sul nuovo attacco Usa a Cuba: "Trump dovrà essere giudicato per crimini contro l'umanità"

Il 16 giugno 2017, Donald Trump, in un discorso pronunciato simbolicamente in un teatro di Miami ha annullato di fatto il lentissimo disgelo iniziato con la fine dell'amministrazione Obama nei confronti...
Notizia del:

M. Alboresi, segretario del PCI sulla censura al Brancaccio: "Le motivazioni di Falcone sono per noi inaccettabili"

Teatro Brancaccio, Roma. E' andato in scena ieri l'incontro di varie componenti che avevano accolto l'invito della "società civile" per una nuova ricerca di unità...
Notizia del:

Padre Maes dalla Siria: "Senza l'esercito russo la Siria avrebbe cessato di esistere."

"Se, come giornalista, vuoi sapere cosa sta davvero succedendo in Siria, devi venire personalmente qui per scoprire la verità invece di leggere solo i rapporti di Amnesty."

Ora Pro Siria  Secondo il padre fiammingo Daniel Maes, che vive in Siria dal 2010, la copertura della...
Notizia del:

Carceri in Venezuela e Videla. "Un'assurdità. Si utilizzano fonti parzialissime a scopi politici"

Intervista a Geraldina Colotti, autrice de "Talpe a Caracas", con all'interno un'inchiesta sulle carceri in Venezuela. "Chi fa il paragone con Videla dice un'assurdità. Si usano dati e statistiche provenienti da una fonte unica e parzialissima, redatte da persone e ong che li confezionano in base a indicazioni politiche precise"

Nella campagna mediatica contro il Venezuela delle ultime settimane, molto trendy negli ambienti abituati...
Notizia del:

Intervista a Michel Collon: "La Costa d’Avorio è un esempio evidente dell’ingerenza e del neocolonialismo"

intervista a Michel Collon da investigaction.net Traduzione di Lorenzo Battisti per Marx21.it Olivier A. Ndenkop / Michel Collon In questa intervista esclusiva, il giornalista e...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa