/ Iran: Gli europei non dovrebbero avere paura degli Stati Uniti

Iran: Gli europei non dovrebbero avere paura degli Stati Uniti

Iran: Gli europei non dovrebbero avere paura degli Stati Uniti
 

In un'intervista rilasciata a France 24, il viceministro dell'Economia iraniano ha dichiarato che l'Iran è rimasto fedele all'accordo sul nucleare, il piano globale di azione congiunta e ha arricchito gli scambi economici con il mondo.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
"Siamo impegnati a rimanere nel patto nucleare, ma ammettiamo che il livello degli investimenti stranieri in Iran da quando l'accordo è in vigore è stato inferiore alle aspettative", ha dichiarato Mohammad Khazai, viceministro dell'Economia iraniano, durante un'intervista rilasciata a 'France 24'.
 
"Il piano globale di azione comune è", ha spiegato Khazai, "un accordo firmato tra l'Iran ed i sei membri permanenti del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. Questo è un accordo la cui conformità è resa obbligatoria da una risoluzione delle Nazioni Unite. La procrastinazione nella sua realizzazione deve essere evitata e il ritiro dell'accordo non è possibile."
 
"Fortunatamente, gli stati europei, inclusa la Francia, hanno prestato il loro sostegno all'accordo di Ginevra. Finché c'è un tale sostegno unanime, non siamo preoccupati per il futuro dell'accordo ", ha affermato Khazai.
 
Alla domanda sull'effetto delle minacce statunitensi sugli investimenti stranieri in Iran, Kharzai che è stato l'ambasciatore delle Nazioni Unite dell'Iran ha precisato: "Le minacce di Trump creano instabilità. Questo è ciò che dobbiamo considerare. Ma, a dire il vero, abbiamo imparato a convivere con l'ostilità degli Stati Uniti, che ha perso la sua influenza."
 
Il presidente del comitato per gli investimenti sperava che l'interazione con i paesi di tutto il mondo potesse contribuire a promuovere lo scambio economico con loro.
 
Alla domanda su un possibile ritorno dell'Iran al tavolo dei negoziati sul suo programma balistico per soddisfare Trump ed evitare un nuovo treno di sanzioni, ha ribadito che "questa domanda dovrebbe essere posta al capo della diplomazia Mohammad Javad Zarif. Ma è evidente tutto ciò che l&#
39;Iran fa, non mira affatto a soddisfare i desideri di Trump."
 
Inoltre, ha aggiunto che "i paesi europei ora privilegiano i propri interessi rispetto a quelli degli Stati Uniti, e questo è un segnale positivo. In effetti, paesi come Francia e Italia intendono seguire i loro scambi con l'Iran. Diversi paesi asiatici ed europei hanno espresso interesse a investire in Iran. Tuttavia, è ammesso che il livello degli investimenti stranieri in Iran dopo l'accordo nucleare è ancora al di sotto delle aspettative. "
 
I contratti firmati negli ultimi anni ammontano a 24 miliardi di dollari. "L'Iran ha già concluso accordi di finanziamento con Francia, Danimarca, Italia, Austria, Corea del Sud e Cina. La situazione sembra migliorare dal 2015, anno della firma dell'accordo nucleare. Tuttavia, per un cambio di marcia, è necessario un nuovo veicolo finanziario. Ne discutiamo a Parigi con la Public Investment Bank [Bpifrance] e il governo", ha aggiunto.
 
Non temete che gli investitori stranieri si ritirino dai loro progetti sotto la pressione americana, ha chiesto il giornalista della Francia 24. Khazai ha risposto: "I progetti stanno progredendo al loro ritmo, finora non abbiamo registrato alcun ritiro a seguito delle minacce americane. Washington continua con le sue minacce, ma la situazione è cambiata. "
 
Riguardo alla recente crisi in Iran e al suo impatto sul settore economico, ha affermato: "Una delle priorità dell'Iran è ascoltare le critiche del popolo ... Questa crisi non è una novità in sé. Questo potrebbe accadere in qualsiasi parte del mondo e specialmente in Francia. Ciò non ha avuto alcun impatto significativo sui nostri scambi economici e il malcontento economico o sociale rimane relativo. Certo, non tutto è perfetto nel paese: il che non sorprende considerando gli anni delle sanzioni. Ma il governo sta stabilizzando la situazione e sta lavorando per affrontare l'inflazione e la povertà. "
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Fonte: France 24
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: RT

La Russia esorta alla cessazione delle "ambizioni occupanti" degli Stati Uniti in Siria

Mosca esorta gli Stati Uniti a smettere di fare minacce irresponsabili contro la Siria, attraverso l'inviato speciale della Russia all'ONU, Vasili Nebenzia, durante la riunione del Consiglio di sicurezza dell'ONU.

"L'obiettivo di lottare contro terroristi non deve essere una cortina fumogena per realizzare questi...
Notizia del:     Fonte: Al Mayadeen

Nasrallah: Gli Stati Uniti continuano a complottare contro l'Asse della Resistenza

Nasrallah ha insistito sulla necessità di sostenere la Resistenza per contrastare i complotti degli interni ed esterni.

Il Segretario generale di Hezbollah Sayyed Hassan Nasrallah, ha avvertito che gli Stati Uniti, dopo aver fallito...
Notizia del:     Fonte: http://eng.mil.ru

"I terroristi bloccano l'invio di aiuti ai civili nel Ghouta Orientale"

Le azioni dei gruppi armati in Siria ostacolano il processo di pace e provocano misure reciproche da parte delle forze governative, si legge nella dichiarazione del ministero della Difesa russo.

I leader dei gruppi terroristici Jaysh Al-Islam e Jabhat Al-Nusra aggravano deliberatamente la situazione a Ghouta...
Notizia del:

Quello che i grandi media non ti raccontano su Ghouta Orientale

I media accusano nuovamente Assad di crimini contro l'umanità e diffondono la posizione dei paesi occidentali, rifiutandosi di prendere in considerazione gli argomenti del governo siriano stesso e di riconoscere la complessità della situazione

Sputnik   Il sobborgo orientale di Ghouta, a est della capitale siriana, ha occupato le prime pagine,...
Notizia del:

Una proposta in vista del 4 marzo: Meno Europa più America Latina!

In risposta al mantra ossessivo più Europa, più Europa, che sottende l’intensificarsi delle misure di austerità e perdita della residua sovranità mi sento di rispondere con forza: meno Europa più America Latina

di Fabrizio Verde   La narrazione dominante ci racconta di un’Europa in piena ripresa economica....
Notizia del:

I legami Cina-America Latina dimostrano che le critiche degli Stati Uniti sono sbagliate

Gli Stati Uniti hanno puntato il dito contro altri paesi in tutto il mondo con la loro mentalità da Guerra Fredda. La Cina non deve preoccuparsi troppo dei commenti degli Stati Uniti che cercano di minare il miglioramento e lo sviluppo delle relazioni tra Cina e America Latina

di Tang Jun* - Global Times   Il 22 gennaio si è tenuta a Santiago, in Cile, la seconda riunione...
Notizia del:     Fonte: SANA

Siria: la Francia, sponsor del terrorismo, non farà parte del processo di pace

La Francia "non è abilitata" a svolgere un ruolo nel processo di pace in Siria, per il suo supporto al terrorismo ha le mani macchiate del sangue dei siriani, ha avvertito il Ministero degli Affari Esteri siriano in un comunicato.

Nella lettera, inviata in due copie alle Nazioni Unite (ONU) e il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite...
Notizia del:     Fonte: TASS

Russia: "Psicosi di massa" sul Ghouta dei media occidentali non aiuta la situazione

Il Segretario generale delle Nazioni Unite ha chiesto un immediato cessate il fuoco nel Ghouta Orientale, sobborgo di Damasco per fornire aiuti umanitari alla popolazione ed evacuare i feriti.

Il Consiglio di sicurezza dell'ONU si è riunito con urgenza ieri su iniziativa della Russia per affrontare...
Notizia del:     Fonte: TASS - Interfax

Mosca: "La crisi del Ghouta orientale è colpa di chi sostiene i terroristi"

I terroristi non permettono ai civili di lasciare le aree sotto il loro controllo, impedendo l'operazione del corridoio umanitario, secondo il Centro russo per la riconciliazione delle parti in conflitto in Siria.

"La responsabilità della situazione nel Ghouta Orientale(sobborgo di Damasco) è di coloro...
Notizia del:     Fonte: RT

"L'obiettivo della risoluzione proposta all'ONU è rovesciare il governo siriano"

Le delegazioni di Svezia e Kuwait hanno presentato all'ONU una bozza di risoluzione sull'introduzione di un cessate il fuoco per 30 giorni in Siria, per la Russia è solo una proposta per rovesciare il governo siriano.

L'obiettivo della risoluzione proposta all'ONU sembra essere il rovesciamento del governo siriano, ha...
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: RT

La Russia esorta alla cessazione delle "ambizioni occupanti" degli Stati Uniti in Siria

Mosca esorta gli Stati Uniti a smettere di fare minacce irresponsabili contro la Siria, attraverso l'inviato speciale della Russia all'ONU, Vasili Nebenzia, durante la riunione del Consiglio di sicurezza dell'ONU.

"L'obiettivo di lottare contro terroristi non deve essere una cortina fumogena per realizzare questi...
Notizia del:     Fonte: Al Mayadeen

Nasrallah: Gli Stati Uniti continuano a complottare contro l'Asse della Resistenza

Nasrallah ha insistito sulla necessità di sostenere la Resistenza per contrastare i complotti degli interni ed esterni.

Il Segretario generale di Hezbollah Sayyed Hassan Nasrallah, ha avvertito che gli Stati Uniti, dopo aver fallito...
Notizia del:     Fonte: http://eng.mil.ru

"I terroristi bloccano l'invio di aiuti ai civili nel Ghouta Orientale"

Le azioni dei gruppi armati in Siria ostacolano il processo di pace e provocano misure reciproche da parte delle forze governative, si legge nella dichiarazione del ministero della Difesa russo.

I leader dei gruppi terroristici Jaysh Al-Islam e Jabhat Al-Nusra aggravano deliberatamente la situazione a Ghouta...
Notizia del:

Quello che i grandi media non ti raccontano su Ghouta Orientale

I media accusano nuovamente Assad di crimini contro l'umanità e diffondono la posizione dei paesi occidentali, rifiutandosi di prendere in considerazione gli argomenti del governo siriano stesso e di riconoscere la complessità della situazione

Sputnik   Il sobborgo orientale di Ghouta, a est della capitale siriana, ha occupato le prime pagine,...
Notizia del:     Fonte: SANA

Siria: la Francia, sponsor del terrorismo, non farà parte del processo di pace

La Francia "non è abilitata" a svolgere un ruolo nel processo di pace in Siria, per il suo supporto al terrorismo ha le mani macchiate del sangue dei siriani, ha avvertito il Ministero degli Affari Esteri siriano in un comunicato.

Nella lettera, inviata in due copie alle Nazioni Unite (ONU) e il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite...
Notizia del:     Fonte: TASS

Russia: "Psicosi di massa" sul Ghouta dei media occidentali non aiuta la situazione

Il Segretario generale delle Nazioni Unite ha chiesto un immediato cessate il fuoco nel Ghouta Orientale, sobborgo di Damasco per fornire aiuti umanitari alla popolazione ed evacuare i feriti.

Il Consiglio di sicurezza dell'ONU si è riunito con urgenza ieri su iniziativa della Russia per affrontare...
Notizia del:     Fonte: Ruptly

VIDEO. Portavoce YPG: Le forze siriane sono venute per difendere Afrin, ma nessun accordo con Damasco

Il portavoce delle YPG curde di Afrin ha dichiarato ai giornalisti che un numero crescente di forze del governo siriano si è unito alla loro lotta contro la Turchia ad Afrin "per difendere il suolo della patria", ma ha negato il raggiungimento di un accordo con Damasco.

Il portavoce delle YPG ha dichiarato che "[le Forze popolari siriane] sono venute qui per difendere il suolo...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa