/ VIDEO. "Ribelle moderato": Cerchiamo una 'coesistenza pacifica' c...

VIDEO. "Ribelle moderato": Cerchiamo una 'coesistenza pacifica' con Israele

VIDEO. Ribelle moderato: Cerchiamo una 'coesistenza pacifica' con Israele
 

Un membro di un gruppo dei sedicenti "ribelli moderati" ha trasmesso il desiderio della sua banda di mantenere una 'coesistenza pacifica' con Israele, dal momento che ricevono aiuto dal regime israeliano.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
"Noi non siamo contro gli ebrei perché cerchiamo di vivere in pace (...) e con gli israeliani. Questo è qualcosa che il governo siriano ci ha categoricamente proibito. Non siamo anti israeliani", ha detto Wael al-Khatib, uno dei capi delle bande armate che operano nel confine siriano con la provincia di Quneitra e le alture del Golan occupato.
 
Ieri il canale iraniano in lingua araba Al-Alam, Al-Khatib ha aggiunto che i gruppi armati in Siria desiderano vivere con il regime israeliano senza ostilità.
 

 
Al-Khatib, che ha anche rivelato le buone relazioni tra i terroristi e il regime di Tel Aviv, è ricoverato in ospedale israeliano Ziv, nella città di Safed, situata nel nord dei territori palestinesi occupati, a causa di ferite ricevute durante l&# 39;esplosione di un'autobomba a Quneitra.
 
"Non ci aspettavamo che Israele ci accogliesse così (...)La situazione è fantastica e al di là di quello che pensavano", ha affermato il terrorista precisando che anche i suoi colleghi feriti, come lui, sono ricoverati in ospedale.
 
Le dichiarazioni di Al-Khatib hanno avuto luogo pochi giorni dopo che il quotidiano israeliano Jerusalem Post ha rivelato che alti rappresentanti dei gruppi armati siriani hanno in programma di comparire in pubblico durante un evento organizzato dal Israele nei territori palestinesi occupati.
 
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Fonte: Al Alam
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: Al Masdar News

Le forze irachene liberano i confini con la Siria e l'Iran dalla presenza dei curdi

Le forze irachene continuano ad avanzare rapidamente contro le milizie curde e assumono il controllo di diverse zone di confine del paese.

Come riportato dal sito 'Al masdar News',la Polizia Federale irachena, sostenuta da forze pro-governative...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

La Russia avverte sul "piano B" degli Stati Uniti per rovesciare Assad

Il ministro degli esteri russo ritiene che la coalizione guidata dagli Stati Uniti protegga i terroristi in Siria per tornare al suo 'piano B': rovesciare il presidente siriano.

Gli indizi indicano come la coalizione che dice di combattere il gruppo terroristico ISIS(Daesh, in arabo), protegga...
Notizia del:     Fonte: RT

Ministro della difesa Russo: "Le operazioni militari in Siria stanno per finire"

Il ministro della Difesa russo, Šojgu ha dichiarato che l'operazione contro i terroristi in Siria sta per finire.

In un incontro con il suo omologo del regime israeliano, Avigdor Lieberman durante la sua visita in Israele, il...
Notizia del:     Fonte: Haaretz - Al Masdar News

L'Esercito siriano prepara offensiva contro i terroristi sul Golan.... e Israele distrugge il suo sistema anti aereo

L'aviazione israeliana ha distrutto un sistema anti aereo siriano. L'attacco sarebbe una risposta ad una "provocazione" siriana. Le forze armate israeliane hanno informato, precedentemente, la Russia del loro attacco.

Secondo quanto riferiscono i media israeliani, l'esercito del regime israeliano ha attaccato una batteria...
Notizia del:     Fonte: The Daily Mail

Israele: Se scoppia una guerra affronteremo un fronte unico Libano, Siria e Hezbollah

Il ministro della Difesa del regime israeliano ha sostenuto che, in caso di una nuova guerra, Israele si troverà ad affrontare un 'fronte' comune, composto da Libano, Siria e Hezbollah.

"Nella prossima guerra nel nord, il Libano non è l'unico fronte", ha così spiegato...
Notizia del:     Fonte: Hispantv Sputnik

L'Occidente cerca di rimpiazzare l'ISIS con il Fronte al Nosra

Secondo il Ministero degli Esteri russo, il gruppo terroristico Al-Nusra, che ora ha la protezione di determinate parti interessate, potrebbe sostituire l'ISIS dopo la sua sconfitta.

"Alcuni gruppi terroristici, tra cui Al-Nusra (che si fa chiamare Fronte Fath Al-Sham), si chiami come si...
Notizia del:     Fonte: RT Eng

Russia: L'ISIS attacca le forze siriane attraverso il "buco nero" della base statunitense di al Tanf

La Russia denuncia che i gruppi terroristici usano la base statunitense sul confine giordano per attaccare l'esercito siriano.

Come affermato dal portavoce del Ministero della Difesa russo, Igor Konashenkov, i consiglieri militari di Usa,...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar news

Gli attacchi israeliani non intimoriscono le forze siriane che riprendono l'offensiva sul Golan

L'Esercito siriano e i suoi alleati, nonostante i continui attacchi dell'esercito israeliano a difesa dei gruppi affiliati ad al Qaeda, ha ripreso l'iniziativa sul Golan, sud della Siria.

Le forze armate siriane hanno ripreso l'offensiva nell'enclave di Beit Jinn, sulle alture del Golan,...
Notizia del:     Fonte: Rt Eng

Lavrov: Gli Stati Uniti mettono a rischio la vita dei soldati russi in Siria

Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov denuncia le "provocazioni" della coalizione statunitense in Siria, perché mettono a rischio la vita dei soldati russi.

"Attaccano, come per caso, le Forze Armate della Siria, dopo l'ISIS avvia un contro attacco, o incitano...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

La Russia elimina i vertici di Al-Nusra in Siria

Le forze russe hanno condotto un'operazione aerea contro il gruppo terroristico di Al-Nusra in Siria, che ha lasciato gravemente ferito il suo capo dei terroristi di Al Nosra a Idlib

Il portavoce del Ministero della Difesa della Russia, Igor Konashenkov, ha riferito che è stata effettuata...
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:

Venezuela, perseverare è diabolico

L’eurodeputato Javier Couso Permuy, che fa parte della Delegazione Ue all’Assemblea parlamentare euro-latinoamericana, ha denunciato nei giorni scorsi l’esistenza di un documento preventivo dell’Unione europea per non riconoscere a priori il risultato delle elezioni venezuelane

da ilsimplicissimus   La notizia come avviene sempre più spesso è che manca la notizia:...
Notizia del:

Xi Jinping apre al mondo la “porta della Cina”

I riflettori del mondo sono puntati sul diciannovesimo congresso del Partito Comunista Cinese e il motivo è fin troppo semplice: la politica di Pechino non riguarda più solo la Cina ma...
Notizia del:

Khamenei: "Non perdo il mio tempo a rispondere alle fesserie del maleducato presidente degli Stati Uniti".

L’ayatollah sull'accordo nucleare: "Se gli Usa lo rompono, l'Iran lo triterà"

Il leader supremo iraniano, l’ayatollah Alí Khamenei ha assicurato questo mercoledì che il...
Notizia del:

Raqqa, tra propaganda USA/CURDA e anomalie: il reale peso della liberazione nella guerra in Siria

di Stefano Orsi Sono molti mesi che prosegue questo lungo e sanguinoso assedio alla città di Raqqa, città siriana, eletta anni fa a capitale dell'allora Califfato o Isis o Daesh,...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar News

Le forze irachene liberano i confini con la Siria e l'Iran dalla presenza dei curdi

Le forze irachene continuano ad avanzare rapidamente contro le milizie curde e assumono il controllo di diverse zone di confine del paese.

Come riportato dal sito 'Al masdar News',la Polizia Federale irachena, sostenuta da forze pro-governative...
Notizia del:     Fonte: http://nsarchive.gwu.edu

Svelati documenti che confermano la complicità degli USA nel massacro di 500.000 comunisti indonesiani

I documenti non classificati rivelano il sostegno statunitense all'esercito indonesiano per eliminare il Partito Comunista Indonesiano (PKI) tra il 1965 e il 1966.

La National Security Archive dell'Università George Washington, ha reso pubblico ieri un totale di...
Notizia del:

La tesi del “fine del comunismo” e il 19° congresso del Partito Comunista Cinese

di Fausto Sorini Intervento al Forum «Cina e Ue. I nodi politici ed economici nell’orizzonte della “nuova via della seta” e di una “nuova mondializzazione”»,...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa