/ VIDEO. "Ribelle moderato": Cerchiamo una 'coesistenza pacifica' c...

VIDEO. "Ribelle moderato": Cerchiamo una 'coesistenza pacifica' con Israele

VIDEO. Ribelle moderato: Cerchiamo una 'coesistenza pacifica' con Israele
 

Un membro di un gruppo dei sedicenti "ribelli moderati" ha trasmesso il desiderio della sua banda di mantenere una 'coesistenza pacifica' con Israele, dal momento che ricevono aiuto dal regime israeliano.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
"Noi non siamo contro gli ebrei perché cerchiamo di vivere in pace (...) e con gli israeliani. Questo è qualcosa che il governo siriano ci ha categoricamente proibito. Non siamo anti israeliani", ha detto Wael al-Khatib, uno dei capi delle bande armate che operano nel confine siriano con la provincia di Quneitra e le alture del Golan occupato.
 
Ieri il canale iraniano in lingua araba Al-Alam, Al-Khatib ha aggiunto che i gruppi armati in Siria desiderano vivere con il regime israeliano senza ostilità.
 

 
Al-Khatib, che ha anche rivelato le buone relazioni tra i terroristi e il regime di Tel Aviv, è ricoverato in ospedale israeliano Ziv, nella città di Safed, situata nel nord dei territori palestinesi occupati, a causa di ferite ricevute durante l&# 39;esplosione di un'autobomba a Quneitra.
 
"Non ci aspettavamo che Israele ci accogliesse così (...)La situazione è fantastica e al di là di quello che pensavano", ha affermato il terrorista precisando che anche i suoi colleghi feriti, come lui, sono ricoverati in ospedale.
 
Le dichiarazioni di Al-Khatib hanno avuto luogo pochi giorni dopo che il quotidiano israeliano Jerusalem Post ha rivelato che alti rappresentanti dei gruppi armati siriani hanno in programma di comparire in pubblico durante un evento organizzato dal Israele nei territori palestinesi occupati.
 
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Fonte: Al Alam
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: Jpost

Netanyahu a Putin: Israele continuerà i suoi attacchi aerei in Siria

"Se è fattibile dal punto di vista militare e dell'intelligence, allora attacchiamo, e così continueremo", ha dichiarato il primo ministro israeliano.

Il primo ministro israeliano Benjamín Netanyahu, ha dichiarato ai giornalisti in Cina che ha informato...
Notizia del:     Fonte: Al Manar

FOTO. Esercito di Liberazione del Golan: "Siamo una realtà e non un'invenzione mediatica"

Il movimento al-Nujaba, braccio di Hezbollah in Iraq, ha mostrato nuove immagini dell'esercito creato per liberare il Golan siriano occupato da Israele.

Due settimane fa, il portavoce di Hezbollah in Iraq, Hashim al-Moussawi, ha annunciato la creazione di un esercito...
Notizia del:     Fonte: Jpost

L'intelligence israeliana teme la liberazione del Golan siriano occupato da parte di Iran e Hezbollah

L'intelligence israeliana esprime il suo timore per un'imminente liberazione delle alture del Golan siriano occupato da parte di Al-Nuyaba e per la crescente influenza iraniana nella zona.

"La cosiddetta 'Brigata di liberazione del Golan' acuisce la minaccia rappresentata dalla presenza...
Notizia del:     Fonte: Reuters

Il Pentagono conferma la nuova missione nella città siriana di Manbij

Gli Stati Uniti hanno avviato una nuova missione militare in Siria al fine di 'evitare che le parti in conflitto si attacchino l'un l'altra'.

Washington ha schierato un piccolo numero di unità di combattimento intorno alla città siriana...
Notizia del:     Fonte: Tahrir Souri

Gli Stati Uniti usano illegalmente il cementificio 'Lafarge' come base aerea nel nord-ovest della Siria

Gli Stati Uniti hanno occupato 'illegalmente' il cementificio Lafarge nei pressi della provincia di Raqqa, che si trova nel nord-ovest della Siria, utilizzandolo come base aerea.

Tahrir Souri, che copre le notizie sul conflitto in Siria, ieri ha pubblicato un'immagine satellitare del...
Notizia del:     Fonte: 'Washington Post'

Il Pentagono vuole un maggiore coinvolgimento militare degli Stati Uniti in Siria

In una nuova proposta, il Dipartimento della Difesa ha chiesto alla Casa Bianca di rafforzare in modo significativo le forze USA in Siria.

Come riportato oggi dal 'Washington Post', citando fonti del governo degli Stati Uniti, il Pentagono...
Notizia del:     Fonte: Today.com

Bush: Invadere l'Afghanistan e l'Iraq è stato corretto, non mi pento

L'ex Presidente degli USA, George W. Bush ha ribadito che la sua decisione di invadere l'Afghanistan e l'Iraq era 'giusta' e 'non è pentito' di averla presa.

 "Credo che sia stata la decisione giusta (...) Io non sono pentito né ho rimorsi per aver ordinato...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar

FOTO E VIDEO. Proteste a Idlib contro l'occupazione e l'annessione di territorio siriano da parte della Turchia

La Turchia ha costruito un muro al confine con la Siria per "proteggersi dal terrorismo", scatenando la protesta dei siriani, anche quelli contro il governo, che accusano Erdogan di occupare illegalmente parti del paese arabo.

Le proteste sono scoppiate in seguito alla costruzione di un muro da parte della Turchia nella zona di confine...
Notizia del:     Fonte: Bloomberg

Azienda franco-svizzera ammette di aver pagato tangenti ai terroristi in Siria per mantenere le sue attività

L'azienda franco-svizzera, LafargeHolcim, leader mondiale nel settore delle costruzioni, ha ammesso di aver pagato tangenti ai gruppi armati in Siria, per mantenere le sue attività nel paese arabo.

In una dichiarazione rilasciata, oggi, la società ha ammesso che la sua filiale in Siria ha pagato i terroristi...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar

ISIS in difficoltà, l'Esercito siriano si avvicina sempre di più a Palmira

Come riporta Al Masdar-News, dopo aver raggiunto le pendici, venerdì scorso, l'Esercito siriano è riuscito a conquistare il punto più alto della strategica Collina Hayyal, ieri...
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: Hispantv

VIDEO. Yemen, bambini senza futuro a causa dell'aggressione dell'Arabia Saudita

L'Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) avverte che il costo umano del conflitto, che si è intensificata due anni fa con l'intervento saudita, è più importante dei danni materiali.

Roa, ha 12 anni, sogna di diventare un insegnante, ma ora non può nemmeno andare a scuola. Con la sua famiglia...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar

I curdi delle FDS accolgono positivamente l'Esercito siriano nell'offensiva di Raqqa

Un portavoce dalle "Forze siriane Democratiche" (FDS) ha dichiarato che la sua organizzazione si compiace della partecipazione della partecipazione nelle prossimi operazioni per la liberazione di Raqqa.

In alcune dichiarazioni pubblicate dal quotidiano siriano Al-Watan, e riportate dal sito di informazione 'Al-Masdar-News',...
Notizia del:

Giù le mani dalla INNSE

RICEVIAMO E IMMEDIATAMENTE PUBBLICHIAMO Sappiamo dell'urto che stanno reggendo gli operai della INNSE. Infatti il padrone, attraverso sanzioni e provvedimenti disciplinari, sta accanendosi...
Notizia del:

Giorgio Napolitano e #EuropeTogheter

** E' proprio in questo momento che capisci che domani alle 14 è importante essere presenti a Porta San Paolo per manifestare contro l'Unione Europea, causa principale della morte...
Notizia del:

Primo incontro Putin-Le Pen: ecco l’asse che può demolire l’Unione Europea

di Eugenio Cipolla Il giorno dopo le ennesime tensioni diplomatiche con Kiev, causate dall’omicidio dell’ex deputato russo del Partito Comunista Voronenko, oggi a Mosca i riflettori erano...
Notizia del:

"Il mistero del Premier Palace": chi era Denis Voronenkov?

di Danilo Della Valle   Il mistero del Premier Palace. Non si tratta di un titolo di un libro giallo ma di un caso spy-thriller che da ieri sta impegnando, e ahinoi appassionando, diverse persone...
Notizia del:

Si scava sotto i piedi dell'“ultimo dittatore d'Europa

Una volta provocato lo smottamento, si correrà in suo “soccorso” alla maniera di majdan.

di Fabrizio Poggi   E' di 12 morti il bilancio della notte di sangue in Cecenia, per il tentativo...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa