/ Yazidi sequestrati dall'ISIS: Gli USA e l'Europa non hanno fatto ...

Yazidi sequestrati dall'ISIS: Gli USA e l'Europa non hanno fatto nulla per aiutarci

Yazidi sequestrati dall'ISIS: Gli USA e l'Europa non hanno fatto nulla per aiutarci
 

Gli yazidi smentiscono le affermazioni dei paesi europei e degli Stati Uniti in merito ai tentativi per salvarli dalla schiavitù del gruppo terroristico ISIS (Daesh, in arabo).

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

In un'intervista con l'agenzia di stampa russa Sputnik, pubblicata ieri, gli yazidi costretti a rifugiarsi nel campo profughi di Dohuk, nel nord dell'Iraq, hanno raccontato le loro esperienze terribili nel periodo in cui erano sotto l'autorità di Daesh.
 



"L'Europa, che parla del suo impegno per i diritti umani e le forze della coalizione guidata dagli Stati Uniti, non ha  fatto niente", ha sottolineato Abdollah Shirin, un membro di questa minoranza etnica.
 
Spiegando le operazioni di soccorso, Shirin ha evidenziato che è riuscito a "salvare 334 persone" grazie all'aiuto dei suoi amici e dei suoi contatti in Siria, dal momento che prima dello scoppio della crisi in Iraq e in Siria aveva rapporti commerciali continui con i due paesi.
 
In questo contesto, ha ricordato nel proseguo dell'intervista,che la maggior parte degli yazidi rapiti durante l'attacco alla città irachena di Sinjar nel 2014 erano donne e bambini, compresi i membri della sua stessa famiglia.
 
Un bambino yazida di nove anni, che ha parlato in condizione di anonimato, ha detto che il Daesh ha ucciso i suoi coetanei a sangue freddo nella città siriana di Raqqa. "Quando eravamo prigionieri dell'ISIS, eravamo costretti a guardare video di persone uccise. Ci volevano intimidire e ci dicevano che avevano ucciso tutti coloro che avevano dato informazioni ai Peshmerga (forze curde). Ho visto con i miei occhi come hanno ucciso una donna proprio in mezzo a una strada a Raqqa colpita con un coltello al petto", ha raccontato.
 
Lo scorso gennaio, l'Ufficio per la minoranza yazida in Iraq ha dichiarato che il 75 per cento dei civili yazidi sono stati liberati dalle prigioni dell'ISIS dopo le operazioni di Mosul.
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Fonte: Sputnik
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:

Pensioni, lavoro e diritti sociali: l'Italia è come la Grecia

La letterina della Commissione UE appena giunta al governo italiano chiarisce tutto. I burocrati europei confermano che la legge Fornero è un tabù intoccabile. E che il governo si è già formalmente impegnato su questo

di Giorgio Cremaschi Un vecchio governo democristiano avrebbe sicuramente evitato questo crisi da burla...
Notizia del:

USB, Piacenza. Prof. Vasapollo: "Se si abituano a toglierti i diritti, te li toglieranno sempre".

"Se si abituano a toglierti i diritti, te li toglieranno sempre". "I diritti non rimangono per sempre". Pubblichiamo in questi cinque brevi video alcuni importanti stralci del discorso...
Notizia del:     Fonte: teleSUR

Zimbabwe: 3 passaggi chiave per comprendere il golpe

Il panorama politico in Zimbabwe è mutato in pochi giorni con il licenziamento di Emmerson Mnangagwa, passando per il colpo di Stato e le dimissioni di Robert Mugabe, dopo oltre 30 anni di governo

La destituzione del vicepresidente Robert Mugabe destituisce Emmerson Mnangagwa dalla vicepresidenza il...
Notizia del:

“Il mio stipendio basta appena per mangiare”. Il dramma censurato dei lavoratori in Grecia

Di Keep Talking Greece, 4 novembre 2017  (traduzione di Voci dall'estero)   Le riforme hanno gravi effetti collaterali. Dalla crisi economica in Grecia è emersa una...
Notizia del:

La lettera di Suleimani a Khamenei annuncia: "la guerra contro l'Isis è finita"

Il generale Qassem Suleimani, guida delle brigate di al Quds della Guardia Repubblicana, riconosciuto nel mondo come il più autorevole militare iraniano, ha annunciato ufficialmente la vittoria...
Notizia del:     Fonte: RT

Presto non avremo più bisogno delle banche. Parla l'esperto di criptovalute Falkvinge

Secondo l’esperto «la criptovaluta non ha davvero bisogno di sostituire il dollaro USA, sostituire l'euro. Ha solo bisogno di sopravvivere mentre questi colossi crollano sotto il loro stesso peso. E quando accadrà, sarà molto veloce»

  Siamo agli albori di un cambiamento epocale. Una nuova era dove le banche non saranno più un intermediario...
Notizia del:

ESCLUSIVO AD. Gershon Peres (fratello dell'ex Presidente israeliano) è stato membro del CMC, il centro occulto della CIA legato all'omicidio Kennedy

Nel Centro Mondiale Commerciale, dal 1967 al 1970, sedette Gershon Peres.

Questo 22 novembre 2017, nell'anno del centenario della nascita di JFK e nel giorno dell'anniversario...
Notizia del:

Citgo Petroleum Corporation, il Venezuela smantella una rete di corruzione di altissimo livello in servizio negli USA

di Geraldina Colotti*   In una conferenza stampa, il Procuratore generale del Venezuela, Tareck William Saab, ha dato conto di una rete di corruzione ad altissimo livello in cui risultano...
Notizia del:

"Ho salvato la Spagna". La "nuova" Repubblica parte dal franchismo

Viene presentata oggi la "Nuova" Repubblica. E per l'occasione il direttore in persona, Mario Calabresi pubblica un'intervista (molto prona) esclusiva al premier (post?)franchista...
Notizia del:     Fonte: TASS

Netanyahu a Putin: Israele non permetterà all'Iran di guadagnare terreno in Siria

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha detto al presidente russo Vladimir Putin durante la loro conversazione telefonica che Israele non accetterà i tentativi dell'Iran di ottenere un punto d'appoggio in Siria.

"Una conversazione ha avuto luogo [tra Netanyahu e Putin ndt] ed è durata circa mezz'ora. Hanno...
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: teleSUR

Zimbabwe: 3 passaggi chiave per comprendere il golpe

Il panorama politico in Zimbabwe è mutato in pochi giorni con il licenziamento di Emmerson Mnangagwa, passando per il colpo di Stato e le dimissioni di Robert Mugabe, dopo oltre 30 anni di governo

La destituzione del vicepresidente Robert Mugabe destituisce Emmerson Mnangagwa dalla vicepresidenza il...
Notizia del:

E' la sconfitta dell'Isis. Putin riunisce Rohani e Erdogan a Sochi sul futuro della Siria

Il presidente russo Vladimir Putin ha incontrato a Sochi il suo omologo turco, Recep Tayyip Erdogan, e iraniano, Hassan Rouhani, per cercare di giungere ad un compromesso sulla ricostruzione della Siria....
Notizia del:     Fonte: RT

Presto non avremo più bisogno delle banche. Parla l'esperto di criptovalute Falkvinge

Secondo l’esperto «la criptovaluta non ha davvero bisogno di sostituire il dollaro USA, sostituire l'euro. Ha solo bisogno di sopravvivere mentre questi colossi crollano sotto il loro stesso peso. E quando accadrà, sarà molto veloce»

  Siamo agli albori di un cambiamento epocale. Una nuova era dove le banche non saranno più un intermediario...
Notizia del:

Ecco come Cina e Russia hanno scavato la fossa dove seppellire il dollaro

di Misión Verdad da misionverdad.com Traduzione di Marco Pondrelli per Marx21.it La Cina, l'unico paese con la forza sufficiente per sfidare l'egemonia finanziaria statunitense,...
Notizia del:

"Dopo 60 anni di attesa sta per nascere la Pesco". Sapete di cosa sta parlando la Ministra Pinotti?

di Manlio Dinucci* il manifesto, 21 novembre 2017 Dopo 60 anni di attesa, annuncia la ministra della Difesa Roberta Pinotti, sta per nascere a dicembre la Pesco, «Cooperazione strutturata...
Notizia del:     Fonte: TASS

Netanyahu a Putin: Israele non permetterà all'Iran di guadagnare terreno in Siria

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha detto al presidente russo Vladimir Putin durante la loro conversazione telefonica che Israele non accetterà i tentativi dell'Iran di ottenere un punto d'appoggio in Siria.

"Una conversazione ha avuto luogo [tra Netanyahu e Putin ndt] ed è durata circa mezz'ora. Hanno...
Notizia del:     Fonte: Mehrn

Iran: la tratta di esseri umani in Libia è dovuta all'aggressione straniera

Gli invasori militari che creano zone di conflitto e instabilità spianano la strada alla tratta di esseri umani in Libia, è la denuncia inviata dall'Iran alle Nazioni Unite.

"La tratta di esseri umani, soprattutto in situazioni di conflitto, sta diventando una sfida globale con...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa